mercoledì , 19 dicembre 2018
Home » Concept BMW » BMW 30 CSL Hommage R. La fusione perfetta tra pilota e macchina

BMW 30 CSL Hommage R. La fusione perfetta tra pilota e macchina

BMW 30 CSL Hommage R

BMW 30 CSL Hommage R. Nel mese di agosto ogni anno gli appassionati di auto di tutto il mondo si riuniscono per il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach per immergersi nel fascino di entrambi i tesori automobilistici da anni passati e studi all’avanguardia per i tempi a venire.

Il BMW Group ha escogitato qualcosa di molto speciale quest’anno con la prima mondiale della BMW 30 CSL Hommage R – una macchina che celebra insieme il 40 ° anniversario di BMW in Nord America ed il successo della corsa inebriante della BMW 3.0 CSL nel 1975.

Il 1975 fu l’anno in cui il costruttore bavarese ha fondato BMW dell’America del Nord, la sua prima società ufficiale di vendite al di fuori dell’Europa. E’ stato anche l’anno in cui BMW Motorsport ha fatto il suo debutto nelle corse automobilistiche negli States – nella serie IMSA – con un appositamente modificata BMW 3.0 CSL. Solo poche settimane più tardi BMW ha registrato il suo primo, storico trionfo alla 12 Ore di Sebring. Questa è stata seguita da una serie di vittorie, di cui uno a Laguna Seca, a soli 15 miglia da Pebble Beach. Un anno da rookie di BMW debitamente culminato con la bianca BMW 3.0 CSL, addobbata in accattivante livrea BMW Motorsport, vincendo il campionato costruttori al primo tentativo. Questo successo, unito con il design sorprendente della vettura e la leggenda “bavarese Motor Works” blasonato attraverso la pellicola di protezione solare sul parabrezza e sul lunotto, ha annunciato l’arrivo del marchio BMW nelle gare in Nord America con un botto.

“L’automobilismo è tutto sulla capacità delle auto di ipnotizzare, e veicolare la gioia sfrenata di guida“, spiega Adrian van Hooydonk, Senior Vice President di BMW Group Design.
“E come tale rappresenta il battito del cuore di BMW. Nel 1975, come oggi, vincere gare è emozionante sia per l’uomo sia per la macchina che guida. Le innovazioni tecniche hanno preso l’efficacia di questa partnership ad altissimi livelli. E con la BMW 30 CSL Hommage R puntiamo a mostrare quanto il pilota e l’auto possono crescere in futuro. “

Un nuovo livello di attenzione tra pilota e l’interno.

Dato l’obiettivo di raggiungere la migliore fusione possibile tra guidatore e vettura, il conducente era il punto di partenza logico per il design della BMW 30 CSL Hommage R. Per la perfetta integrazione del conducente in macchina, i progettisti hanno estrapolato il principio del pilota di concentrarsi al di là della forma geometrica degli interni. Nella BMW 3.0 CSL Hommage R, l’idea di centrare l’attenzione sul conducente comincia con il suo ambiente interno. Questo nuovo approccio ha portato i progettisti prima a progettare il casco, la tuta da gara del conducente ed il sedile prima di passare alle linee e le superfici interne.

Questo modo di fare le cose cambia la natura delle funzioni interne convenzionali. Poiché il livello di interazione più vicino al conducente, la visiera del casco assume le funzioni di un display e proietta le informazioni essenziali come la velocità della vettura, la marcia inserita ed i giri motore nel campo visivo diretto del conducente. La BMW 3.0 CSL Hommage R migliora quindi la percezione diretta del conducente. L’idea del Head-Up Display, che ha già dimostrato la sua efficacia in modelli BMW di serie, fornisce informazioni relative alla guida senza distrarre il conducente, è quindi espressa in un modo completamente nuovo. “Occhi sulla strada, mani sul volante” è il nome del gioco – cioè che permette al guidatore di concentrarsi completamente sul lavoro di guida della vettura.

Oltre ad aiutare lui a fare il suo lavoro, la tuta del conducente (un design classico da Puma®) esprime visivamente il collegamento tra il guidatore e la vettura. Se le mani del conducente sono sul volante, la fibra ottica integrato nelle maniche della tuta mostra l’avanzamento delle informazioni – dal display alla visiera del pilota.

Il disegno laterale della sezione dei grandi gusci dei sedili in fibra di carbonio riflette l’anatomia del conducente seduto, fornendo così il massimo supporto in qualsiasi situazione di guida. Allo stesso tempo, i sedili assicurano al corpo del conducente il miglior collegamento possibile con la macchina, dandogli una sensazione fisica con quasi tutto il corpo, in qualsiasi situazione, e quindi permettendogli di reagire più rapidamente e più efficacemente. I gusci dei sedili seguono un percorso diagonale aumento all’indietro, una linea estesa dietro i sedili nella parte posteriore da un elemento strutturale in fibra di carbonio che aumenta la rigidità torsionale della BMW 3.0 CSL Hommage R.
 

Impegno per leggerezza e raffinatezza tecnica.

Nella zona intorno al sedile del conducente, i progettisti hanno disegnato piccole strisce dal design leggero della BMW 3.0 CSL Hommage R ed hanno dato una forma tangibile al suo carattere da corsa.
Un roll in carbonio integrato nella struttura del tetto e nelle sezioni laterali della macchina costituisce la base per la geometria minimalista singolare degli interni. Tutti gli elementi interni sono per necessità assoluta; ogni componente è stato progettato con uno scopo, una funzione legata direttamente alla struttura della macchina o del processo di guida. In un interno realizzato quasi interamente in fibra di carbonio, la sola presenza di legno è rappresentata dal “cruscotto” – in realtà una traversa ed un elemento puramente strutturale.
Questo è un riferimento ad un elemento centrale della precedente BMW 3.0 CSL, in cui anche la versione da corsa aveva un cruscotto di legno distintivo il tutto l’interno. Una caratteristica particolare qui sono le informazioni aggiuntive illuminate attraverso il legno. Ricordando la vittoria della BMW 3.0 CSL a Laguna Seca maggio 1975, la BMW 3.0 CSL Hommage R visualizza il tracciato ed i punti di frenata attraverso la striscia di legno della plancia strumenti.

 La funzione unica di “comfort” sono le due aperture sui lati della colonna dello sterzo, che forniscono il conducente con aria fresca a temperatura ambiente. Un piccolo display sul piantone dello sterzo fornisce al conducente informazioni secondarie come tempi sul giro, tempo totale di gara e la posizione della vettura sul tracciato, come richiesto. Altri elementi da corsa degli interni includono funzionalità di sicurezza anodizzato rosso, come le bocchette di uscita per la schiuma antincendio, l’estintore in sé, e i due interruttori sulla consolle centrale per la intercettazione di emergenza ed il meccanismo anti-incendi. La parte posteriore ha solo spazio per due caschi integrati nel tunnel centrale. Questi sono tenuti in posizione da una cinghia quando non in uso. Sotto i lembi longitudinali sporgenti verso la parte posteriore sono le coperture per gli accumulatori di energia Eboost.

Corse automobilistiche tutto e per tutto – l’esterno.

“Sia all’interno che all’esterno, la BMW 3.0 CSL Hommage R è principalmente un riflesso della sua funzione”, spiega Karim Habib, Responsabile del Design BMW Automobiles.
“Il design esterno e interno è basato intorno ai requisiti di sport motoristico per quanto la vettura ed il conducente sono interessati; aerodinamica e dinamica di guida, da un lato, ed il collegamento più diretto tra il guidatore e la macchina dall’altro. A mio parere, questo è qualcosa che la macchina Hommage esprime in modo molto emozionante. Allo stesso tempo, tutti i dettagli della BMW 3.0 CSL  sono presenti nel modello Hommage. E sono tutti lì da scoprire nella loro forma originale. Si tratta di un arco per la vettura del 1975 “.

Il design esterno della BMW 3.0 CSL Hommage R è una pura espressione delle corse automobilistiche.
Il corpo allungato è incorniciato da deflettori distintivi d’aria, potenti passaruota ed uno spoiler posteriore prominente, che parimenti citano la versione da corsa di successo IMSA dell’originale BMW 3.0 CSL. Ogni dettaglio della vettura Hommage ha le sue origini nella macchina da corsa di successo dal 1975, ma tutto è stato da allora aggiornato e integrato tecnicamente in un linguaggio di design moderno. I colori e la grafica usati, per non parlare dell’aggiunta di un numero 25, riferimento allo straordinario record di successo conquistato dalle BMW 3.0 CSL nel 1975. Infatti, la BMW 3.0 CSL Hommage R fa rivivere anche dettagli come le decalcomanie “Bavarian Motor Works” sul parabrezza e sul lunotto.
 

Alimentazione e atletismo – il frontale.

Il frontale della BMW 3.0 CSL Hommage R, ha una delle aperture più ampie e più basse di qualsiasi modello della famiglia BMW, ed emana positivamente potenza e atletismo. Il flusso delle superfici e gli accenti grafici nella grembialatura anteriore sottolineano la sua ampia e forte impressione.
Al centro della parte frontale vi è una versione più grande della firma BMW: il doppio rene; che fa riferimento al modulo in posizione verticale preferita al momento.
Il familiare sguardo a quattro occhi – con la sua contemporanea interpretazione esagonale – sottolinea l’intento sportivo del frontale. Illuminazione laser e la tecnologia LED consentono un design sottile, moderne ed i contorni stretti dei proiettori conferiscono alla BMW il concentrato tipico look delle vetture del marchio. Una luce blue stilizzata ed una “X” dentro le luci separa le funzioni luce l’una dall’altra e, allo stesso tempo, richiama la nastratura nel faro a forma di X utilizzato per gare di durata.
Il grande, splitter anteriore nero in fibra di carbonio e con accenti in colori di BMW Motorsport suggella sul frontale come si fionda giù per la strada. Insieme con il doppio rene, si crea una grande apertura stilistica, che fornisce un suggerimento visivo di potenza per le prestazioni del motore.

Dal lato – sportiva stile con un tocco di eleganza.

Il passo lungo ed un cofano motore ampio rende la vettura Hommage visivamente imponente e le conferiscono un tocco di eleganza assieme al suo brio sportivo dominante. La grafica della linea, familiari lungo i fianchi della vettura, rafforzano ulteriormente questa impressione. Il colore esterno esclusivo Brilliant White con il suo lieve effetto metallico, aggiunge un bagliore alla superficie e conferisce ai potenti contorni un impatto scultoreo vivido. La grafica di linea nei colori BMW Motorsport raccolgono i movimenti della superficie nella parte anteriore, posteriore e fianchi, sottolineando ulteriormente gli sguardi muscolosi della vettura. Le superfici in fibra di carbonio completano i fianchi al loro bordo inferiore e puntare l’impegno ad un design leggero dell’originale BMW 3.0 CSL.
I cerchi in lega leggera con finitura oro opaco da 21 pollici con inserti neri aggiungono un tocco speciale.

About Michele Picariello

Ingegnere Meccanico con la passione per la scrittura. Si dedica da tempo alla ricerca di informazioni tecniche e commerciali per il mondo BMW e le realtà ad esso connesse.

Vedi anche

Toyota Supra monterà un motore BMW a quattro cilindri

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn La recente “rivelazione” della Toyota Supra ...

VIDEO: BMW M5, così veloce da sorprendere anche BMW

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Sappiamo ormai da tempo che la ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *