venerdì , 17 agosto 2018
Home » BMW i » Fibra di carbonio: un materiale superato?

Fibra di carbonio: un materiale superato?

Quando BMW ha lanciato le BMW i3 e i8 nel 2013, i due progetti non sono stati considerati solo i più avanzati di tutta la gamma BMW, ma anche di tutto il mondo automobilistico. La prima BMW elettrica e anche la prima vettura sportiva ibrida di Monaco hanno sfruttato le conoscenze di BMW per poter utilizzare la fibra di carbonio su scala molto più ampia rispetto al solito. Queste due auto sono tutt’ora innovative per quanto riguarda la sostenibilità dei processi di produzione e dei materiali utilizzati, vincendo diversi premi nel corso degli anni.
Ma tutto ciò potrebbe presto diventare presto un ricordo. Sappiamo già che la i3 è la prima e ultima auto del suo genere e molto probabilmente non esisterà un successore. Il progetto i8 è ancora in fase di studio e di fattibilità del mercato, ma probabilmente esisterà una seconda generazione della supercar ibrida bavarese, che potrebbe addirittura diventare totalmente elettrica per l’occasione. Si vocifera anche che l’architettura in fibra di carbonio sarà lasciata da parte, dato che BMW si sta muovendo verso la sua architettura di Quinta Generazione – che potremo comprendere meglio quest’autunno grazie al concept della iNEXT -.

Secondo Car and Driver, BMW è orgogliosa dei risultati raggiunti nella produzione di questa monoscocca in fibra di carbonio, ma in futuro non sarà più necessaria una ricerca così meticolosa di una riduzione di peso della carrozzeria. Naturalmente, le future BMW continueranno ad utilizzare qualche componente in fibra di carbonio, come sull’attuale Serie 7, ma in modo più limitato.

“Al momento dell’uscita della BMW i3, la capacità delle batterie era ancora piuttosto limitata e per questo abbiamo cercato di rimuovere ogni chilogrammo dall’auto per ridurre la quantità di energia di cui avevamo bisogno” ha detto di recente il responsabile della divisione BMW i, Robert Irlinger. “Ma, con il miglioramento della capacità delle batterie, non è necessario ridurre il peso della vettura di grammo in grammo. Proprio per questo, il nostro nuovo obiettivo è creare una vettura perfettamente bilanciata. La fibra di carbonio è ancora un materiale estremamente importante per la sicurezza dei passeggeri, ad esempio, ma è necessario utilizzarla solo in determinati ambiti e in determinate aree.”

I maggiori volumi di produzione sono un altro motivo per abbandonare la fibra di carbonio (le vendite della BMW i3 sono state di 31.482 unità nel corso del 2017). La iNext sarà costruita nello stabilimento di Dingolfing, in Germania, sulla stessa linea di produzione dei modelli convenzionali del marchio e con lo stesso tempo di ciclo di 60 secondi tra le diverse stazioni di lavoro. Questo risultato sarebbe impossibile utilizzando della fibra di carbonio, che necessità di tempi di lavorazione molto maggiori.

“La i3 e la i8 saranno veicoli unici”, ha confermato Oliver Zipse, membro del consiglio di amministrazione della BMW, ai giornalisti di Car and Driver. “Magari in futuro qualcuno penserà di produrre un’auto ibrida superleggera e supercostosa che necessita della fibra di carbonio, ma per ora un progetto simile è fuori discussione. Inoltre, se un’auto supera le 10.000 unità vendute, c’è per forza di cose il bisogno di spostare l’assemblaggio su una catena di montaggio.”

Insomma, se volete possedere un pezzo di storia di BMW che testimonia una grande maestria nella manipolazione della fibra di carbonio, le BMW i3 e i8 potrebbero essere la vostra ultima occasione. Una nuova BMW i3 con batteria da 120Ah è prevista per il 2019, quindi ipotizziamo che la produzione non verrà interrotta ancora per un po’ di tempo.

About Paolo Colucci

Fondatore del primo forum BMW in Italia nel 2002 è da sempre appassionato del marchio bavarese di cui continua a coltivarne l'interesse e promuovendo eventi e raduni per la propria community

Vedi anche

Rinnovato il marchio BMW i7

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn La scorsa settimana, BMW ha rinnovato ...

VIDEO: Carfection prova la BMW i8 Roadster

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Sin da quando l’abbiamo vista, abbiamo ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *