Home » BMW M » BMW M2: in autunno la fine della corsa

BMW M2: in autunno la fine della corsa

Se volete diventare proprietari di una nuova BMW M2 e vivete in Europa, la clessidra sta per esaurirsi. La produzione della vettura compatta della divisione M che ha ammaliato tutto il mondo finirà nell’autunno 2020 – per quanto riguarda il mercato europeo. La fine del ciclo di produzione non coinvolgerà soltanto la BMW M2 classica, bensì tutta la gamma M2, Competition e CS incluse. I clienti degli altri mercati globali potranno continuare a ordinarla senza problemi.
Presumibilmente, la ragione della fine anticipata della produzione della M2 è strettamente correlata alle norme anti-inquinamento sancite dall’Unione Europea sempre più rigorose e ai severi requisiti per le emissioni di CO2 delle vetture appena immatricolate. La BMW M760i con il suo motore V12 (l’unico superstite in tutta la gamma BMW) è un’altra “vittima” di queste nuove norme sulle emissioni.
Dopo che la produzione dell’attuale BMW M4 Coupé e Cabrio è stata recentemente interrotta in Europa, come previsto, la BMW M2 Competition è l’ultimo modello in commercio a utilizzare il motore S55 da 3,0 litri TwinTurbo. Ormai non ha più economicamente senso continuare a ritoccare un’unità ormai datata in modo da renderla conforme alle emissioni.
Ciò ovviamente dispiacerà a tutti – davvero tutti – gli appassionati del brand bavarese, ma questa è anche un’occasione per accaparrarsi una M2 nuova fiammante dotata di questo eccellente motore prima che sia troppo tardi. La BMW M2 è entrata nel cuore di tutti dal 2016 ed è considerata da molti la vettura più divertente sviluppata dalla divisione M di tutta la scorsa decade. Avendola guidata personalmente, non posso che confermare l’incredibile valore di questo piccolo gioiello.
Alla fine, la BMW M2 condivide una semplice ricetta per il successo con la precedente Serie 1M. Entrambe le vetture avevano un unico obiettivo in mente: essere la vera “Ultimate Driving Machine” grazie a una carrozzeria compatta, una considerevole (seppur non stellare) potenza, una grandiosa agilità e un cambio manuale. La prima BMW M2 possedeva 370 CV, ma è grazie alla BMW M2 Competition e ai suoi 410 CV che quest’auto è diventata così popolare..
Gli Stati Uniti sono il mercato principale per la BMW M2, quindi i bavaresi non dovrebbero soffrire più di tanto questa decisione. Ovviamente, BMW sta già lavorando sulla prossima BMW M2, che dovrebbe arrivare nel 2022. Probabilmente la prossima M2 userà l’apprezzatissimo motore S58, ma per ora si tratta di pure speculazione.

About BMWPassion

Vedi anche

BMW M3-M4 – L’esordio si avvicina

Ci siamo quasi, il giorno dell’unveal delle BMW M3 e M4 è sempre più vicino. ...

BMW 128ti – Prime foto della nuova Serie 1 “quasi sportiva”

La famiglia della nuova BMW Serie 1 si prepara a dare il benvenuto a una ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *