venerdì , 16 novembre 2018
Home » BMW X3 » BMW X3 2018: evoluzione e differenze con il precedente modello

BMW X3 2018: evoluzione e differenze con il precedente modello

 

Sono passati ormai diversi anni dal lancio della seconda generazione della BMW X3 F25. Era il 2011. Non tantissimo, ma se confrontata con la BMW X3 G01 my 2018 dà l’impressione di essere due generazioni più vecchia.

Anche perchè in  questi ultimi tempi la X3 aveva subito l’arrivo di diverse concorrenti di nuova generazione come la Mercedes-Benz GLC-Class e la tecnologica Audi Q5. Quindi BMW aveva un disperato bisogno di aggiornare il proprio SUV di medie dimensioni. Ed ora è finalmente tra noi la nuova G01 BMW X3.

La X3 è totalmente nuova mostrando un design moderno e innovativo, interni completamenti ridisegnati, un nuovo telaio, nuovi motori e tecnologie avanzatissime. Forse uno dei modelli più innovativi in casa BMW degli ultimi tempi pronta a sorprendere i fortunati acquirenti.


Della BMW Serie 5 ultima nata, si poteva lamentare il fatto forse di non aver fatto un grande passo avanti in materia di design rispetto alla precedente versione, mentre non è assolutamente il caso della X3 che dimostra subito un netto taglio con il passato dimostrando di essere un’auto completamente nuova non solo nei contenuti.

Grazie ad una serie di immagini comparative possiamo vedere nei dettagli le differenze tra il nuovo e vecchio modello.

Il frontale ad esempio è più massiccio e la calandra è sporgente verso l’esterno.

Il parabrezza è fonoassorbente per un maggior comfort nell’abitacolo, mentre i fari dalle linee tese lasciano trasparire all’interno il nuovo specifico design e le innovative luci a LED.

All’interno del doppio rene sono inseriti gli Active Air Flap Control, delle alette che regolano il flusso dell’aria all’interno del motore.

Innovative anche le luci fendinebbia a LED innestate nelle prese d’aria laterali del paraurti anteriore.

Ed infine, al centro del paraurti possiamo notare il sensore radar del Driving Assistance Plus (optional) che permette di usufruire della guida semiautonoma.

Si può notare un piccolo dettaglio rispetto al precedente modello e cioè il fatto che il gruppo ottico non è più attaccato alla griglia, ma è separato da un pezzo di carrozzeria. Sembra poca cosa, ma è uno dei dettagli del nuovo corso di BMW in fatto di design.

Anche al posteriore si nota un netto distacco con lo stile del passato con gruppi ottici all’avanguardia sia nello stile che nell’uso della tecnologia a LED per una illuminazione ancora più brillante e addirittura ad effetto 3d. La forma è allungata e schiacciata per dare ancora più slancio alla vettura.

Il portellone è ad apertura automatica mentre andando più in basso notiamo il doppio scarico quadrato per tutte le versioni. Per la versione BMW X3 M40i sarà previsto uno specifico scarico sportivo.

Gli interni della BMW X3 seguono la tradizione con il cruscotto orientato verso il conducente con i comandi disposti in maniera ergonomica e precisa. Possiamo notare come la plancia abbia una specifica forma esagonale davvero avvenieristica sormontata da un enorme display LCD touchscreen. Le finiture, l’assemblaggio e la qualità dei materiali sono di primissimo ordine, ma senza rinunciare anche all’utilità ed infatti non mancano diversi vani e spazi dove riporre gli oggetti. Devo dire che gli interni ci piacciono davvero tanto!

La nuova BMW X3 anche in versione base si presenta con una serie di nuove funzionalità e caratteristiche che non erano offerte dal modello precedente. Queste includono il climatizzatore automatico trizona che aggiunge la regolazione della temperatura separata anche ai sedili posteriori.

Lo schienale del sedile posteriore è diviso in 3 parti con le seguenti proporzioni 40:20:40 e ciò permette di avere una grande versatilità del portabagagli rendendolo modulare.

Nuovi disponibili optional comprendono i sedili anteriori ventilati per guidatore e passeggero che aumentano ancora di più il comfort nelle giornate estive. I passeggeri possono  ottenere un senso di maggior spazio grazie al grande tetto elettrico panoramico in cristallo.

Vediamo invece cosa si nasconde sotto la carrozzeria: la BMW X3 G01 è costruita su una nuova piattaforma modulare che permette alla vettura di essere molto più leggera, ma allo stesso tempo più rigida mantenendo il rapporto tra l’asse anteriore e posteriore del 50 e 50.

La trazione integrale xDrive ha una gestione ancora più intelligente e permetterà di affrontare agevolmente e in massima sicurezza anche le situazioni più impegnative.

Nonostante a livello di sospensioni la X3 userà ancora il doppio snodo sull’asse anteriore e i cinque bracci all’asse posteriore BMW dichiara che la nuova X3 sarà ancora più dinamica e divertente da guidare. Ciò grazie ad un migliore telaio e allo sterzo, oltre all’utilizzo di bracci oscillanti in alluminio e barre stabilizzatrici più leggere e ancora ottimizzando la guida della ruota anteriore che permette di ridurre le masse non sospese.

Il perfezionamento del cinematismo degli assi e il servosterzo elettromeccanico con funzione servotronic provvedono a migliorare la dinamica di guida, la guida in rettilineo e il feeling al volante.

Forse l’unica critica che si poteva fare al modello precedente era il suo sterzo che risultava poco reattivo e non in grado di trasmettere al meglio la strada, mentre il nuovo sterzo BMW va molto meglio ricalcando il percorso già tracciato dalla nuova Serie 5 G30.

Il tipico comando Driving Dynamics Control è presente anche sulla X3, così come il nuovo Adaptive Mode che aveva debuttato sulla BMW Serie 7 e permette alla vettura di adattarsi allo stile di guida del conducente.

Per quanto riguarda le motorizzazioni sicuramente la versione più eccitante è la BMW X3 M40i. Sotto il suo cofano si nascondo una variante del B58 3.0cc Turbo a 6 cilindri in linea simile a quello che troviamo nella BMW M240i, solo che la X3 avrà 265kW/360cv circa 20cv in più. Il cambio utilizzato è un automatico ZF da 8 rapporti e un sistema xDrive per il controllo della trazione adattato alle maggiori prestazioni.

Le sospensioni saranno più rigide rispetto agli altri modelli per conferire un assetto più sportivo mentre i freni saranno anch’essi firmati M Sport. Non ci aspettiamo una M3, ma sicuramente questo SUV potrà dare filo da torcere a parecchie berline. Stando a quanto dichiarato da BMW la M40i può passare da 0 a 100km/h in 4,8 secondi.

Per quanto riguarda le versioni più “borghesi” avremo due motorizzazioni benzina e due a diesel.

La BMW X3 xDrive 30i a benzina eroga 185km/252cv (consumo di carburante nel ciclo combinato: 7,4 l/100 km; emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 168 g/km). La coppia massima di 350 Nm è
disponibile tra i 1 450 e i 4 800 g/min. la nuova BMW X3 xDrive30i accelera da 0 a 100 km/h in 6,3 secondi e raggiunge una velocità massima di 240 km/h.

Le BMW X3 xDrive20i e BMW X3 sDrive20i avranno un motore quattro cilindri a benzina da 2000 cc che eroga 135 kW/184 CV (consumo di carburante nel ciclo combinato: 7,4 – 7,2 l/100 km, emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 169 – 165 g/km) e
trasmette la propria coppa massima di 290 Nm (motore precedente: 270 Nm) all’albero a gomito tra 1 350 e 4 600 g/min.

La nuova BMW X3 xDrive 20i impiega solo 8,3 secondi  per l’accelerazione da 0 a 100 km/h la velocità massima è di 215 km/h.

BMW X3 xDrive30d: il sei cilindri in linea diesel da 3000 cc della nuova BMW X3 xDrive30d eroga una potenza massima di 195 kW/265 CV (consumo di carburante nel ciclo combinato: 6,0 – 5,7 l/100 km; emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 158 – 149 g/km; modello precedente: 190 kW/258 CV). A livello di coppia il
motore a scoppio ha aggiunto 80 Nm e mette a disposizione fino a 620 Nm nell’arco di regime tra 2 000 e 2 500 g/min. La nuova BMW X3 xDrive30d accelera così da 0 a 100 km/h in 5,8 secondi e marca una velocità massima di 240 km/h. Il consumo di carburante nel ciclo combinato è di 5,7 litri per 100 chilometri.

BMW X3 xDrive20d: il motore diesel della nuova BMW X3 xDrive20d eroga una potenza di 140 kW/190 CV (consumo di carburante nel ciclo combinato: 5,4 – 5,0 l/100 km; emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 142 – 132 g/km) e una coppia massima di 400 Nm, richiamabile tra i 1750 e i 2500 g/min; gli altri valori sono invariati. La BMW xDrive20d accelera da 0 a 100 km/h in 8,0 secondi e raggiunge la velocità massima di 213 km/h.

Per quanto riguarda le doti stradali anche se la maggior parte dei proprietari non porteranno mai al di fuori di una lingua di asfalto la propria X3, BMW dichiara che la vettura è stata orientata anche a condizioni più estreme come terreni sterrati. Ad esempio ha un altezza maggiore da terra e di pochi centimetri più bassa di una Jeep Grand Cherokee. Anche gli angoli d’attacco sono maggiori e permettono di superare ostacoli e grosse pendenze.

Sicuramente non stiamo dicendo che la X3 sia una fuoristradista pura, ma sicuramente non vi deluderà se doveste decidere di affrontare strade innevate o percorsi sterrati.

Sicuramente conducente e passeggeri sarà più facile che si diletteranno a sfruttare le avanzate tecnologie all’interno dell’abitacolo come l’ iDrive di ultima generazione ripreso dalle BMW Serie 5 che permette di comandare l’infotainment con la tradizionale manopola rotonda, oltre al touchscreen e addirittura il Gesture Control che permetterà di controllare radio ed altre opzioni con il gesto delle mani.

Insomma un’auto che sarà in grado di soddisfare sia gli amanti della guida sia quelli della tecnologia. Per questo abbiamo grandi aspettative da questa vettura che è veramente un grande passo avanti rispetto al passato.

La BMW X3 sarà disponibile nelle concessionarie dopo l’estate.

 

 

 

 

About Paolo Colucci

Fondatore del primo forum BMW in Italia nel 2002 è da sempre appassionato del marchio bavarese di cui continua a coltivarne l'interesse e promuovendo eventi e raduni per la propria community

Vedi anche

La BMW iX3 elettrica verrà costruita in Cina a partire dal 2020

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Ieri BMW ha svelato il suo ...

Rendering della prossima BMW X3 M F97 2019

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Nel 2019, BMW M introdurrà la ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *