martedì , 13 novembre 2018
Home » Concept BMW » BMW ALPHA Bullet Bike: quando la personalizzazione è tutto

BMW ALPHA Bullet Bike: quando la personalizzazione è tutto

BMW ALPHA Bullet Bike
BMW ALPHA Bullet Bike

BMW ALPHA Bullet Bike: quando la personalizzazione è tutto ed il designer Turco, Mehmet Doruk Erdem, ha creato questa scultura a due ruote

BMW ALPHA Bullet Bike: quando la personalizzazione è tutto ed il designer Turco, Mehmet Doruk Erdem, ha creato questa scultura a due ruote. Da qualche tempo l’ottomano designer è molto popolare nel campo di personalizzazioni, possiamo notare che i suoi progetti sono così amati, tutti realizzati con cura per i dettagli e con stile retrò. Il suo Instagram è pieno di grandi progetti che mostrano il suo talento. Il design di questa BMW ALPHA Bullet Bike è stato realizzato quasi due anni fa ed ha guadagnato popolarità online. Erdem ha iniziato la progettazione della moto dopo aver visto il film “La grande sfida indiana”, che narra la vicenda del record di velocità su terra per motociclette sul lago salato di Bonneville. E voleva che il design di questa moto assomigliasse ad un grande squalo bianco.

Shark nose per una moto

“I grandi squali bianchi sono sempre stati fonte di ispirazione per me. Così ho deciso di imitare la loro anatomia per la carrozzeria della Alpha. Doveva apparire potente e bello allo stesso tempo. Se si guarda al corpo di uno squalo, si può vedere come sia pulito e perfetto. Ma dentro, è così complicato. Così il muso della Alpha è pulito e liscio, mentre la parte posteriore è potente, il laterale appare grezzo, così da simboleggiare la coda del grande squalo bianco. “

ha detto Erdem.

Ma senza che qualcuno potesse render reali quei progetti, l’intuizione lascia il tempo che trova. Tuttavia, l’ingegnere Mark Atkinson di Salt Lake City, Utah ha deciso di lavorare con Erdem per costruire la sua impressionante moto. In un primo momento non è riuscito ad entrare in contatto con Erdam, ma non ha perso tempo ed ha iniziato a creare un suo modello di base. Aveva un distrutto una BMW K75, ma il motore girava ancora. Così ha portato la moto distrutta nel suo laboratorio, con grande costernazione del suo responsabile. Tuttavia, ha avuto l’autorizzazione a metterci mano dopo il lavoro. Il suo responsabile ha avallato la cosa, a patto che la moto venisse poi esposta all’interno del loro atelier.

Un design che prende spunto da diversi modelli

Se il frontale ricorda molto la BMW 328 Mille Miglia, la motocicletta nelle sue pance laterali e nella coda – che non c’è – ricorda molto il corpo centrale di uno squalo. A spingere questo proiettile ci pensa il 3 cilindri da 750 centimetri cubici, rinvigorito da un gruppo turbocompressore.

Nulla è stato dichiarato sulla guidabilità e sulle potenzialità del mezzo. Possiamo solo apprezzare la bontà delle sue lavorazioni artigiane, con largo uso di alluminio e cuoio. 16 mesi di lavoro, per un grande pezzo d’arte.

About Michele Picariello

Ingegnere Meccanico con la passione per la scrittura. Si dedica da tempo alla ricerca di informazioni tecniche e commerciali per il mondo BMW e le realtà ad esso connesse.

Vedi anche

RENDERING- BMW Serie 3 G21 Touring

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn La BMW più venduta della storia ...

Fotoconfronto: BMW Serie 3 G20 vs BMW Serie 3 F30

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Abbiamo già redatto un lungo articolo ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *