Home » BMW M » Primo test su strada e impressioni di guida: BMW M550i 2018

Primo test su strada e impressioni di guida: BMW M550i 2018

La BMW M550i (il secondo modello più veloce della Serie 5) non è nuova al conquistare i cuori di diversi appassionati, a differenza delle M535i e 540i che hanno ormai lasciato la gloria della velocità alla potente BMW M5, concentrandosi su un buon bilanciamento del telaio e alle comodità di tutti i giorni. L’auto da noi testata presenta un prezzo di listino di circa €71.000 includendo optional come le portiere a chiusura facilitata, la pelle di color cognac e tutti i pacchetti tecnologici, oltre al motore migliore disponibile.

Il motore 4400cc twin-turbo V8 da 462 cavalliaccoppiato a un cambio ZF a otto rapporti a alla trazione integrale (trazione posteriore non disponibile) – è una buona unità se lo giudichiamo da solo; la latenza del turbo è impercettibile, con un picco di coppia –  650 Nm – disponibile tra i 1800 e i 4750 giri. BMW dichiara che questa BMW M550i compie lo 0-100 in 3,9 secondi, più di quanto riuscisse a fare la scorsa generazione della M5 e crediamo che questa stima sia tutto sommato onesta.

Il problema vero è il telaio; nonostante siano montate a bordo le sospensioni adattive, le barre antirollio attive e siano montate delle Michelin Pilot Super Sport da 20′‘, il peso da circa 2000kg rimane una massa importante da muovere. Anche le vecchie Serie 5 erano pesanti, ma il peso veniva gestito in modo migliore: si poteva buttare l’auto in curva senza problemi, affidandosi alle ruote anteriori e al fluidissimo acceleratore. Come si vede anche in questa recensione della BMW M550i l’auto non risponde così bene per colpa del peso del motore e dei componenti della trazione integrale che tendono ad abbassare troppo l’auto, non consentendo cambi di direzione repentini o accelerate più controllate.

Coloro che comprano queste grandi berline di lusso sicuramente baderanno di più a cose come la magnifica pelle dei tessuti o la possibilità di gestire la radio con dei semplici gesti rispetto a un buon handling . La Serie 5 è sempre stata un’auto comoda, ma mai come in questa generazione; nonostante ciò, anche valutando questa M550i solamente per le sue lussuosità, l’auto non eccelle. A velocità autostradali il rumore del motore inizia ad essere invadente e a volte le sospensioni sono troppo rigide. Sicuramente questa M550i conquisterà il pilota, ma i passeggeri dei posti posteriori potrebbero non sopportare al massimo i viaggi più lunghi.

Questa M550i sembra una via di mezzo tra due scelte più estreme; per gli amanti delle berline sportive, la Lexus GS F offre un carisma e uno sterzo decisamente migliori, mentre per coloro che amano di più il puro lusso, la Mercedes E43 è la scelta migliore.

La classica Serie 5 offre comodità e performance senza sbilanciarsi troppo da una parte o dall’altra ed è proprio questo che le ha rese così amate in entrambi questi mondi. Purtroppo questa qualità unica svanisce sempre di più di anno in anno e, per quanto questa M550i possa essere una buona auto, dà la sensazione di essere meno speciale rispetto alle scorse generazioni.

About BMWPassion

Vedi anche

BMW M440i: ecco la Video Recensione di CarWow

Le prime recensioni della nuova BMW Serie 4 stanno finalmente iniziando a comparire in rete. ...

BMW Serie 5: la più bella sul mercato?

BMW potrebbe trovarsi nella sua fase progettuale più importante della sua storia. Mai prima d’ora ...

Un commento

  1. Scusate… 71 mila eur mi paiono pochini, il configuratore ufficiale BMW parte da 122 mila euro e, comeda tradizione, immagino non includa manco l’essenziale.

    Forse avete perso un (cento)settantasettemila??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *