mercoledì , 13 novembre 2019
Home » BMW NEWS » BMW VBX6 Vantablack – Il Nero più Nero del Mondo

BMW VBX6 Vantablack – Il Nero più Nero del Mondo

A Francoforte esordirà anche la BMW VBX6 Vantablack

Al Salone di Francoforte, BMW presenterà un modello speciale basato sulla nuova BMW X6: la BMW VBX6 Vantablack. Questa esclusiva auto da esposizione è il risultato di una collaborazione tra BMW e Surrey NanoSystems, gli inventori della tecnologia Vantablack.

BMW afferma che la X6 è il primo e unico veicolo al mondo ad avere una vernice Vantablack VBx2. “In passato abbiamo rifiutato numerose richieste da vari produttori di automobili”, spiega Ben Jensen, fondatore e CTO di Surrey NanoSystems.

“Ci è voluta la BMW X6 e il suo design unico ed espressivo per farci decidere di mettere alla prova questa fantastica vernice.”

La società afferma che l’occhio umano percepisce Vantablack come bidimensionale. Una superficie rivestita in Vantablack perde le sue caratteristiche distintive per l’occhio umano e gli oggetti appariranno sorprendentemente bidimensionali. Questo farà sembrare al cervello di fissare un buco o addirittura il vuoto, rendendo Vantablack una finitura della vernice ovviamente poco adatta per una vera vettura, poiché cancella praticamente tutti i dettagli di design e qualsiasi gioco di luci e ombre.

Tuttavia è ovvio che una vernice del genere faccia la sua porca figura ed ecco perché la BMW X6 è stata rivestita nella variante VBx2 inizialmente sviluppata per essere utilizzata in campo architettonico e scientifico. Questo rivestimento può essere spruzzato e ha una riflettanza emisferica totale pari all’uno per cento (THR), il che significa che è una delle pochissime verenici al mondo a poter essere considerata “supernera”.

Pertanto, i materiali dipinti con la vernice Vantablack sembreranno perdere il loro aspetto tridimensionale.

La vernice Vantablack è anche chiamata “nero più nero” ed è stato sviluppato anche per applicazioni aerospaziali. Il nome Vantablack è già diventato sinonimo di un’intera gamma di vernici estremamente nere come la VBx2. Il nome è un acronimo della tecnologia che consente a questo nero di essere così… nero. La sigla sta per Vertically Aligned Nano Tube Array, una matrice fatta di carbonio.

Ognuno di questi nanotubi di carbonio ha una lunghezza da 14 a 50 micrometri, con un diametro di 20 nanometri, rendendolo circa 5.000 volte più sottile di un capello umano. Di conseguenza, in un centimetro quadrato di vernice Vantablack troviamo ben un miliardo di nanotubi. Ogni fonte di luce che colpisce questa superficie viene quasi completamente assorbita e viene successivamente convertita efficacemente in calore. Date un’occhiata al video pubblicato su youtube dai colleghi di BMWBLOG:

Questa tecnologia è stata inizialmente sviluppata per il rivestimento di componenti spaziali. Poiché Vantablack può essere applicato a temperature fino a 430 gradi Celsius, è adatto per materiali delicati come l’alluminio e i componenti ottici rivestiti in Vantablack consentono l’osservazione di stelle deboli e galassie distanti che rendono difficile la rilevazione della luce diffusa dal sole. La prima generazione di Vantablack introdotta da Surrey NanoSystems nel 2014 era in grado di assorbire fino al 99,965 per cento della luce, eliminando quasi completamente la riflessione e la diffusione della luce.

About Luca Corsini

Entrato nello staff di BMWPassion a settembre 2017, possiedo una forte passione per le auto ma anche per la tecnologia in generale, cosa che mi consente di seguire l'evoluzione del mercato automobilistico con estremo interesse. Ogni muletto avvistato fa scalpitare il cuore e ogni test drive fa tremare le gambe come se fosse il primo, ma la razionalità che mi caratterizza mi consente di analizzare ogni auto nei suoi minimi dettagli.

Vedi anche

Eccoci, finalmente, al test drive della nuova BMW M135i xDrive!

TEST DRIVE: BMW M135i xDrive – datele un’occasione

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Da quando BMW ha reso noto ...

BMW M2 CS – La più agile, la più pura

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn C’è stato un tempo in cui ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *