mercoledì , 13 novembre 2019
Home » Attualità » “I veicoli elettrici non hanno mercato in Europa” – ecco le parole del capo della R&D di BMW

“I veicoli elettrici non hanno mercato in Europa” – ecco le parole del capo della R&D di BMW

Nel corso di una conferenza qualche giorno fa con alcuni giornalisti, il responsabile della ricerca e sviluppo di BMW Klaus Frohlich ha lanciato una bomba riguardante il mercato europeo. Recentemente, la lobby europea per i trasporti e l’ambiente ha accusato le case automobilistiche europee di rifiutare volontariamente la vendita di massa di veicoli elettrici a favore di veicoli a motore termico più redditizi. Quest’accusa ha scaldato l’animo di Frohlich, che ha affermato davanti ai giornalisti dicendo che BMW “potrebbe inondare l’Europa e mettere in vendita un milione di automobili elettriche, ma gli europei non le comprerebbero”.

Secondo Frohlich, “Quello che loro [Ambiente e trasporto] ignorano è che il cliente europeo non è disposto a correre il rischio di comprare un veicolo elettrico perché le infrastrutture necessarie non sono presenti nel territorio in quantità convincente.” Frohlich afferma anche che BMW ha provato a vendere veicoli elettrici al mercato europeo in passato, ma i clienti semplicemente non li vogliono. “I clienti in Europa non acquistano veicoli elettrici. Abbiamo spinto queste auto sul mercato e attualmente non sono così ricercate come potrebbe sembrare“, ha detto.

A Monaco di Baviera è più costosa la gestione di un veicolo elettrico che quella di un diesel a quattro cilindri, a causa del costo ridotto del gasolio rispetto al costo dell’elettricità. Ecco perché BMW vuole andare avanti sulla strada dei veicoli ibridi plug-in, piuttosto che con veicoli elettrici puri. Con le auto plug-in, i clienti possono ancora utilizzare la stessa infrastruttura presente sul territorio da decenni, ma possono ottenere anche i benefici di un veicolo elettrico all’interno dei centri urbani. Insomma, si tratta di uno scenario win/win per i clienti europei che vogliono passare a un veicolo più efficiente, ma non possono permettersi di passare al full-electric.

Frohlich ha anche parlato dell’autonomia e di come questa sia la causa principale del prezzo elevato dei veicoli elettrici. Con le auto tradizionali, le prestazioni sono la più grande differenza tra auto costose e poco costose. Con i veicoli elettrici, questa differenza è data dall’autonomia più che dai cavalli. ” La differenza tra un veicolo con 350 km di autonomia e 600 km di autonomia supera anche i 10.000 euro. Ovviamente, pochissima gente è disposta a investire così tanto per ottenere dei km in più di autonomia e poco altro.”

È probabile che gli altri concorrenti europei di BMW si trovino nella stessa situazione. Questo è il motivo per cui stiamo solo iniziando a vedere i primi sviluppi in questo campo dei principali brand europei, come successo per Audi e per Jaguar. Quindi, nonostante la crescente richiesta di veicoli elettrici e il quasi costante confronto con brand come Tesla, questa conferenza stampa è servita a mostrare come le compagnie automobilistiche europee non siano così sprovvedute come la gente crede. Frohlich non ha mai avuto paura di esprimere la sua opinione, riprendendo i giornalisti per le loro critiche alla Serie 3 F30, e sicuramente non ha avuto peli sulla lingua nemmeno sul discorso dei veicoli elettrici.

About Luca Corsini

Entrato nello staff di BMWPassion a settembre 2017, possiedo una forte passione per le auto ma anche per la tecnologia in generale, cosa che mi consente di seguire l'evoluzione del mercato automobilistico con estremo interesse. Ogni muletto avvistato fa scalpitare il cuore e ogni test drive fa tremare le gambe come se fosse il primo, ma la razionalità che mi caratterizza mi consente di analizzare ogni auto nei suoi minimi dettagli.

Vedi anche

Eccoci, finalmente, al test drive della nuova BMW M135i xDrive!

TEST DRIVE: BMW M135i xDrive – datele un’occasione

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Da quando BMW ha reso noto ...

BMW M2 CS – La più agile, la più pura

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn C’è stato un tempo in cui ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *