mercoledì , 21 novembre 2018
Home » BMW NEWS » BMW Serie 3 G20 si avvicina alla fine dei test

BMW Serie 3 G20 si avvicina alla fine dei test

Tra tutte le auto nel prossimo futuro della BMW, la Serie 3 G20 è di gran lunga la più importante. Più della lussuosa Serie 8, del SUV X5 o del concept futuristico iNEXT e ciò è dovuto all’estrema popolarità e allo storico successo di questo modello. Quindi, ad ogni nuova generazione, BMW deve prepararsi degli assi nella manica, specialmente ora che la competizione è più agguerrita che mai. Con questa nuova serie G20, BMW sembra aver lavorato davvero molto e per questo i media si stanno accanendo attorno a quest’auto.

Tutte le auto passano attraverso vigorosi processi di test. Le compagnie automobilistiche devono assicurarsi che l’auto che stanno per rilasciare possa soddisfare i bisogni dei clienti nel mondo reale per molti anni a venire senza riscontrare alcun problema. La serie 3 è ovviamente sottoposta a tutti questi test, ma stavolta BMW ha deciso di condividere questo processo con il mondo.

Questa fase finale di test, in cui la serie G20 3 viene sottoposta a prove estreme, sembrerebbe insuperabile per quasi tutte le auto a prima vista. Temperature sotto zero, caldo rovente, ghiaccio, neve, ghiaia e sabbia affronteranno la Serie 3 prima che possa essere considerata pronta per la produzione. Questo per garantire che, indipendentemente dalle situazioni incontrate dai clienti, non ci saranno problemi per l’auto.

Per il test del calore, BMW ha portato la Serie 3 G20 nella Valle della Morte in Nevada, lasciandola al sole per diverse ore prima di accendere il climatizzatore automatico per vedere con quanta rapidità gli interni vengono raffreddati. Durante questi test, la temperatura all’ombra raggiunge i 50 gradi e all’interno supera i 60 gradi. Insomma, una prova davvero ostica.

BMW ha poi portato la Serie 3 G20 in Svezia per un test al freddo. La Svezia è conosciuta per i suoi inverni estremamente rigidi, con temperature sotto zero e strade innevate e ghiacciate. La Serie 3 si è recata al “Mellanström-Runde”, uno dei percorsi di prova più popolari di Arjeplog, in Svezia, principalmente per testare il suo sistema DSC, il sistema xDrive e il differenziale a slittamento limitato sul ghiaccio.

I bavaresi hanno voluto persino testare l’elettronica della serie 3 vicino ai raggi elettromagnetici emessi dalla centrale idroelettrica della diga di Hoover. Per l’occasione, a BMW è stato dato il permesso della polizia di saltare su e giù per le strade serpentine di Mount Whitney, alte 4.000 metri, per testare lo sterzo, l’agilità e i freni sotto carico pesante.

Infine, sappiamo tutti che BMW ha messo alla prova la Serie 3 G20 con numerosi test in pista a Aschheim, a Mirimas e al Nurburgring, assicurandosi che le dinamiche e i dati registrati durante la guida in strada avrebbero trovato riscontro in pista. Anche se la Serie 3 non è stata progettata come un’auto da pista, questi test sono necessari per rinforzare le informazioni sul veicolo carpite in strada.

Tutto ciò non fa che confermare l’idea che BMW abbia davvero bisogno di “azzeccare” questa Serie 3. La G20 affronterà una competizione estremamente dura fin dal primo giorno di vendite, con vetture come Alfa Romeo Giulia, Mercedes-Benz Classe C, Jaguar XE e Audi A4 che puntano tutte al primo posto nel segmento e che in un modo o in un altro meritano  gli elogi ricevuti. Da quello che abbiamo sentito dai bavaresi, nessuna spesa è stata risparmiata nello sviluppo della nuova Serie 3 G20 e per questo ci aspettiamo grandi cose da BMW.

About Paolo Colucci

Fondatore del primo forum BMW in Italia nel 2002 è da sempre appassionato del marchio bavarese di cui continua a coltivarne l'interesse e promuovendo eventi e raduni per la propria community

Vedi anche

BMW M5 E34 a €6.600, un affare?

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn A dirla tutta, non siamo mai ...

BMW M8 | Ecco le foto ufficiali!

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn L’attesa per la nuova BMW M8 ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *