mercoledì , 13 novembre 2019
Home » BMW NEWS » BMW offrirà Apple Carplay in stile “Netflix”

BMW offrirà Apple Carplay in stile “Netflix”

Apple Carplay arriva con formula di abbonamento

Già da qualche mese, BMW ha annunciato che i modelli di fine 2019 non includeranno Apple Carplay nel listino degli optional. Tuttavia non temete, in quanto BMW sta solo modificando la strategia con la quale intende vendere questo servizio.

Se precedentemente BMW offrira Apple Carplay come optional al costo di €300 circa, da ieri il sito inglese e americano di BMW ConnectedDrive pubblicizzano i nuovi abbonamenti in stile “Netflix” che prevedono dei pacchetti annuali ($80 | £85), quadriennali | triennali($300 | £255) e, nel caso del sito inglese, a vita (£300). Non sono ancora disponibili il listino prezzi in euro per il nostro paese, ma immaginiamo che sarà più simile al listino prezzi britannico che a quello americano.

Questi piani di abbonamento sono pensati per andare incontro alle esigenze di mercato in continuo cambiamento. Tramite i nuovi piani di finanziamento con valore futuro garantito e le varie formule di noleggio a lungo termine, i clienti che acquistano un’auto con l’idea di tenerla per molti anni sono sempre meno e questo pacchetto di abbonamenti pensa proprio a coloro che intendono cambiare spesso vettura, permettendogli a conti fatti di risparmiare.

Tutte le nuove BMW con sistema iDrive 7.0 dispongono di una licenza per Apple CarPlay gratuita per un anno, ma dopo i primi 12 mesi i proprietari dovranno decidere se pagare per rinnovare tale licenza o interromperne l’utilizzo.

CarPlay è progettato per offrire un’esperienza comoda e a mani praticamente libere per i conducenti, grazie alla possibilità di portare le app installate sul proprio iPhone (mappe, spotify, audiolibri etc..) nel display di infotainment della vettura. Anche Siri diventa disponibile grazie a Apple Carplay.

Le vetture di BMW attualmente non sono compatibili con Android Auto, sebbene la società abbia annunciato i suoi piani per integrare i servizi di Google Assistant e Amazon Alexa nei suoi veicoli già diversi mesi fa. Teoricamente, dovremmo intravedere dei progressi in questo campo entro l’anno prossimo.

About Luca Corsini

Entrato nello staff di BMWPassion a settembre 2017, possiedo una forte passione per le auto ma anche per la tecnologia in generale, cosa che mi consente di seguire l'evoluzione del mercato automobilistico con estremo interesse. Ogni muletto avvistato fa scalpitare il cuore e ogni test drive fa tremare le gambe come se fosse il primo, ma la razionalità che mi caratterizza mi consente di analizzare ogni auto nei suoi minimi dettagli.

Vedi anche

Eccoci, finalmente, al test drive della nuova BMW M135i xDrive!

TEST DRIVE: BMW M135i xDrive – datele un’occasione

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Da quando BMW ha reso noto ...

BMW M2 CS – La più agile, la più pura

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn C’è stato un tempo in cui ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *