Home » BMW NEWS » BMW taglierà 5.000 posti di lavoro a causa dell’emergenza Coronavirus

BMW taglierà 5.000 posti di lavoro a causa dell’emergenza Coronavirus

Anche se BMW ha lanciato una serie di nuovi modelli la scorsa settimana, anche la società bavarese è stata colpita dalla crisi dovuta al Coronavirus. Secondo un nuovo report di Automotive News Europe, i dirigenti di Monaco hanno deciso di tagliare diversi posti di lavoro, al fine di ridurre i costi vivi.

Apparentemente, BMW sta pianificando di liberare 5.000 posti di lavoro e probabilmente non sarà un compito facile, in quanto vari accordi sindacali potrebbero ostacolare il processo.

Presumibilmente, la notizia è stata diffusa grazie a un messaggio aziendale interno del direttore finanziario del BMW Group, Nicolas Peter, che è stato poi divulgato dalla stampa. Qualcuno inizialmente ipotizzava che si trattasse di un falso, ma successivamente BMW ha confermato l’autenticità della comunicazione.

Sono state messe in atto diverse misure per ridurre l’orario di lavoro e modificare il collocamento dei lavoratori tramite l’utilizzo delle aspettative e della “cassa integrazione”, ma secondo il CFO, non sarà sufficiente.

Per snellire il personale, la società offrirà pacchetti di pensionamento anticipato per coloro che sono disposti ad accettarli immediatamente. BMW è abituata a vedere migliaia di persone l’anno abbandonare l’azienda, quindi la liquidazione dei trattamenti di fine rapporto è garantita senza alcun tipo di problema.

Tuttavia, l’attuale recessione economica ha reso le persone molto meno disposte a lasciare il proprio posto di lavoro e ad avventurarsi nell’ignoto. Pertanto, diversi lavoratori avranno bisogno di ulteriori vantaggi per essere convinti a lasciare l’azienda prima del tempo.

Un duro colpo che non solo BMW sta subendo, ma molti altri produttori di automobili, come ad esempio Renault e Nissan. La società ha visto diminuire le sue vendite ai minimi storici a causa del lockdown, con i rivenditori che hanno chiuso le porte nei principali mercati mondiali per tutto il mese di aprile. La fiacca debole domanda che si prevede nei prossimi mesi potrebbe rendere la ripresa più ardua e graduale del previsto.

BMW ha già annunciato che gli obiettivi di mercato sono stati ridimensionati radicalmente e che anche le vendite del Q2 saranno deludenti.

About BMWPassion

Vedi anche

Alex Zanardi – Esito positivo per la ricostruzione facciale

Il mese scorso, durante una gara di handbike, l’ambasciatore del brand BMW Alex Zanardi è ...

BMW Serie 1 F40 – AC Schnitzer colpisce ancora

AC Schnitzer ha deciso di mettere mano alla nuova BMW Serie 1 F40, in modo ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *