domenica , 22 aprile 2018
Home » BMW NEWS » MINI John Cooper Works Challenge Edition: pronto corsa

MINI John Cooper Works Challenge Edition: pronto corsa

MINI John Cooper Works Challenge Edition 2016

MINI John Cooper Works Challenge Edition: è la versione celebrativa per omaggiare il rientro ufficiale nel Campionato Monomarca. Solo 35 esemplari numerati!

MINI John Cooper Works Challenge Edition: è la versione celebrativa per omaggiare il rientro ufficiale nel Campionato Monomarca. Solo 35 esemplari numerati!

La MINI John Cooper Works è la MINI più potente di sempre, capace di trasmettere anche su strada i brividi della pista. Con i suoi 231 CV e 320 Nm di coppia raggiunge i 100 km/h da ferma in soli 6,1 secondi grazie al cambio automatico sportivo e si spinge fino a 246 km/h di velocità massima. Grazie al potente impianto frenante Brembo dedicato e all’assetto racing, il controllo e le emozioni di guida sono assicurate. Inoltre l’eccellente rapporto peso/potenza di 5,5 kg/CV posiziona la MINI John Cooper Works al vertice della sua categoria.

La personalizzazione MINI John Cooper Works Challenge Edition esalta ancora di più le caratteristiche iconiche del mondo John Cooper Works con look estetico ad hoc: la colorazione esterna Rebel Green con tetto rosso a contrasto, la calandra anteriore black e le cornici decorative per i gruppi ottici anteriori e posteriori di colore nero lucido enfatizzano il design fortemente espressivo, la silhouette dallo slancio dinamico e la lavorazione muscolosa delle superfici.

Dettagli sportivi in rosso delineano i paraurti anteriori e posteriori per rendere subito riconoscibile questa versione speciale, sul tetto la classica Union Jack è stata ripensata in una tonalità rosso su rosso in negativo, mentre il numero progressivo bianco in doppia cifra con cornice nera sulla portiera lato guidatore, rende ogni vettura veramente unica!

Il look sportivo è completato dalla presa d’aria del cofano in carbonio JCW Pro, dal sistema di scarico e dai terminali in carbonio e dallo spoiler paraurti anteriore con Black Band anteriori stampate a iniezione che esaltano l’aspetto energico della parte frontale della vettura e ottimizzano l’aerodinamicità, mentre il diffusore posteriore è realizzato in poliuretano e, con il suo design, esprime ulteriormente la dinamicità delle corse automobilistiche.

Gli interni sono in Pelle Dinamica Black/Red con sedili sportivi John Cooper Works e l’attenzione del dettaglio è minuziosa, come si può notare dalla targhetta in alluminio spazzolato posizionata sulla plancia lato passeggero che riporta la numerazione della serie limitata (numeri da 01/37 a 37/37, saltando i numeri 13/37 e 17/37) e la Union Jack in rilievo in color Chili Red.

Le personalizzazioni tecniche della MINI John Cooper Works Challenge Edition, infine, prevedono il sistema di scarico con valvola a farfalla John Cooper Works Pro con comando Bluetooth 4.0 che enfatizza il carattere sportivo della vettura dal punto di vista acustico con le modalità Sport e Track. La modalità Sport è omologata per l’uso illimitato sulle strade pubbliche, mentre la regolazione Track è stata pensata per l’impiego sui circuiti automobilistici e garantisce forti emozioni con il massimo sound per un’esperienza di guida estremamente intensa.

La serie limitata MINI John Cooper Works Challenge Edition è nelle Concessionarie MINI a partire dalla seconda metà del mese di maggio. La vettura “numero 00” rimarrà, invece, di proprietà di MINI Italia.

Cartella stampa completa

About Michele Picariello

Ingegnere Meccanico con la passione per la scrittura. Si dedica da tempo alla ricerca di informazioni tecniche e commerciali per il mondo BMW e le realtà ad esso connesse.

Vedi anche

Tuning: una BMW M4 da 702 cv e cerchi rossi!

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Questa BMW M4 2016 colore Alpine ...

La Mercedes studia una rivale della BMW X2

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn La BMW X2 è probabilmente l’auto ...

Un commento

  1. Una versione challenge alta come un suv ? Piu’ che effetto suolo direi effetto aereo in decollo 😉 Baricentro alto, troppa aria sotto al telaio con effetto decollo invece di deportanza, per esser una versione numerata limitata mi sarei aspettato anche un motore piu’ potente. Direi piu’ stradale da aperitivo che da pista a mio avviso, la 500 abarth da pista e’ stata curata decisamente meglio dal punto di vista corsaiolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *