1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

BMW Serie 4 F32/F33/F36 Guida sportiva su strada

Discussione in 'Tecniche e consigli di guida' iniziata da Bejido, 30 Settembre 2019.

  1. Bejido

    Bejido Kartista

    196
    26
    14 Settembre 2019
    RM
    Reputazione:
    0
    4.20d G.C. (F36)
    Buonasera a tutti.
    Entreró a breve in possesso di una BMW 4.20d G.C., anno 2018, cambio automatico, ed ho letto molte discussioni sulle tecniche di guida, specialmente riguardo a chi, come me, passerá da una TA ad una TP.
    Attualmente possiedo un'Audi A3, che dovró vendere (ho messo annuncio pure qui sul forum, per chi volesse vederla https://www.bmwpassion.com/forum/threads/rm-audi-a3-ambition-170-cv.353230/ ).

    La mia perplessitá é sull'intero concetto di TP, che praticamente porta a dover ricominciare da 0 prima di entrare di perfetta sintonia con il proprio veicolo.
    Giá in una normale andatura, da quel che ho visto, si rischiano intraversate in curva, specialmente nel caso si arrivi "lunghi", dunque in frenata, sia in uscita.
    Ovviamente una TA é molto piú facilmente gestibile in caso di perdita di aderenza, ed anche quando magari si sta percorrendo una curva un po' piú veloce del previsto, per esempio, si mantiene il gas per consentire all'avantreno di "portarsi dietro" il resto del veicolo anziché frenare appesantendolo e facendolo allungare ancora di piú.
    Con una TP, a spanne, da quello che ho letto penso che cosí facendo ti ritroveresti invece ad aumentare il rischio di una sbandata piú marcata che potrebbe portare alla perdita del controllo.

    Volevo sapere se, al di lá di tutti i sistemi elettronici inseriti (ma tenendone anche conto), qualcuno ha particolari consigli da dare a riguardo.

    Alla stessa maniera, mi piacerebbe riuscire a domare lo scodamento tipico delle TP. Non necessariamente saper DRIFTARE (alcuni reputano questo termine troppo elevato per usarlo in riferimento a delle semplici intraversate), ma quanto meno saper uscire da una curva di traverso in modo dolce. POI, col tempo, penso che percorrerci un'intera curva venga anche un po' piú spontaneo.

    Il problema, premetto, é che non ci sono grandi parcheggi deserti nelle mie zone, quindi sono impossibilitato a fare un po' di libera pratica.

    Altra cosa che vorrei sapere é se, con questo stile di guida, si equivale a "maltrattare" la propria auto, quindi se ci sono ripercussioni di qualche tipo (e non parlo di usura pneumatici, ma per esempio del cambio o di qualche componente meccanico).

    Ripeto, ho letto diverse discussioni, ma alcune anche vecchiotte e non so se con le nuove vetture é cambiato qualcosa.

    Infine, prego a chiunque si senta di rispondere di farlo in maniera semplice, come se stesse parlando con uno sbucciatore di patate... ho letto, mi informo, parlo con piacere... ma non sono né un tecnico né un esperto.

    Grazie in anticipo! :biggrin:
     
  2. Bejido

    Bejido Kartista

    196
    26
    14 Settembre 2019
    RM
    Reputazione:
    0
    4.20d G.C. (F36)
    Eppure, leggendo altri topic, non credevo di aver fatto una domanda tanto stupida :neutral:
     
  3. Luca-Vi

    Luca-Vi Kartista

    164
    26
    25 Giugno 2019
    Prov Aosta
    Reputazione:
    36.585
    Toyota L.C. + 330ci e46
    Io consigli su come guidare sportivamente una tp non te ne posso dare, sono entrato da poco anche io in questo mondo e ho tutto da imparare, posso però rispondere a questo:

    Ovviamente più sfrutti l'auto e più si consuma, pensa ai due estremi un auto da tutti i giorni fa manutenzione ogni decine di migliaia di km, una da corsa anche a fine giornata cambiando pezzi che su un auto usata per far la spesa durerebbero ancora una vita, detto ciò la scodata fa un po parte del dna di una tp e se ti interessa arrivarci non devi pensare se l'auto si consuma o no e mettere in conto una manutenzione maggiore di certo.
    Fai molta attenzione a voler imparare su strada aperta queste cose, perché usurare di colpo la carrozzeria è un attimo e finché è solo quello è il minimo, ma queste cose le saprai meglio di me e le avrai già messe in conto, comunque se non trovi un parcheggio adatto magari inizia a far esperienza in pista o strada chiusa
     
  4. AR147

    AR147 Presidente Onorario BMW

    14.532
    3.071
    7 Maggio 2005
    Torino
    Reputazione:
    153.807.573
    Giulia
    Non credo che non vogliano risponderti ma, a grandi linee:

    - ha 4 ruote ed un volante, normalmente si guida come tutte le auto
    - pensare di imparare a controllare un veicolo facendo solo teoria senza pratica, credimi, è pura utopia
    - con elettronica inserita non ti troverai mai a dover fare controsterzi, te lo posso garantire

    Un consiglio davvero spassionato? Inizia a prendere la macchina e ad usarla, capirai da solo molte cose. Inoltre per affinare le capacità di guida in modo sicuro, esistono corsi di guida che non solo affrontano la parte teorica ma, sopratutto, la parte pratica aiutando tantissimo a migliorare la propria capacità di reazione a determinate situazioni.
     
    A gtmaster, alexgi68 e nivola piace questo elemento.
  5. labrie_it

    labrie_it Presidente Onorario BMW

    40.530
    10.547
    6 Novembre 2007
    Netflix
    Reputazione:
    570.544.186
    car2go
    sottoscrivo parola per parola, virgole comprese
     
    A nivola piace questo elemento.
  6. Bejido

    Bejido Kartista

    196
    26
    14 Settembre 2019
    RM
    Reputazione:
    0
    4.20d G.C. (F36)
    Certo, forse quelle che ho esposto sono tutte "preoccupazioni" normali ma che non hanno una risposta netta che porti ad una condotta ben precisa. Ovviamente fare pratica accumulando esperienza è la cosa che più ti fa rendere conto di come mantenere il controllo dell'auto nella guida di tutti i giorni.

    Io non ho mai fatto corsi di guida, ma nelle strade che conosco se ho voluto fare il diavolo l'ho fatto con quello che ho acquisito in maniera "naturale" (sempre con estrema consapevolezza ed entro il limite, non sono un incosciente che si comporta come se stesse facendo un rally). Di certo non ho mai rischiato un testa-coda. Con una TP, magari, venendo da una TA, è la prima cosa alla quale vado incontro (ripeto, non sono uno che prende e parte in tromba a cavolo, ma gradualmente finché non prendo confidenza e sempre in situazioni in cui mi sento sicuro). Sarà perché ho sentito di chi, pur non facendo il pazzo, a causa di una sbandata ha distrutto mezza macchina. Se mi dite che questo accade solo perché si è scemi ed incoscienti ok, ma io non lo so stabilire perché non so com'è, chiedevo apposta se c'è qualcosa a cui prestare attenzione vista l'abitudine al comportamento di una TA o se anche con una TP il processo di "naturale fusione" avviene da sé (poi c'è chi è più portato e chi no, ed io non sarò di certo un pilota, ma non mi ritengo negato).

    Per i "danni" è normale che si consuma prima, ma non è che la uso per sgommarci tutto il tempo, resta la mia auto di tutti i giorni. Il discorso che fai tu vale anche se la tiri tutti i giorni su rettilineo, non serve deraparci per far durare una macchina la metà.
    Esempio... "se hai i controlli inseriti succede X, quindi mai forzare lo scodamento se non con i controlli disinseriti". Oppure... "se hai il cambio automatico succede Y, quindi fai cosà che eviti di danneggiare qualcosa". O ancora... "in ogni caso succede Z, quindi ogni volta che lo fai vai a consumare questo componente e ne rischi la rottura".
    E' tutt'altro se mi viene detto "l'unica cosa che ROVINI sono le gomme".
    Parlo da umile ignorante in materia, visto i sacrifici che ho fatto per prendere la macchina di certo non voglio ignorare che una sgommata/derapata/driftata per lei equivale ad una legnata sulle gengive per me. :bastoncul:
     
    Ultima modifica: 3 Ottobre 2019
  7. labrie_it

    labrie_it Presidente Onorario BMW

    40.530
    10.547
    6 Novembre 2007
    Netflix
    Reputazione:
    570.544.186
    car2go
    puoi escluderlo. sono mezzi meccanici costruiti per fare anche quello, una tantum.
    è più facile che la tiri contro un muro, nel caso di "una sgommata/derapata/driftata".
     
  8. Bejido

    Bejido Kartista

    196
    26
    14 Settembre 2019
    RM
    Reputazione:
    0
    4.20d G.C. (F36)
    Ecco, così mi sento più sicuro...
    ...oppure no?? :mumble ^_^
     
  9. PuccioE39

    PuccioE39 Presidente Onorario BMW

    60.677
    5.661
    11 Giugno 2005
    àtilacoL
    Reputazione:
    155.323.770
    otuA
    quoto tutto al 100%
     
  10. Drifting

    Drifting Aspirante Pilota

    19
    1
    4 Febbraio 2020
    Bergamo
    Reputazione:
    0
    XDrive28i F31
    Visto solo ora sta sezione.
    @Bejido come va? Hai già imparato a driftare?:mrgreen:

    Premesso che ho sempre guidato TA tranne la penultima che comunque aveva un comportamento TA( golf 2 1.4 -punto sporting 1.2 16v- A3 8L Tdi 110 cv - A3 8P 3,2 quattro)
    Con la 3.2 sono andato in circuito a Monza un paio di volte di cui una sul bagnato, in quest ultima occasione ho avuto modo di fare un traverso pesante dove se avessi mollato il gas avrei impattato,e invece si è raddrizzata.
    Ho fatto ahimè zero corsi di guida, ma ai tempi ( ero single e avevo più tempo anche perché lavoravo meno di ora) ho fatto tante ore di guida simulata con volantino e pedaliera.

    Al momento con la mia attuale purtroppo nn ho potuto fare pista quindi nn riesco a raggiungere situazioni limite, ma sicuramente l’impostazione in curva è totalmente e diversa, non avendo più il sottosterzo puoi entrare molto più veloce, a differenza della TA dove sacrifichi ingresso e poi apri il gas per tirartela appresso come giustamente dici te, il gas con la TP mi pare che lo apri un attimo dopo così se scoda chiudi la curva; comunque con la mia è impossibile che ti parta ( tranne cavolate abissali) perché ha trazione anche sulle ruote anteriori quindi può partire un po’ ma se tieni giù con la motricità che si ritrova sta Li, ripeto al momento in uso stradale nn riesco a metterla in crisi, anche con i controlli disinseriti ti basta un po’ di gas e lei si beve tutte le curve, è abbastanza assassina insomma per ciò vorrei provare a fare un giretto in pista per capire dove è dinamicamente il suo tallone di Achille che al momento nn trovo.

    Comunque i consigli base della guida sicura che so io ( se sbaglio smentitemi) sono sempre gli stessi e cioè partire piano e aumentare l’andatura man mano, frenare sempre a ruote dritte, aprire tutto il gas solo con volante dritto, fare sempre moltissima attenzione nei trasferimenti di carico,qui entra in gioco il controsterzo e il gas che va parzializzato e nn bisogna mai mollarlo, questo è quel poco che so; il controsterzo è la cosa più difficile perché sono movimenti fulminei e precisi, se sbagli di una frazione di secondo sei out, ma qui l’unico modo per imparare sono o i corsi o comunque accessi in pista, in strada nn è possibile esercitarsi.
     
  11. Bejido

    Bejido Kartista

    196
    26
    14 Settembre 2019
    RM
    Reputazione:
    0
    4.20d G.C. (F36)
    Tutto bene, grazie. :razz:
    No, non ho ancora imparato a driftare, anche perché non ho il tempo né uno spazio idoneo per fare test in autonomia senza che mi arrestino! :mrgreen:
    Non ho la necessitá di portarla al limite, ma giá in entrata noto che si comporta molto peggio della mia vecchia TA, e dell'uscita non parliamo. Si sente che perde aderenza, cosí come in accelerazione. Iniziare ad accelerare a ruote dritte vuol dire guidare come mio nonno, e di sportivo ha ben poco. Dosare il gas per mantenerla stabile ok, quello pian piano si capisce, ma vorrei arrivare a controllare una piccola sbandatina in uscita, che vorrebbe dire spingerla un po' oltre il normale senza dover essere necessariamente un drifter.
    Insomma, é semplicemente che con questa sul misto posso andare alla metá di come andavo prima, sentendo comunque costantemente il rischio di perdere il controllo, e divertendomi di conseguenza sempre meno rispetto a prima.
    Ovviamente la teoria non é la pratica, ma pensavo che qualche nozione su situazione (ingresso/curva/uscita)->comportamento dell'auto->reazione su gas e sterzo->comportamento dell'auto potessero essere d'aiuto per comprendere il principio di qualcosa che non avevo mai provato prima. Tutto qui. :D
    Avere uno spazio ampio per provarne le reazioni senza rischi sarebbe stato buono, perché in una strada di montagna dove se sbagli fai danni di certo non azzardo.
     
  12. 6pistoni

    6pistoni Collaudatore

    460
    84
    30 Ottobre 2017
    Reputazione:
    902.969
    BMW 330xD
    Io ti do un consiglio vecchia scuola: prendi l'auto, vai in un piazzale deserto, meglio se bagnato da pioggia.. e dai sfogo ai tuoi istinti. Ti diverti, e impari qualcosa sull'auto (le gomme non ringrazieranno :lol:)
     
  13. Drifting

    Drifting Aspirante Pilota

    19
    1
    4 Febbraio 2020
    Bergamo
    Reputazione:
    0
    XDrive28i F31
    Ciao
    Guarda che nn ho detto INIZIARE ad accelerare, ma aprire TUTTO il gas a ruote dritte, il gas è inversamente proporzionale allo sterzo, se avessi un auto da corsa senza controlli penso che capiresti in un lampo cosa intendo.
    Per il comportamento della vettura, a livello di telaio trovo ben strano che ti sembra peggio, io ho la serie 3 tu la 4 Immagino sia un po’ più lunga e con un passo maggiore magari è anche leggermente più larga ma non penso che sia peggio della mia serie 3 come comportamento.

    Io provengo da A3 come te ma, sarà che la mia montava un 3,2 ( motore pesantuccio) interamente a sbalzo sull asse anteriore,( quindi dinamicamente un disastro) se faccio un confronto con questa mi ritrovo ad andare banalmente molto molto più veloce facendo meno fatica, cioè mi sembra un auto a prova di incapace probabilmente sarà dovuto al fatto che è xdrive , anche mettendo sport+ quindi senza controlli, scoda un po’ di più ma si riallinea da sola, fa tutto lei.
    Ho provato pure in un piazzale ovviamente BAGNATOnon troppo grande quindi non sono riuscito a fare lanci veri e propri e poi intravrsarla, però per quel poco ho notato che nn c’è verso scoda un po’ ma poi il ripartitore sbatte sull anteriore, non sono riuscito manco a fargli fare una scodata a 180 gradi , cosa che invece con la A3 che era quattro mi riusciva tranquillamente da semifermo, manovre fatte con gas più o meno al 100% e senza controlli ( con entrambe le vetture).
    Be comunque tornando a te ti auguro di entrare in confidenza, si lascia perdere le strade non idone come quelle di montagna e prova a sto punto a lasciare inserito il controllo di trazione, perché con quello non dovresti percepire insicurezza.
    Poi non so se la tua A3 era mappata ed era più o meno potente di questa, ma nn credo sia quello il problema
     
  14. Bejido

    Bejido Kartista

    196
    26
    14 Settembre 2019
    RM
    Reputazione:
    0
    4.20d G.C. (F36)
    Come detto, purtroppo non ho piazzali a disposizione, tranne uno quasi sempre chiuso perché tutti con la macchina andavano lí a fare sgommate. Poi davanti c'é la municipale, quindi é altamente sconsigliato, anche se un paio di volte ho fatto una "colpita e fuga"! xD
    Giusto, "tutto" non é "iniziare", ma comunque rientra in quel range di sicurezza che evita sbandatelle perché dosando bene il gas nemmeno la serie 4 si muove. Tutto sta nel riuscire a spalancare tanto quanto basta, in uscita, per consentirle una lieve sbandata controllata (quindi ripeto, non parlo di curva in drift).
    La mia A3 era un 2.0 TD con mappa a 240 cv, quindi molto oltre questa a livello di potenza. Era un'anguilla sul misto, e con tutti i controlli che lampeggiavano come il display di un flipper non ho mai avuto problemi nel gestirla, mai ho pensato di non sapere come avrebbe reagito ad una mia azione su sterzo e acceleratore. Sará che forse l'ho avuta per una decina di anni ed era diventata una parte di me, ma con la serie 4 sento che é tutto piú imprevedibile. Probabilmente questione di pratica anche, ma é indiscutibile che una TP richiede piú attenzione di una TA, pertanto la pratica diventa soggetta a molte piú attenzioni e di conseguenza richiede piú tempo.
    Avessi il famoso piazzale avrei sacrificato quel che rimaneva delle gomme prima di cambiarle e sicuramente avrei ottenuto le informazioni pratiche che mi servono... ma vabbé, non si sa mai che riesca a trovare il posto che fa al caso mio. :p

    Ad ogni modo grazie per le risposte! :biggrin:
     
  15. Nicola Spinazzola

    Nicola Spinazzola Presidente Onorario BMW

    16.520
    819
    7 Febbraio 2007
    Reputazione:
    6.545.052
    Alpine A110 Pure
    Guidare una trazione anteriore o posteriore o addirittura integrale è del tutto simile; in qualche corso di guida feci l'esempio della corda. Immagina di avere una corda legata allo sterzo e all'acceleratore, quando lo sterzo è dritto la corda è lenta e puoi dare tutto gas; se invece siamo impegnati in una curva con lo sterzo girato, la corda sarà tesa e dovremo aspettare il riallineamento per poter man mano aprire il gas. Come ti dicevo questo vale per tutte le trazioni, l'importante è utilizzare bene lo sguardo, una volta raggiunto il punto di corda dobbiamo alzarlo per vedere la traiettoria che dovremo seguire in uscita di curva (i motociclisti conoscono bene l'utilizzo dello sguardo).

    Basta seguire pedissequamente queste note che tutto andrà bene, e anche se eccederai sul bagnato, senza i controlli attaccati, dando gas solo nel momento in cui sta riallineando, la perdita di aderenza sarà molto progressiva.

    L'errore di molti è che trovandosi lenti a centro curva, tendono ad andare troppo presto sull'acceleratore, generando un sottosterzo che fa perdere la traiettoria che culmina nelle TP in un successivo sovrasterzo tanto brusco quanto sarà impegnato lo sterzo.
     
    A Afterburner, timis e rich20 piace questo elemento.
  16. Bejido

    Bejido Kartista

    196
    26
    14 Settembre 2019
    RM
    Reputazione:
    0
    4.20d G.C. (F36)
    Grazie, terró a mente di avere il tutto infiocchettato per avere un aiuto in piú. :)
     
  17. huskywr240

    huskywr240 Presidente Onorario BMW

    20.703
    1.371
    8 Marzo 2011
    LV-223
    Reputazione:
    102.871.290
    Saab 93 Aero Hirsch 2.8 V6 Turbo
    Se uno ha il piede piu' sul freno che sull'acceleratore tende infatti ad entrare troppo lento in curva e come precisato se cerca di recuperare troppo in fretta sbilancia la macchina, ma tra ta e tp c'e' una differenza di non poco conto.
    Con la ta per "affondare" con l'acceleratore aspetto il punto di corda, con tp inizio molto prima, non in modo brusco ma appena entro in curva inizio una costante accelerazione in crescendo senza aspettare il punto di corda, la tp permette di accelerare prima della ta dato che la ta tende a spingere il muso verso l'esterno curva (la macchina tende quindi ad andare dritta) mentre con la tp il muso chiude, ovviamente non si deve esagerare altrimenti la coda "parte" perdendo aderenza, ma mentre la ta se si eccede comporta di dover rallentare con la tp si possono effettuare correzioni senza decelerare.
    Questo e' anche il motivo per cui i piu' in curva vanno piu' lenti, proprio perche' aspettano il punto di corda per accelerare, io inizio subito.
    I piu' commettono anche l'errore di arrivare troppo vicino all'ingresso curva facendo staccate violente, in questo modo il muso della macchina si appesantisce alleggerendo il posteriore e la macchina non e' pronta per affrontare la curva con assetto sbilanciato, meglio quindi rallentare un po' prima in modo piu' progressivo scalando marcia e sfiorando appena i freni, in questo modo il corpo vettura e' in posizione stabile pronto ad affrontare la curva con maggiore stabilita' potendo "aprire" prima del punto di corda.
    In sintesi, il classico "pestone" sui freni subito prima della curva arrivando troppo veloci e' il peggior errore che surriscalda anche i freni usurandoli maggiormente.
    Aspettare di piu' a frenare facendolo in modo violento fa si arrivare piu' veloci in ingresso curva, ma quel che si pensa erroneamente di aver guadagnato lo si perde trovandosi con il corpo vettura sbilanciato con velocita' di percorrenza in curva inferiore, a lungo andare poi come detto surriscalda i freni rendendo nel tempo meno efficace la frenata, il che comporta poi che chi ha questo stile di guida dopo qualche curva avra' meno potere frenante perdendo il vantaggio o rischiando di fare dei dritti, cosa che succede spesso ai principianti in curva con guida "old stile".
     
    Ultima modifica: 14 Aprile 2020
  18. Nicola Spinazzola

    Nicola Spinazzola Presidente Onorario BMW

    16.520
    819
    7 Febbraio 2007
    Reputazione:
    6.545.052
    Alpine A110 Pure
    Non sono d'accordo con te, per quanto riguarda il momento in cui si inizia a dare gas, vale sempre lo stesso discorso, finchè non sei in gradi di aprire sterzo non puoi andare sull'acceleratore, sia che abbia una Ta che una TP. Quando sei al limite non hai margine per fare altro, se durante l'appoggio tutta l'aderenza è distribuita sulle ruote esterne, come applichi una qualsiasi forza di trazione senza liberare sterzo e quindi forze laterali, andrai in sotto con la trazione anteriore e sovrasterzo con la posteriore. Poi che tu riesca ad anticipare, rispetto all'uscita di curva, l'apertura sterzo per far proseguire la traiettoria con un leggero sovrasterzo, sappi che lo si può fare anche con una TA dotata di autobloccante vectoring. Quello che cambia è il trasferimento di carico che ti consente di dare più gas con la TP ma anche qui non è del tutto vero, dipende dall'assetto e dalla potenza dell'auto. Comunque accelerare prima del punto di corda è un errore tecnico, vuol dire che non eri abbastanza veloce in percorrenza. Per quanto riguarda le fasi di percorrenza della curva, in linea di massima la curva, per chi vuole fare il tempo, è una interruzione di un moto rettilineo a pieno gas. Quindi per meno tempo abbandoni l'acceleratore a tavoletta e più forte vai. Ma lo stile di guida può essere più o meno aggressivo rispetto alla potenza e al peso dell'auto. Più è potente e più spigolerai la curva (aggressivo) per rinunciare ad un pò di velocità di percorrenza per poter aprire prima sterzo e gas. Comunque più freno porti dentro la curva e più velocità porti, più riduci la fase di percorrenza nella quale sei senza freno e senza gas e più andrai forte. Ecco perchè le GT da corsa (3 e 2) sono tarate con un leggero sotto in percorrenza, perchè devono essere molto stabili in frenata ed uscita di curva. Un'auto potente con assetto neutro non sarà mai altrettanto efficace. Più scende la potenza e più tenderai a: curvare rotondo senza spigoli; avere un assetto neutro, cercando di ottimizzare i trasferimenti di carico tra inserimento e percorrenza.
     
    A Afterburner, 070 e rich20 piace questo elemento.
  19. huskywr240

    huskywr240 Presidente Onorario BMW

    20.703
    1.371
    8 Marzo 2011
    LV-223
    Reputazione:
    102.871.290
    Saab 93 Aero Hirsch 2.8 V6 Turbo
    Ovviamente auto molto sportive o ancor piu' da gara hanno assetti, freni e gomme differenti che permettono stili di guida differenti.
    Un assetto piu' rigido punta meno in frenata e sbilancia meno il corpo vettura, i freni sono meno sollecitati (salvo voler fare il tempo tirando al collo), su strada si va veloci ma non si puo' certo aver lo stesso stile di guida della pista, anche perche' non ci sono vie di fuga, spesso non si ha visibilita' completa della curva e non si sa cosa ci sia poco piu' avanti, l'asfalto potrebbe essere sporco, bagnato o irregolare, la condotta su strada e' necessariamente meno "estrema" rispetto ad una pista e cambia quindi anche lo stile di guida.
    Due cose non concordano, o si arriva troppo al limite della curva dovendo pestare i freni con sbilanciamento del corpo vettura, quindi non pronto all'inserimento in curva, o si arriva "puliti" con assetto stabile pronto nell'ingresso curva ad accelerare subito.
    E' matematico, il pestone non fa andare piu' veloci in curva, fa arrivare prima in ingresso curva, ma il corpo vettura si sbilancia e inevitabilmente non si puo' accelerare subito, una guida piu' pulita non e' piu' lenta, anzi, complessivamente tra ingresso ed uscita curva da' tempi migliori, ovviamente qua si parla di auto "normali" e non da gara dove gomme, freni e assetto sono ben differenti con anche minor peso ;)
    Meglio quindi, se proprio si vuole, dare il pestone un po' prima per poi accelerare entrando in curva con assetto neutro pronto ad andare in appoggio e non sbilanciato.
    Quando si frena il peso va all'anteriore, iniziare a curvare in questa condizione con assetto ancora sbilanciato puo' portare il posteriore a perdere aderenza.
    Se poi la macchina ha un assetto molto rigido o un bilanciamento che non fa puntare il peso all'anteriore allora si che magari si puo' far diversamente, alcune auto ad esempio in frenata non puntano l'anteriore ma "si abbassano" in modo uniforme, questo permette sia di avere un corpo vettura piu' stabile in ingresso curva, sia di frenare meglio perche' il peso che resta al posteriore permette anche ai freni posteriori di lavorare meglio.
    Poi il tutto va bilanciato e chi ha piu' perizia trova la giusta via di mezzo tra arrivare veloce in ingresso curva senza sbilanciare il corpo vettura, chi non ha esperienza invece eccede con il pestone scomponendo troppo il corpo vettura o rischiando un dritto e peggiorando le prestazioni in corrispondenza delle curve.
    Io preferisco una guida piu' pulita e permette infatti maggiore velocita' in curva potendo accelerare molto prima di chi fa il classico pestone, non perche' la macchina sia lenta, ma perche' ho l'assetto bilanciato pronto ad andare in appoggio, mentre chi fa il pestone all'ultimo lo ha sbilanciato, arriva piu' veloce in ingresso curva, ma poi non puo' aprire subito per questo, risultando di fatto lento.
    Se ho davanti qualcuno che guida cosi' una volta in curva infatti poi va piu' piano di come potrei andare io, sempre ed in ogni caso, proprio perche' la macchina scomposta non e' stabile e deve aspettare il punto di corda.
    Se sono davanti io al contrario dato che apro prima quando arrivo al punto di corda la macchina dietro e' gia' molto distanziata andando piu' piano perche' aspetta il punto di corda.
    Ognuno ha il suo stile di guida, sul dritto conta il motore ma son appunto le curve che fanno differenza sui tempi, se esistesse una unica verita' chi fa il pilota di professione avrebbe gia' acquisito l'unico modo di guidare possibile al meglio e avrebbero tutti gli stessi tempi a parita' di auto, ma infatti non e' cosi'.
    Aspettare al limite per fare poi il pestone quasi dentro la curva a mio vedere e' un errore, comporta una guida piu' "sporca" sforzando maggiormente freni e gomme e sbilanciando il corpo vettura che non va correttamente in appoggio con conseguente velocita' in curva inferiore, ad oggi ho sempre visto su strada o pista come riscontro che lo stile di guida vecchia scuola classico e' meno "pulito" e meno efficace.
     
  20. huskywr240

    huskywr240 Presidente Onorario BMW

    20.703
    1.371
    8 Marzo 2011
    LV-223
    Reputazione:
    102.871.290
    Saab 93 Aero Hirsch 2.8 V6 Turbo
    Sintetizzando per i piu' pigri a leggere ;), c'e' differenza tra auto da gara e stradali, come anche guida su strada o pista e questa differenza permette anche uno stile di guida diverso, quel che e' vero in pista su strada cambia per vari motivi.
     

Condividi questa Pagina