venerdì , 19 ottobre 2018
Home » Anteprime » PRIMA MONDIALE: BMW Vision iNEXT concept

PRIMA MONDIALE: BMW Vision iNEXT concept

Dopo essere trapelato in rete qualche giorno fa, il concept BMW Vision iNEXT è stato finalmente svelato e rappresenta solo uno degli elementi costitutivi del futuro elettrico di BMW, secondo il CEO di BMW Harald Krüger. “Il progetto iNEXT fornirà delle basi importanti per il futuro, dai quali trarrà vantaggio l’intera azienda e tutti i suoi brand”.

Dagli anni ’70, BMW è stata conosciuta per il suo slogan “Ultimate Driving Machine” e per le sue auto destinate a offrire un eccellente piacere di guida. Ma ciò che significa guidare e la mobilità personale nel suo complesso sta cambiando e rapidamente, quindi BMW ha bisogno di pensare in anticipo e, beh, crearsi una “vision” per il futuro. Per questo BMW ha bisogno di immaginare quali saranno i requisiti della mobilità del futuro.

“La mobilità personale è destinata a subire cambiamenti significativi”, afferma Klaus Fröhlich, membro del consiglio di amministrazione di BMW AG, responsabile per lo sviluppo. “Le possibilità offerte dalla guida autonoma e dalla connettività in continua espansione consentono una gamma completamente nuova di esperienze e modi di plasmare un viaggio. Con questo in mente, abbiamo progettato la BMW Vision iNEXT, una vettura completamente elettrica ideata per essere un ambiente mobile che migliora la qualità della vita, un nuovo “spazio preferito” in cui possiamo essere noi stessi e rilassarci. In effetti, tutti gli sforzi di BMW continueranno a ruotare attorno alle persone e ai loro bisogni e desideri quando si tratta di mobilità”.

L’idea dietro a BMW Vision iNEXT è di immaginare un’auto dotata di una capacità di guida autonoma altamente avanzata, ma che possa essere guidata dal conducente se lo si desidera. Quindi non pensate che BMW voglia mandare in pensione le vostre patenti. “La BMW Vision iNEXT rappresenta una nuova era di puro piacere di guida”, ha dichiarato Krüger. “Essa sottolinea il ruolo guida che la Germania gioca nel futuro della mobilità”.

BMW ha scelto di conferire al concept Vision iNEXT una carrozzeria in stile crossover / SAV (Sports Activity Vehicle). Visivamente sappiamo già com’è, dato che in rete girano sue foto da ormai un po’ di tempo, ma tuttavia queste nuove foto ufficiali ci aiutano a comprendere meglio cosa ci aspetta. Abbiamo davanti sicuramente un design interessante e fuori dagli schemi.

I fari sono integrati nella carrozzeria e separano il cofano dai parafanghi, mentre le massicce “griglie” frontali sono unite al centro. Il parabrezza si estende verso l’alto fino a formare un massiccio tetto in vetro, un po’ come sulla Tesla Model 3.

All’interno, il massiccio parabrezza / tetto apribile offre un‘incredibile quantità di luce, oltre a rendere l’abitacolo molto meno claustrofobico e quindi più confortevole. Lo spazio interno sembra sconfinato, facendo sembrare la BMW i3 minuscola e angusta.

BMW vuole creare due distinti mood nell’abitacolo della Vision iNEXT. Il primo mood è definito “Boost”, dove viene fornita la massima potenza elettrica per una guida divertente e dinamica, mentre il secondo mood si chiama “Ease”, che consente ai passeggeri di rilassarsi e lasciare che l’auto guidi autonomamente. L’idea è di creare un nuovo”Spazio preferito” proprio all’interno dell’auto, dove chiunque può impiegare il proprio tempo come preferisce.

Anche i sedili anteriori e posteriori sono progettati distintamente per dare all’abitacolo due spazi distinti. Davanti sono presenti linee pulite, rilassanti e semplici. Nella parte posteriore, però, la musica cambia. Ecco come la BMW descrive il design dei sedili posteriori: “Rivestimento in tessuto Cloudburst Enlighted color petrolio con trama intrecciata Jacquard, che si compone in modo asimmetrico attraverso l’area del sedile e si estende sui pannelli laterali fino alla cappelliera.” Dalle foto, a dire il vero, il tessuto assomiglia parecchio a un jeans particolare, ma immaginiamo che solo il senso del tatto ci saprà dire la verità.

Un aspetto interessante degli interni è la tecnologia. BMW desidera molto che la tecnologia lavori in background, in modo da risultare meno invadente. Quindi, a parte gli enormi schermi sul cruscotto, l’interno è praticamente privo di altri controlli. BMW chiama questo stile di design “Shy Tech” e lo suddivide in tre diversi componenti chiave: Intelligent Personal Assistant, Intelligent Materials e Intelligent Beam.

Il sistema ‘”Intelligent Personal Assistant” l’abbiamo già sentito nominare e si tratta essenzialmente di un’assistente vocale simile a Siri che può essere attivato dicendo “Hey, BMW”. tramite questo assistente si può controllare praticamente tutto e sarà particolarmente utile in modalità “Ease” per godere di un relax massimo. Questo sistema inoltre integra i sistemi di connessione Connected di BMW e tutti i dispositivi personali associati all’auto.

Per quanto riguarda gli “Intelligent Materials”, il pannello in legno del bracciolo centrale sostituisce la zona di controllo dell’iDrive. Quando è attiva la modalità “Boost”, lo schermo centrale viene controllato tramite i tipici comandi touch. Tuttavia, in modalità “Ease”, lo schermo può essere azionato tramite il bracciolo centrale che funzionerà come un grosso touchpad a sfioramento. Anche il materiale in tessuto del sedile posteriore ha una tecnologia simile. Quindi no, la donna nelle foto non ha le allucinazioni come potrebbe sembrare, ma sta interagendo con l’auto.

Il sistema “Intelligent Beam” è fondamentalmente un sistema per utilizzare la proiezione della luce per creare immagini e display digitali all’interno dell’abitacolo. Ciò potrebbe servire come una luce da lettura o come un modo per proiettare qualcosa all’interno dell’auto, come dei film o delle serie TV Netflix.

Questa BMW Vision iNEXT , nonostante si tratti solo di un concept, ci dà un’idea del futuro che ci aspetta. L’auto dovrebbe raggiungere la fase di produzione nel 2021 e sarà fortemente basata sui temi e sul design di questo concept. Quindi, anche se magari l’auto di produzione non avrà dei sedili in jeans dotati di sistema touch, troveremo di sicuro alcune delle idee descritte in precedenza. Il futuro che ci aspetta è sicuramente… inaspettato.

About Paolo Colucci

Fondatore del primo forum BMW in Italia nel 2002 è da sempre appassionato del marchio bavarese di cui continua a coltivarne l'interesse e promuovendo eventi e raduni per la propria community

Vedi anche

SPY: BMW M2 CSL / CS beccata al NURBURGRING

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Ora che la BMW M2 Competition ...

ESCLUSIVA: BMW M2 CS in arrivo a primavera 2020

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn “La produzione della BMW M2 CS ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *