domenica , 22 luglio 2018
Home » BMW NEWS » BMW vuole lanciare un proprio programma in stile “Uber”

BMW vuole lanciare un proprio programma in stile “Uber”

Quando usciranno auto con autonomia livello 4 e 5

Introdurre la tecnologia autonoma nelle vetture di tutti i giorni sembra lo scopo principale dei produttori di auto di oggi. La maggior parte dei produttori stanno praticamente gareggiando per raggiungere prima un’autonomia di livello 5, portando nel frattempo degli sviluppi interessanti nel settore. BMW a quanto pare sta concentrando alcune delle sue risorse sul lancio di un programma per il trasporto condiviso, previsto all’incirca per il 2021, composto da vetture che dispongono di una tecnologia autonoma di livello 4 o livello 5 a bordo.

La dichiarazione è avvenuta durante un’intervista con Endgadget, dove il dottor Klaus Buettner, responsabile di BMW per i programmi di guida autonoma, ha fatto alcune interessanti affermazioni sullo stato attuale e sul futuro delle auto autonome. Finora, la maggior parte dei media considera il nuovo sistema autonomo di livello 3 di Audi, introdotto sull’A8, come la scelta più evoluta sul mercato, ma BMW afferma che già qualche anno fa si trovava sul livello di questa nuova A8.

BMW Personal CoPilot, Autonomous Driving Test Vehicle

“Alcuni anni fa eravamo allo stesso punto di Audi, ma ci siamo chiesti se valesse la pena integrare un sistema funzionante solo a basse velocità, dato il basso beneficio per il cliente”, disse Buettner ai redattori di Endgadget. Quel che stava riferendo è il fatto che le funzioni autonome di Audi funzionano a velocità fino a 60 kmh, consentendone l’utilizzo solo nel traffico, e per situazioni del genere BMW ha già soluzioni perfettamente valide. Quindi, lanciare questa tecnologia ora per i clienti non sembrava così fondamentale, e i bavaresi hanno deciso per ora di non farlo

Presto avremo un livello di autonomia 3 per le BMW

Tuttavia, BMW sta lavorando a un sistema di autonomia di livello 3 che possa funzionare a velocità fino a 130 km/h poiché è il limite di velocità applicato in tutta Europa. Secondo Buettner, il sistema sarà operativo entro il 2021, ma in quel momento il gruppo BMW cercherà anche di lanciare un programma pilota per le flotte che utilizzano le funzioni autonome di livello 4/5. Alcuni modelli di Serie 7 stanno già testando questa tecnologia intorno alla Bay Area, ma è impossibile distinguerle da delle BMW tradizionali, non fosse per un paio di adesivi sui lati.

BMW Personal CoPilot, Autonomous Driving Test Vehicle

Queste Serie 7 utilizzano un sensore Lidar (per l’autonomia di livello 3) oppure tre (per i livelli 4/5) ma sono così ben inseriti nel corpo dell’auto da essere difficili da individuare senza avvicinarsi. Uno dei modi per farlo, tuttavia, è osservare il volante che possiede delle luci incorporate in grado di far sapere cosa sta facendo l’automobile. Nel 2019, una flotta di 100 auto sarà rilasciata in giro per il mondo, comprese delle aree in Europa e in Cina, per assicurarsi che il sistema funzioni in una varietà di ambienti.

About Paolo Colucci

Fondatore del primo forum BMW in Italia nel 2002 è da sempre appassionato del marchio bavarese di cui continua a coltivarne l'interesse e promuovendo eventi e raduni per la propria community

Vedi anche

BMW M2 Competition: live il configuratore su bmwusa.com

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Il configuratore online per la BMW ...

Toyota Supra monterà un motore BMW a quattro cilindri

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn La recente “rivelazione” della Toyota Supra ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *