lunedì , 9 dicembre 2019
Home » BMW M » PRIMA MONDIALE: La BMW X5 M è qui!

PRIMA MONDIALE: La BMW X5 M è qui!

La BMW X5 M è finalmente tra noi!

È passato molto tempo. La nuova BMW X5  G05 è in vendita da circa un anno e, sin dal suo debutto, i fan hanno aspettato con impazienza l’arrivo della BMW X5 M. Ora, la vettura più grande mai realizzata dalla divisione M è finalmente arrivata ed è aggressiva e brutale, proprio come ce l’aspettavamo. Diamo il benvenuto all’ultima arrivata nella famiglia M: la BMW X5 M.

Forza bruta

Prima di parlare dell’aspetto, della tecnologia o degli interni della BMW X5 M, partiamo subito dalla parte interessante: la potenza. La nuova BMW X5 M punta tutto sulla forza bruta e il suo motore ne offre in abbondanza. Sotto il cofano della BMW X5 M c’è un motore V8 biturbo da 4,4 litri che eroga una potenza di 600 CV e una coppia di 700 Nm. Tuttavia, la BMW X5 M Competition ne eroga ben 625 CV. Questi numeri la rendono il prodotto M più potente di tutte, oltre che la BMW di produzione più potente della storia. In effetti, l’unico motore BMW ad avere più potenza di questo fu il V12 della McLaren F1, che di cavalli ne erogava ben 627 CV.

Secondo BMW, la versione “standard” può percorrere lo 0-100 in 3,9 secondi, mentre la BMW X5 M Competition ne impiega 3,8. Stiamo parlando di un SUV da 2 tonnellate reso più veloce di una BMW M3 F80 e ciò ha qualcosa di incredibile.

Abbinato a questo mostruoso motore V8 troviamo un cambio automatico a otto rapporti e la trazione integrale xDrive. Proprio come la X3 M, la BMW X5 M può sfruttare due modalità di trazione integrale; 4WD e 4WD Sport. Tuttavia, a differenza della BMW M5, la X5 M non possiede la modalità 2WD, in grado di disabilitare la trazione anteriore, ma data la natura di vettura familiare, grande e pesante della BMW X5, forse è meglio così. In ogni caso, sull’asse posteriore è presente un differenziale M attivo, che dovrebbe aiutare a mantenere l’asse posteriore sempre ben piantato in terra anche in curva.

Design e carrozzeria

Quando pensate alla BMW X5 M, difficilmente immaginerete delle linee spigolose e aggressive. Al contrario, probabilmente penserete a una vettura tutto sommato regolare, ma capace comunque di esprimere una certa sportività. La BMW X5 standard su cui si basa questa nuova X5 M è già stata apprezzata per il suo design, ma se aggiungete un paraurti anteriore più aggressivo, degli specchietti M style, uno spoiler sul tettuccio posteriore e gli scarichi quadrupli, avrete tra le mani un SUV davvero tosto.

All’interno non sono molte le modifiche che la differenziano dalla BMW X5 standard, se non alcuni particolari siglati “BMW M”. La differenza più visibile è sicuramente quella dettata dal cambio di sedili, presi in prestito direttamente dalla BMW M5. Anche la leva del cambio è la stessa presente sulla nuova BMW M8. Ovviamente, sono presenti inserti in fibra di carbonio e i due pulsanti rossi “M1” e “M2”, oltre alle impostazioni ROAD, SPORT e TRACK (quest’ultima solo sulla BMW X5 M Competition)

Non solo in linea retta

Per migliorare la maneggevolezza della BMW X5 M rispetto alla vettura standard, sia il telaio che le sospensioni sono state completamente riviste. Non stiamo parlando solo di qualche assestamento agli ammortizzatori, ma sono stati modificati i telai ausiliari, la campanatura, i supporti e la rigidità torsionale. Tutte queste modifiche rendono la BMW X5 M molto più abile in curva.

La nuova BMW X5 M presenta anche una nuova configurazione di sospensioni adattive appositamente creata. Queste sospensioni sono dotate di valvole elettromagnetiche per regolare la forza di smorzamento per ciascuna ruota, utilizzando diversi sensori e dati provenienti dalla strada. La capacità di smorzamento cambia in tempo reale (pochissimi millisecondi) a seconda delle condizioni dell’asfalto, del vostro stile di guida e delle vostre preferenze.

Oltre alle nuove sospensioni, la BMW X5 M ottiene il nuovo sterzo variabile M Servotronic, progettato per essere più sportivo e preciso rispetto a quanto fatto sulla vettura standard. Il rapporto di sterzo è variabile in base all’angolo di sterzata, così come è variabile anche il peso dello sterzo in base alla velocità, per aiutarvi in fase di parcheggio e farvi rimanere più stabili in autostrada.

L’impianto frenante di questo mega-SUV è costituito da enormi dischi da 395 millimetri con pinze a sei pistoncini nella parte anteriore e dischi da 380 millimetri con rotori a pistone singolo nella parte posteriore. Insomma, stiamo parlando di un sistema davvero massiccio, più che adeguato alla mole della vettura.

Nonostante la brutalità ottenuta grazie alla divisione M, la BMW X5 M è ancora una vera BMW X5. Stiamo parlando quindi di un SUV lussuoso e pratico come la vettura standard. i sedili posteriori sono spaziosi per chiunque, il bagagliaio è capiente e in generale la vettura è tecnologicamente avanzata. Ad esempio, sono presenti i portabicchieri riscaldati e raffreddati (fatecelo dire, sono una figata!), l’audio surround Bowers & Wilkins e i fari laser sono tutti disponibili, anche se come optional. Al contrario, il quadro strumenti digitale personalizzato dalla divisione M è incluso.

La nuova BMW X5 M è un SUV incredibilmente potente e molto più agile di quanto si possa immaginare per una vettura di tale mole. Il suo potere mostruoso, specialmente nella versione Competition, le nuove sospensioni e il look più aggressivo rendono questa BMW X5 M il SUV più emozionante della terra (al pari, forse, della BMW X6 M).

La BMW X5 M farà il suo esordio al salone di Los Angeles a novembre, quindi la nostra prima occasione per darle un’occhiata sarà al salone di Ginevra. La nuova BMW X5 M, la nuova BMW X6 M e i modelli Competition saranno lanciati ad aprile 2020.

Ovviamente, aspettatevi dei prezzi di listino ben sopra la soglia dei €100.000, in particolare parliamo di circa €110.000 per le versioni “M” e di circa €120.000 per le versioni “Competition”.

About Luca Corsini

Entrato nello staff di BMWPassion a settembre 2017, possiedo una forte passione per le auto ma anche per la tecnologia in generale, cosa che mi consente di seguire l'evoluzione del mercato automobilistico con estremo interesse. Ogni muletto avvistato fa scalpitare il cuore e ogni test drive fa tremare le gambe come se fosse il primo, ma la razionalità che mi caratterizza mi consente di analizzare ogni auto nei suoi minimi dettagli.

Vedi anche

BMW i8 LimeLight Edition – il capolavoro firmato BMW Italia e Alcantara

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Un’edizione speciale di una vettura di ...

BMW M340i First Edition – largo alle personalizzazioni

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Come succede per ogni nuovo modello, ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *