lunedì , 18 novembre 2019
Home » BMW i » BMW descrive l’architettura di quinta generazione delle proprie batterie

BMW descrive l’architettura di quinta generazione delle proprie batterie

Alla fine del 2017, BMW ha introdotto per la prima volta la sua architettura di quinta generazione che verrà applicata per la prima volta sulla BMW X3 elettrica. L’architettura elettrica scalabile di ultima generazione di BMW è progettata per ospitare tutti i tipi di veicoli elettrici e ibridi, e presenterà celle batteria ad alta densità e pacchetti di batterie scalabili, con più configurazioni rispetto a prima. C’è anche la possibilità di cambiare facilmente il motore elettrico o il gruppo propulsore, a seconda del veicolo. Tutto ciò dà a BMW la flessibilità di poter assemblare versioni elettriche o ibride di praticamente qualsiasi auto in modo efficiente ed efficace.

Durante un evento a Monaco, gli ingegneri BMW hanno fornito ulteriori dettagli su come funziona la nuova piattaforma. I propulsori elettrici useranno componenti modulari per offrire diversi livelli di prestazioni, e le nuove unità motrici ultracompatte di BMW avranno prestazioni che vanno da 134 a più di 400 cavalli di potenza. I modelli puramente elettrici useranno da uno ad addirittura quattro motori (due per ogni asse). Le vetture ibride plug-in utilizzeranno un motore elettrico su un asse e un motore convenzionale sull’altro asse.

Per soddisfare tutte le possibili configurazioni, tutte le auto costruite sull’architettura della quinta generazione avranno spazio per un pacco batterie sotto i sedili e questi pacchi batteria saranno tutti scalabili. Le BMW ad alte prestazioni useranno ovviamente i pacchi batteria più performanti, mentre i SUV come la BMW iX3 utilizzeranno pacchi più alti e quindi più capienti.

Inoltre, BMW afferma che per ogni modello verranno offerte batterie di diversa capacità, simili alla politica intrapresa da Tesla. Ad esempio, i modelli BMW 30e avranno meno autonomia e potenza rispetto a una più costosa auto 40e o 50e.

Questa nuova architettura dovrebbe offrire fino a 100 km di autonomia elettrica sui veicoli ibridi e fino a 700 km sui veicoli totalmente elettrici.

Secondo Car and Driver, le future auto con motore tradizionale di BMW saranno progettate per ospitare un pacco batterie sotto i sedili, anche se ovviamente non sarà montata alcuna batteria. Ciò significa che possiamo aspettarci un aumento in altezza delle auto future, anche per le vetture non SUV. Tutte le auto costruite sull’architettura della “Fifth Generation” richiederanno una paratia tra il vano motore e l’abitacolo, quindi anche i veicoli elettrici rimarranno fedeli al classico design a tre volumi.

Il primo SUV elettrico di BMW dovrebbe uscire nel 2020, mentre le vetture iNEXT e i4 dovrebbero diventare disponibili nel 2021.

About Luca Corsini

Entrato nello staff di BMWPassion a settembre 2017, possiedo una forte passione per le auto ma anche per la tecnologia in generale, cosa che mi consente di seguire l'evoluzione del mercato automobilistico con estremo interesse. Ogni muletto avvistato fa scalpitare il cuore e ogni test drive fa tremare le gambe come se fosse il primo, ma la razionalità che mi caratterizza mi consente di analizzare ogni auto nei suoi minimi dettagli.

Vedi anche

La futura BMW X8 avrà una versione M Performance ibrida – BMW X8 M45e

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Nelle ultime settimane, le chiacchiere intorno ...

La BMW M135i xDrive è più veloce della Golf R e dell’Audi S3

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn I primi test presso il circuito ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *