mercoledì , 21 novembre 2018
Home » BMW Serie 5 » BMW Serie 5 G30: a spasso anche in versione ibrida

BMW Serie 5 G30: a spasso anche in versione ibrida

bmw-serie-5-g30
La prossima generazione della BMW serie 5 G30

 La prossima generazione della BMW serie 5 G30 continua le sue prove di test sul circuito del Nurburgring. Questo ultimo mulo di prova è stato avvistato appena fuori dalla pista sportiva con il solito camuffamento e dei pannelli di carrozzeria fittizi che ricoprono la linea esterna da ciò che dovrebbe essere una berlina elegante e sportiva. Alcune delle caratteristiche attuali del design BMW si intravedono sotto il camuffo della Serie 5 G30, iniziando con i fari che si congiungono al doppio rene e la linea di cintura dal carattere sportivo che scorre attraverso il lato della vettura.

All’interno la BMW Serie 5 G30 resterà fedele al suo elegante design sportivo e premium, ma con un nuovo tocco.
Ci aspettiamo di vedere un nuovo cruscotto ridisegnato con il display LCD free-standing e tonnellate di caratteristiche premium che attualmente si trovano in modelli di fascia superiore. Vedremo il nuovo sistema iDrive con touchscreen e le funzioni di Gesture Control e gli aggiornamenti over-the-air per l’auto. Il progetto si dice che sia una evoluzione del modello F10.

La nuova famiglia BMW Serie 5 G30 è costruita sulla nuovissima piattaforma ’35up’, ora CLAR, che si ritroverà nei modelli della BMW Serie 3, BMW Serie 5, BMW Serie  6 e BMW Serie 7.
La piattaforma combina acciaio ad alta resistenza, alluminio e fibra di carbonio in modo da far calare l’ago della bilancia di 80kg rispetto alla ​​5 serie di oggi.
CLAR, una contrazione di Cluster Architecture, raffigura una grande la flessibilità nella struttura, con dei versatili sottomoduli (cluster) che sono più ampiamente regolabili in contenuto, in dimensioni e in capacità di adattamento.

BMW sta utilizzando anche un progettazione di tipo modulare per i suoi motori, raggruppando cilindri con una cilindrata unitaria di 500cc, per creare dei propulsori a tre, a quattro e sei cilindri, con il 60% delle parti comuni.
Un 2.0 litri quattro cilindri alimenterà le 520d da 190 CV e 525d da 231 CV, mentre la variante benzina avrà 272 CV e sarà la 530i. Un motore tre cilindri troverà i natali nella 518d con 150 cavalli.

Verrà inoltre ottimizzato il vano motore ed il reparto sospensivo condividendone la parte anteriore con la più piccola BMW Serie 3 (G20, NdR) per quanto riguarda i propulsori a tre e quattro cilindri, mentre sarà mutuato dalla BMW Serie 7 G11 l’assale anteriore per i motori a 6 cilindri e V8.

Nella fascia alta della nuova BMW Serie 5 G30, continueremo a vedere i motori a sei cilindri, nel 540i con 333 CV, 545i con 375 CV; sulla variante diesel avremo i 286 CV del 530d, i 333 del 535d ed i 400 CV del tri-turbo M550d.
La nuova piattaforma eDrive sarà certamente incorporata in uno o più varianti di modello della BMW serie 5 con un motore convenzionale a quattro o sei cilindri.

Attendiamo il prossimo anno per vedere la BMW Serie 5 G30.

About Michele Picariello

Ingegnere Meccanico con la passione per la scrittura. Si dedica da tempo alla ricerca di informazioni tecniche e commerciali per il mondo BMW e le realtà ad esso connesse.

Vedi anche

SPY: Nuovi fari per la BMW X1

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn L’attuale BMW X1 è stata contestata ...

LEAK: BMW SERIE 3 2019 – ecco le versioni SPORT LINE e M SPORT

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn   Probabilmente ce lo potevamo aspettare, ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *