mercoledì , 14 novembre 2018
Home » BMW NEWS » BMW 340i: come va?

BMW 340i: come va?

bmw 340i lci

BMW 340i LCI: come va la nuova berlina di Monaco?

BMW 340i LCI, la nuova berlina di Monaco era in attesa da un bel po ‘di tempo. Con la BMW Serie 3 LCI presentata quest’anno, la BMW 340i ha sostituito la 335i come il top della serie 3 che non sia fregiata del badge Motorsport. Per il 2015, la BMW 340i è dotato di un nuovissimo motore sei cilindri in linea da 3.0 litri turbo, in grado di erogare 326 CV. Abbiamo già avuto modo di analizzare nel dettaglio le differenze tecniche con il propulsore N55.
Non solo meccanica, ma anche estetica grazie ad un ridisegno della estremità anteriore e posteriore, nuovi fari e gruppi ottici posteriori, alcuni nuovi pezzi interni e, soprattutto, alcuni componenti del reparto sospensivo rivisti.

Recenti impressioni di guida da alcune riviste automobilistiche hanno segnalato alcuni sentimenti contrastanti circa l’ultima grande BMW Serie 3.

In primo luogo, come al solito, il motore è un gioiello.

Da quello che abbiamo letto, il motore è liscio e incisivo, che porta classe e raffinatezza ancora una volta. A quanto pare, il motore ama vivere tra i 3.000 giri e il suo redline posto a 7.000 giri. Inoltre rende la BMW 340i veloce quanto una M3 E46. Questo è ci fa capire quanto rapida sia una berlina executive standard.

Il motore è abbinato ad un cambio manuale a sei marce o un automatico ZF a otto rapporti (opzionale), che è stato rivisto per il modello LCI. I cambi marcia di quest’ultimo sono, come al solito, quasi perfetti.
I tester che lo hanno esaminato hanno rilasciato critiche entusiastiche per esso. Si accoppia perfettamente con il nuovo motore 3.0 litri e dà alla BMW 340i un’onda liscia e senza sforzo di potenza.

L’esterno è sicuramente un aggiornamento, tuttavia non molto invasivo. Mentre il trattamento LCI non fa molto per l’esterno, è sufficiente a rendere la Serie 3 migliore in piccoli ma grandi aspetti. I nuovi fari a LED, una calandra leggermente diversa e nuovi gruppi ottici posteriori rendono la BMW Serie 3 un po’ più stretta e di qualità superiore.

Anche se forse la BMW non ha fatto abbastanza, in particolare con la concorrenza agguerrita da Mercedes-Benz e Jaguar. L’interno riceve anche alcuni aggiornamenti, con nuovi inserti e materiali più belli. Niente di drastico o rivoluzionario, ma una bella evoluzione di quello che era già un bel interno.

Ma ora arriva la parte che ognuno sta aspettando. La guidabilità. BMW ha fatto un po’ di revisione per il telaio e le sospensioni, come i clienti di BMW Serie 3 chiedevano più comfort con una migliore maneggevolezza, che non è un’impresa da poco. Così BMW ha deciso di dare ai clienti quello che volevano. Per fare ciò, la BMW ha sostituito il punto di ancoraggio di tre bracci di sospensione, modificandone l’angolo di configurazione del multilink posteriore a cinque bracci. Questo ha consentito di irrigidire il telaio un po’, consentendo l’utilizzo di molle più rigide e ammortizzatori senza alcuna penalità per il comfort di marcia. BMW inoltre ha dotato la nuova BMW Serie 3 di un sistema di servosterzo elettrico rivisto, che si propone di dare un feedback migliore ed una risposta di altrettanto livello.

Tutto questo lavoro sulla sospensione suona alla grande, ma sembra come se si potesse fare ancora di meglio. Dalle recensioni che abbiamo letto, molti si lamentano che si molleggia troppo in modalità Comfort e troppo rigido in modalità Sport e che lo sterzo si sente troppo leggero in termini di comfort, ma artificialmente pesante in Sport. C’è chi sostiene che questa nuova BMW 340i si sia addolcita come è stato un tempo ogni salto generazionale di BMW Serie 3. Tuttavia, tutti hanno testato le auto con gli ammortizzatori adattivi opzionali e rapporto di sterzo variabile, quindi forse la sospensione fissa standard, così come lo sterzo, potrebbe andar meglio come una soluzione perfetta. Sono sempre stato un sostenitore di fare una sola impostazione di sospensione e farlo nel modo giusto, invece di dover passare tutto il tempo da un setup all’altro. Ma forse è un pensiero singolo.

Anche se, nonostante i commenti negativi, la nuova BMW 340i ha ancora l’agilità che ci si aspetta da una BMW Serie 3. Gli angoli di sterzo non sono quelli caratteristici di una BMW Serie 3: la precisione e la guidabilità in primo luogo appaiono più filtrati. Tuttavia, si maneggia ancora fantasticamente e probabilmente meglio di una pre-LCI. E il motore la fa andare come una scheggia. Quindi è ancora una BMW Serie 3. Sarebbe interessante ottenere la vettura a confronto con una pre-LCI per vedere i miglioramenti.

Così la nuova BMW 340i sembra essere migliore nella maggior parte dei settori, ma potrebbe aver peggiorato in altri, come la messa a punto delle sospensioni e dello sterzo. Ma la dinamica del motore, della trasmissione e del telaio tutti sembrano essere un significativo miglioramento rispetto alla pre-LCI. Forse gli ammortizzatori non adattativi standard e sterzo non variabile renderanno questa BMW 340i una discreta lama e dar modo di sentire nuovamente la perfetta BMW Serie 3. O forse il nuovo 330i col il suo nuovo 4 cilindri sovralimentato potrà dare la sensazione migliore dei due, proprio come era la 328i rispetto alla 335i. Si può solo sperare.

About Michele Picariello

Ingegnere Meccanico con la passione per la scrittura. Si dedica da tempo alla ricerca di informazioni tecniche e commerciali per il mondo BMW e le realtà ad esso connesse.

Vedi anche

BMW Z4 M40i – la migliore cabrio sul mercato?

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn 10 anni fa, BMW presentò la ...

BMW M3 – TUTTI contro TUTTI a 360°!

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Poco tempo fa, Carwow ha organizzato ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *