lunedì , 10 dicembre 2018
Home » BMW i » BMW i3: DriveNow a pieno regime

BMW i3: DriveNow a pieno regime

bmw i3

BMW i3: arriva a pieno titolo nella flotta sostenibile grazie al progetto DriveNow nelle città di Berlino, Amburgo, Monaco e Londra.

 

BMW i3: la nuova frontiera del car sharing elettrico rappresenta un importante pilastro della sforzi del Gruppo BMW per contribuire a creare un modello sostenibile per la mobilità urbana, ridurre i volumi di traffico e migliorare la qualità della vita nelle città. Al fine di portare questo obiettivo a portata di mano grazie alla partnership con le città, il BMW Group ha istituito un Centro di Competenza della Mobilità Urbana nei primi mesi del 2015.

Il gruppo di esperti si è riunito e stanno lavorando con le città e le parti interessate per sviluppare concept sostenibili per il futuro della mobilità nelle aree urbane. Oggi questa conferenza stampa segna l’inizio ufficiale delle operazioni presso il Centro di Competenza BMW.

Allo stesso tempo, 100 BMW i3 sono ora disponibili per il noleggio DriveNow sharing per i clienti a Berlino, Amburgo e Monaco di Baviera. A Londra la BMW i3 è già stata aggiunta alla flotta DriveNow nel mese di maggio, e in altre città in Germania e in Europa presto seguiranno l’esempio.

DriveNow ha aggiunto più di 470.000 clienti in tutto il mondo nel corso degli ultimi quattro anni, di cui 430.000 in Germania (120.000 a Berlino). Dal 2013, DriveNow ha utilizzato 60 veicoli elettrici BMW ActiveE a Monaco di Baviera e Berlino, nell’ambito dei progetti di ricerca e WiMobil EPLAN. Si sono esibiti straordinariamente bene nell’uso giorno per giorno ed ora saranno sostituiti da 40 BMW i3 a Berlino,  30 BMW i3 ad Amburgo e 30 BMW i3 a Monaco di Baviera.
“I nostri clienti hanno apprezzato, usandole, le vetture BMW ActiveE tanto quanto i veicoli convenzionali nella nostra flotta”, dice Nico Gabriel, amministratore delegato di DriveNow.
“Questa iniziativa ci ha permesso di mettere circa 3.000 persone al mese al volante di un veicolo completamente elettrico per la prima volta e, così facendo, stimolare il loro entusiasmo per la mobilità elettrica. L’introduzione della BMW i3 nella nostra flotta è il passo logico successivo, e sarà presto seguito da una serie di altri in Germania, Europa e nel mondo “, aggiunge Gabriele.

Car sharing elettrico agisce come un catalizzatore per la mobilità elettrica.

Un altro elemento chiave per il BMW Group è il ruolo importante di car sharing elettrico deve svolgere nel portare avanti la mobilità elettrica nel suo complesso in Germania. I veicoli coinvolti in programmi di car sharing elettrico incentivano l’utilizzo di punti di ricarica nelle città e in modo più prevedibile. Questo rende la mobilità elettrica maggiormente visibile e più facilmente accessibile per le popolazioni locali, trasformandola da un’attività di nicchia in una realtà di tutti i giorni. Si rompono le barriere e facilita il percorso in mobilità elettrica.

eCarsharing è una componente importante di concetti di mobilità urbana sostenibile.

La mobilità elettrica ed il car sharing rappresentano due elementi importanti per il Gruppo BMW, quando si tratta di lavorare con le città per sviluppare concetti di mobilità rivoluzionari. Come il dottor Bernhard Blättel, Vice President Servizi ai disabili a BMW AG, spiega: “Un cambiamento significativo ha avuto luogo all’interno del Gruppo BMW. In linea con i nostri obiettivi strategici, stiamo impostandoci per affermarci come il fornitore leader di prodotti e servizi premium per la mobilità personale in tutto il mondo. Stiamo assistendo al cambiamento dei nostri clienti e della società nel suo insieme e li stiamo prendendo a bordo. Il nostro obiettivo è quello di lavorare per lo sviluppo di una migliore qualità della vita nelle città con ampio spazio per la vita urbana. Impostato all’inizio di quest’anno, il Centro di Competenza Urban Mobility da allora ci ha fornito un team di esperti che stanno lavorando con le città e gli enti associati per sviluppare ed implementare nuovi concetti per il futuro della mobilità urbana. A giudizio del BMW Group, è possibile migliorare ulteriormente la mobilità per le persone che vivono in aree urbane. Non è una contraddizione in termini per migliorare la mobilità ed allo stesso tempo garantiscono alla città di offrire una elevata qualità della vita per le persone che vi abitano “.

 

About Michele Picariello

Ingegnere Meccanico con la passione per la scrittura. Si dedica da tempo alla ricerca di informazioni tecniche e commerciali per il mondo BMW e le realtà ad esso connesse.

Vedi anche

BMW Serie 3 e BMW Serie 4 saranno più diverse in futuro

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn L’attuale generazione della BMW Serie 4 ...

La prossima BMW X1 sarà ibrida con sistema a 48V

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Potrebbe sembrare presto per parlare della ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *