domenica , 18 novembre 2018
Home » BMW NEWS » Jeremy Clarkson recensisce la BMW M760Li

Jeremy Clarkson recensisce la BMW M760Li

La prova su strada della BMW M760Li

 

Tra tutte le BMW attualmente sul mercato, quella che mi aspetterei vedere criticata da Jeremy Clarkson, è la BMW M760Li. Costosa, con un look un po’ inusuale e con un logo M che va a cozzare contro l’enorme peso di questo mezzo; ecco perché Jeremy dovrebbe lamentarsi di questa auto… anche se in verità non l’ha fatto, ma anzi sembra addirittura apprezzare questa vettura.

Dopo aver letto la recensione di Clarkson su questa BMW M760Li, però, c’è un senso dietro al fatto che quest’auto non sia stata criticata e anzi, viene addirittura lodata; entrambi (l’auto e il giornalista) sono molto irriverenti. L’irriverenza di Clarkson è ormai ben conosciuta, non è mai stato troppo timido nel aggredire la BBC o altre vittime con le sue critiche pungenti. In ogni caso, questa BMW M760Li è irriverente nello stesso modo, perché in un mondo ormai dominato da motori elettrici, quest’auto continua a mantenere il suo grande, pesante, potente motore sull’auto più costosa e pesante possibile, quasi a mostrare un dito medio al resto del mondo delle automobili.

Il motore della BMW M760i: mostro di potenza

Però non è questo ciò che ha colpito Jeremy; sembra amare il mostruoso 6600cc V12 biturbo di questa BMW, capace di uno 0-100 in meno di 4 secondi, ma l’aspetto che più ha stupito il giornalista è la sorpresa nel vedere questo mezzo così grande, pesante e confortevole viaggiare a velocità così incredibili, e a sentirla accelerare in modo così violento.

Secondo Clarkson, chiunque si è seduto nei sedili posteriori di quest’auto è rimasto meravigliato dai tablet integrati e dal frigorifero posteriore, quindi quando questa BMW è schizzata in avanti con la ferocia di una Ferrari F430, quasi a spazzare via tutto questo lusso e opulenza, gli ospiti non hanno gradito così tanto l’anima della vettura; però Jeremy, che si trovava alla guida, lo ha fatto, giusto per divertirmi un po’.

Cosa non è piaciuto della Serie 7

A dire il vero, ci sono delle cose che non sono piaciute a Clarkson, come ad esempio la modalità Eco. A nessuno interessa una modalità Eco su un’auto improntata alle performance, dato che non ha alcun senso. Certo, potrebbe farvi risparmiare un po’ di denaro a fine anno, ma stareste comunque guidando un’auto con un V12 che pesa come una barca e che costa più di alcune case, quindi il tutto non avrebbe senso fin dal principio. Infine, il giornalista non è contento nemmeno del modo in cui quest’auto si svaluterà sul mercato, cosa che succede a tutte le BMW più grandi e veloci.

In generale però, Clarkson sembra aver gradito davvero tanto questa BMW M760Li. La sua combinazione tra performance assolute, maneggevolezza incredibile e lusso rendono quest’auto fantastica da guidare. Jeremy ha poi concluso dicendo “eccoci dunque. Un’auto costosa e senza un vero senso che, in un mondo comandato da autisti di Uber e da finte parvenze di lusso, interessa probabilmente solo al sottoscritto che non può permettersela, e che preferirebbe invece una ancora più esagerata M6. In ogni caso, non c’è nulla di meglio che uscire e lanciarsi in preda alle scariche di adrenalina, giusto? In generale, quindi, credo che quest’esperienza sia stata incredibile”.

About Paolo Colucci

Fondatore del primo forum BMW in Italia nel 2002 è da sempre appassionato del marchio bavarese di cui continua a coltivarne l'interesse e promuovendo eventi e raduni per la propria community

Vedi anche

PRIMA MONDIALE | BMW M340i 2020 svelata prima di L. A.

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Fino a quando non vedremo la ...

BMW M8 | la prova di Autocar

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn In rete stanno trapelando da un ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *