giovedì , 17 gennaio 2019
Home » BMW NEWS » Quale sarà il futuro dei motori diesel? BMW forse sa come salvarli

Quale sarà il futuro dei motori diesel? BMW forse sa come salvarli

Ci troviamo in una situazione di transizione, con i motori a combustione che pian piano stanno per essere sostituiti dai motori elettrici, che diventeranno in futuro la norma. Come conseguenza alle sempre più imponenti restrizioni per i diesel per ottenere un’aria più pulita, ormai non c’è più spazio per i motori termici. I primi motori a carburante che dovranno abbandonare il mercato sono molto probabilmente i motori diesel, per via delle loro naturali, peggiori emissioni. Tuttavia, la situazione potrebbe cambiare e i motori diesel potrebbero sopravvivere molto più a lungo grazie a delle nuove tecnologie degli scarichi dei motori diesel.

Il problema dei motori diesel è la loro elevata emissione di NOx (ossidi di nitrogeno), molto più elevata di quanto non faccia un motore a benzina. Gli anni scorsi, i produttori di automobili hanno cercato di aggirare il problema grazie all’iniezione dell’ AdBlue – un liquido a base di urea – all’interno degli scarichi. Il sistema pulisce circa del 60% le emissioni totali di NOx, riuscendo a rispettare le restrizioni imposte dall’Euro 6. Ora tuttavia c’è una nuova tecnologia di pulizia delle emissioni di scarico che renderà AdBlue già obsoleto.

Questa tecnologia è chiamata ACCT (ammonia creation and conversation technology) ed è in fase di sviluppo all’università di Loughborough in Gran Bretagna. Questo nuovo sistema utilizza l’ammoniaca per distruggere totalmente le emissioni di NOX, emettendo al suo posto nitrogeno e acqua. Secondo il team di Loughborough, questo ACCT può riuscire a ridurre le emissioni di NOx del 98%, senza dover elaborare dei nuovi appositi motori. Il team ha testato la soluzione su un taxi Skoda e ha effettivamente registrato una riduzione delle emissioni del 98%, dichiarando di poter raggiungere l’obiettivo di un motore diesel a – virtualmente zero emissioni -.

Tuttavia, il team di Loughborough crede che l’eliminazione del NOx sia solo l’inizio. “Il NOx è una sostanza con la quale non si deve scherzare”, ha detto Graham Hargrave, professore di diagnosi ottica e capo del team. “Ma è solo una parte del problema, dato che è influente solo in una minoranza di occasioni”.
“Una volta risolto il problema del NOx, potremo concentrarci nella limitazione delle emissioni di CO2, molto più importanti ovunque.”

About Paolo Colucci

Fondatore del primo forum BMW in Italia nel 2002 è da sempre appassionato del marchio bavarese di cui continua a coltivarne l'interesse e promuovendo eventi e raduni per la propria community

Vedi anche

Drift sulla neve per la BMW M4 e per l’Audi RS4 – VIDEO

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Solitamente, se volete divertirvi sulla neve ...

BMW, quanto ci manca un motore aspirato!

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Ogni artista che si rispetti possiede ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *