giovedì , 15 novembre 2018
Home » BMW M » BMW M3, Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio e Mercedes-AMG C63 S: gara di accelerazione

BMW M3, Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio e Mercedes-AMG C63 S: gara di accelerazione

Un po’ di tempo fa DriveTribe ha rilasciato una serie di video in cui appaiono a confronto la BMW M3, l’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio e la Mercedes-AMG C63 S.

In questi filmati, le tre vetture si sfidano l’un l’altra sotto diversi punti di vista. Vengono ad esempio comparate le loro specifiche, vengono sottoposte ad una gara di accelerazione ed anche a sfide su pista.

Quello che verrebbe da pensare è che la BMW M3 non dovrebbe avere problemi ad affrontare una simile sfida, ma di fronte a sè trova la forte concorrenza ddell’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio e della Mercedes-AMG C63 S.

La prima prova a cui vengono sottoposte le tre auto è una gara di accelerazione.

Ogni auto è equipaggiata in modo simile con motori turbocompressi, cambio automatico e trazione posteriore.
La differenza sta però in alcuni dettagli: la BMW M3 è equipaggiata con un motore biturbo 6 cilindri in linea da 3.0 litri che, con l’apposito Competition Package, raggiunge i 444 CV, mentre l’Alfa Romeo Giulia è dotata di un biturbo V6 da 2.9 litri che raggiunge i 510 CV. Gli stessi CV vengono raggiunti dalla Mercedes-AMG C63 S che monta però un biturbo V8 da 4.0 litri.

In questa gara il risultato è stato a favore dell’Alfa che, su un lungo tratto di pista, si è aggiudicata la prima posizione.
Senza l’aiuto del launch control, è stato sufficiente attivare la modalità Race e rilasciare il freno con il piede sinistro per passare da 0 a 100km/h in 4 secondi netti, raggiungere i 160 km/h in 8,3 secondi e arrivare ai 240 km/h in 20,3 secondi.

A seguire, la BMW M3, quella con meno potenza, ma l’unica auto nel test con una velocissimo cambio a doppia frizione. Sebbene la M3 abbia un proprio sistema Launch Control, non è stato utilizzato in quanto sono stati ottenuti risultati migliori senza il suo impiego.
Seguendo queste specifiche la M3 è passata da 0 a 100 km/h in 4,1 secondi, ha raggiunto i 160 km/h in 8,9 secondi e i 240 km/h in 21,6 secondi. È stata quindi leggermente più lenta dell’Alfa ma non così tanto quanto la minor potenza di motore avrebbe fatto pensare.
Ciò che è interessante è che la BMW è stata in realtà più veloce in accelerazione fino a 50 km/h per un decimo di secondo.

Infine è il turno della Mercedes-AMG C63 S. Il motore AMG è il più potente, il più pesante e di gran lunga quello con più coppia. Per questo i suoi risultati sono stati inaspettati. L’auto si dimostra essere la più lenta fino a 50 hm/h. ma pareggia la BMW M3 arrivando a 100 km/h in 4,1 secondi e si dimostra più veloce della stessa arrivando a 160 km/h in 8,6 secondi e impiegando appena 19,9 secondi per arrivare a 240 km/h.

In conclusione la Mercedes-AMG vince il test classificandosi come la seconda più veloce nel raggiungere  i 100 km/h, poi i 160 km/h, ma è la prima a raggiungere i 240 km/h.

La prossima sarà una battaglia su pista per vedere quale auto è più veloce su un circuito e le doti telaistiche di ognuna. Come ben sappiamo l’accelerazione è un indice molto relativo.

Esprimete i vostri commenti sul nostro forum.

About Giorgia

Vedi anche

PRIMA PROVA: BMW M850i Coupè

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Quando BMW ha annunciato il revival ...

VIDEO: BMW M5 Competition sull’Autobahn

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Dopo aver guidato la BMW M5, ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *