sabato , 15 dicembre 2018
Home » Rolls-Royce » Rolls-Royce Dawn: arriva la Ghost cabriolet

Rolls-Royce Dawn: arriva la Ghost cabriolet

Rolls-Royce Dawn

La nuova Rolls-Royce Dawn

Il CEO di Rolls-Royce, Torsten Muller-Otvos, ha confermato una versione convertibile della Rolls-Royce Wraith. Questo è stato spinto dal fatto che circa il 99% di tutti i clienti Phantom  utilizzino il programma di personalizzazione Bespoke, sempre più spinti da una necessità di esclusività senza pari. 

La “piccola” cabrio di Rolls-Royce sarà ovviamente più piccola della mastodontica Phantom Drophead Coupè, e avrà un ruolo cruciale nel destino di Rolls. La prima sfida è stata vinta proprio con Wraith dove i clienti dello “Spirito dell’Estasi” si sono ritrovati a guidare una vera Rolls-Royce sebbene in formato “ridotto” ma non per questo con meno charme. Ecco perchè andare ad allargare il bacino di utenza con una piccola cabrio è l’ideale per Rolls. Questo perchè sono giunti clienti che prima non avrebbero mai considerato Rolls: “abbiamo clienti provenienti anche da Ferrari” sottolinea il Torsten. “Non sostituiranno la loro Ferrari ovviamente, ma la affiancheranno con questa cabriolet che gli consentirà di viaggiare velocemente e nel lusso più estremo”.

Souplesse estrema grazie la mastodontico V12 sovralimentato con due turbocompressori, altri non è che una versione con corsa ed alesaggio maggiorati del propulsore BMW N74. Grazie ai nuovi parametri di corsa ed alesaggio, il propulsore ha una cilindrata di 6,6 litri, a cui si associano le moderne tecnologie di fasatura variabile Bi-VANOS di BMW, l’iniezione diretta ad alta precisione HPI ed il sistema di alzata variabile Valvetronic; tutto questo gli consente di erogare una potenza di 570 CV (420 kW) a 5250 giri al minuto ed una coppia di 780 Nm a 1500 giri al minuto, scaricate al suolo grazie al cambio automatico ZF 8HP90 ad otto velocità. Questo propulsore permette alla Ghost di accelerare da 0 a 100 km/h in 4,9 secondi con una velocità massima limitata a 250 km/h.

Ritornando per un attimo alla Phantom, un successore del modello sarà deliberato almeno a tre anni da oggi (2018). Muller-Otvos ha inoltre riferito che vi è la possibilità di un sistema plug-in ibrido dal momento che questo “è sicuramente il trend da cavalcare”.

About Michele Picariello

Ingegnere Meccanico con la passione per la scrittura. Si dedica da tempo alla ricerca di informazioni tecniche e commerciali per il mondo BMW e le realtà ad esso connesse.

Vedi anche

BMW M135i in test al Nurburgring | VIDEO

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Nonostante l’attuale BMW M140i sia una delle ...

SPY | BMW X3 M beccata al Nurburgring

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn E’ passato un anno intero dalla ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *