1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.
  2. Sostieni il forum! Iscriviti al BMWpassion vClub e avrai avatar speciale e rimozione della pubblicità! Clicca Qui!

Trattamento al teflon...EURI?

Discussione in 'Meccanica ed elettronica BMW' iniziata da vanos, 23 Luglio 2004.

  1. vanos

    vanos Secondo Pilota

    501
    0
    22 Giugno 2004
    Reputazione:
    10
    E46 330d Touring MII Ind.
    Ragazzi, magari l'argomento è già stato oggetto di altri post...chiedo scusa, ma mi sapreste dire a quanto ammonta un trattamento al teflon fatto a regola d'arte e quali sono le parti meccaniche che vanno assolutamente trattate in ordine di priorità???

    Vorrei sottoporre la mia 330d (184cv ancora x poco :mrgreen:) ad un simile trattamento post rimappa x scrupolo (intedo rimappare rimanendo intorno ai 212/218cv e 450/460Nm di coppia max)...quindi niente di esasperato ma un rinforzino al teflon x le parti sensibili non mi dispiacerebbe...ammesso che non costi uno sproposito e che sia veramente efficace!

    Altra question: sono prossimo al tagliando (olio+ filtro olio), posso rimappare anche prima del tagliando o meglio aspettare l'olietto ed il filtro nuovi?

    Accetto consigli da chi ha già "operato" e anche da tutti gli altri, ovviamente... :razz: GRAZIE!
     
  2. teo 121121

    teo 121121 Amministratore Delegato BMW

    2.598
    2
    20 Aprile 2004
    Reputazione:
    101.773
    535d Touring
    questi sono le varie formulazioni di tratt al teflon:

    "TS"

    E' un prodotto innovativo creato per consentire un'immediata ottimale pulizia e lubrificazione delle valvole e delle varie componenti della parte alta del motore 4 tempi, compresa camera di combustione.
    Il processo di combustione di qualsiasi carburante produce residui carboniosi che si depositano nella camera di combustione e sulle valvole, ostacolandone la funzionalità.
    Tali incrostazioni sono riscontrabili in un veicolo anche dopo pochi km di percorrenza e, accumulandosi, peggiorano sempre più il processo di combustione, determinando un decadimento delle prestazioni in termini di potenza e brillantezza, con conseguente aumento dei consumi e delle emissioni inquinanti.
    Il trattamento iperlubrificante "TS" apporta sensibili benefici perché:
    - supplisce all'inadeguato potere lubrificante della "benzina verde";
    - consente ai motori progettati per la "super" di non subire onerose modifiche e rende superfluo l'uso di additivi lubrificanti nel carburante. Indispensabile soprattutto per i veicoli d'epoca;
    - riduce immediatamente l'opacità dei "diesel".

    METODO DI AZIONE

    Inalato lentamente nella camera di combustione, la formulazione disgrega gradualmente le incrostazioni esistenti, espellendole con i gas di scarico. Il PTFE riveste le superfici metalliche della camera di combustione (valvole comprese), iperlubrificandole permanentemente e proteggendole da usura ed elevato calore. L'elevato potere antiaderente del PTFE non consente la riformazione dei residui carboniosi per la durata fisiologica della formulazione, circa 25.000 km.

    VANTAGGI

    - Funzionamento più disinvolto e silenzioso
    - Incremento di compressione
    - Maggiore accelerazione ed elasticità
    - Riduzione dell'usura delle valvole
    - Riduzione del consumo di carburante
    - Riduzione immediata della fumosità, soprattutto nei "diesel" e degli incombusti.

    Tutti questi vantaggi sono riscontrabili nell'arco di 15 minuti max.

    APPLICAZIONE

    Dopo aver agitato energicamente il flacone, introdurre la formulazione attraverso la presa aspirante aria più vicina al collettore (es.: depressore del servofreno, filtro aria, farfalla,ecc.)
    - Il trattamento deve essere effettuato a motore possibilmente freddo
    - Tenere il motore ad un regime di 300-500 giri più elevato del minimo
    - Inalare lentamente la formulazione, una spruzzata ogni 10-15 secondi. Tanti più km. di percorrenza ha il motore, tanto più lentamente occorre procedere.
    - Evitare che la formulazione venga aspirata in un'unica soluzione!!!
    - Dopo 3 inalazioni, dare un colpo secco di acceleratore
    - Ritornare al regime iniziale e continuare l'applicazione
    - Durante l'applicazione potrà essere emesso molto fumo bianco dallo scarico, causato dalla rimozione delle impurità. Evitare di respirarlo!
    - Lasciare in moto finquando perdurano corpose emissioni.
    Il dosaggio da applicare è pari al 5% della cilindrata (es.: 2000 cmc = 100 ml di H.P. "TS")
    Su motori civili e/o da lavoro è consigliabile un'applicazione ogni 25.000 km. o quando se ne avverte la necessità.
    Su motori da competizione, dopo il primo trattamento, inalare l'1% prima di ogni gara.

    "CL"

    Questa formulazione al PTFE complesso potenziato reattivo è idonea al trattamento di tutti gli organi lubrificati con olio, con presenza di filtro. Rappresenta l'ultima generazione della tecnologia dell' iperlubrificazione" nei circuiti lubrificati, contenendo, oltre al PTFE, un composto di specifiche materie prime idonee a preservare le caratteristiche chimico fisiche dei normali lubrificanti, anche sotto elevati carichi e le più svariate condizioni climatiche.
    Per questa formulazione viene usato un PTFE con particelle molecolari inferiori ad 1 micron, idonee a sopportare qualsiasi minima tolleranza.

    METODO DI AZIONE
    Il principio su cui si basa il trattamento "CL" è il seguente: rivestendo due superfici metalliche, che scorrono a contatto tra di loro, con una sottile pellicola di PTFE, l'attrito sviluppato viene drasticamente ridotto (circa l'80%), comportando una notevole riduzione dell'energia necessaria al funzionamento di quelle parti che devono necessariamente scorrere a contatto tra di loro con una frequenza molto elevata, per esempio "pistone e cilindro".

    MENO ATTRITI = MAGGIORE POTENZA

    Minore energia applicata significa aumento di potenza. L'incremento medio, in un motore ad alte prestazioni, è mediamente del 3% quando sottoposto ad estremi carichi. L'errore più ricorrente quando si sottopone un motore trattato col PTFE al test del "banco prova" è quello di attendersi, in pochi istanti, un aumento spropositato di potenza! Poiché gli attuali lubrificanti sono di una qualità molto elevata, è necessario prolungare la prova fino agli estremi limiti di resistenza del lubrificante per poter effettivamente comprovare l'efficacia dell'"iperlubrificazione"! Cioè, quando la decomposizione chimico fisica del normale lubrificante comincia a creare maggiori attriti ed erodere potenza! Erosione che non avviene in un motore "iperlubrificato". E, soprattutto, verificare dopo lo stress subito, le sostanziali differenze di logorio esistenti tra un motore "trattato" ed uno "non trattato".
    I valori di erosione di potenza causati dall'attrito sono nettamente superiori in altri organi di una vettura: vedi cambio e differenziale.
    Organi lubrificati in misura insufficiente rispetto al volume degli ingranaggi ed ai carichi di lavoro cui sono sottoposti, se rapportati volumetricamente al quantitativo di lubrificante esistente nel corpo motore.
    Questa penalizzante equazione, comporta notevoli perdite di potenza al motore causate dai freni dinamici cui deve suffragare e si manifestano con l'aumento delle temperature operative e con maggiori consumi, a parità di prestazioni.
    Testando le prestazioni di una vettura su un "banco a rulli", dopo un trattamento "iperlubrificante" a cambio e differenziale si potranno notare:
    - incremento di potenza alle ruote
    - incremento di potenza al motore
    - riduzioni del consumo di carburante
    - riduzioni delle emissioni nocive I relativi valori sono suscettibili di variazioni, anche sensibili tra i vari modelli, per cui qui non rappresentabili.

    RIDUZIONE DEL LOGORIO CAUSATO DALLE PARTENZE A FREDDO

    La prima applicazione del PTFE nei motori nacque proprio per la riduzione dell'usura nelle "partenze a freddo". Ogni operazione riduce la durata di un motore mediamente di 2 ore poiché la parte alta è assolutamente priva di lubrificazione.
    Quando le superfici di scorrimento sono protette dal rivestimento permanente di PTFE, l'usura viene annullata e le partenze a freddo facilitate in qualsiasi condizione, soprattutto in presenza di temperature ambientali molto rigide, migliorando anche l'operatività complessiva.
    Il trattamento può essere effettuato sia su motori nuovi, a livello preventivo, che su motori usurati: riempendo le micro-porosità causate dall'usura, ripristina le originali condizioni "pistone-fascia-cilindro" e ristabilizza l'adeguata compressione.


    PROTEZIONE E SICUREZZA


    La micropellicola di PTFE, evitando il contatto metallo su metallo, protegge tutti gli organi da possibili grippaggi dovuti al calore ed alla conseguente espansione dei metalli.
    Inoltre, la micropellicola costituisce un eccellente autolubrificante di emergenza in caso di accidentale guasto o totale assenza di lubrificante.

    PROTEZIONE CONTRO CORROSIONE ED ATTACCHI CHIMICI


    Nei circuiti lubrificati avvengono numerose reazioni chimiche causate soprattutto dal calore sviluppato dall'azione meccanica e dal conseguente deterioramento delle caratteristiche chimico fisiche dei lubrificanti.
    Tali reazioni creano prodotti di decomposizione che, aderendo alle superfici metalliche, compromettono l'ottimale funzionamento degli organi.
    Il PTFE è un composto chimicamente inerte, ovvero, non reagisce con nessun'altra sostanza esistente per cui è una valida barriera contro tali depositi e contro l'ossidazione che essi possono causare.

    DURATA DEL TRATTAMENTO


    La durata minima di un trattamento nei circuiti lubrificati è di 80-100.000 Km.

    CAMBI OLIO

    La formulazione attecchisce sui metalli e non è più accidentalmente rimovibile. La parte eccedente rimane sospesa nell'olio e ne migliora caratteristiche e durata, oltre a fungere da immediato rincalzo ove la pellicola fosse asportata o abrasa.
    Per garantirsi questa possibilità dopo i successivi cambi olio, è consigliabile aggiungerne una percentuale variabile, secondo i carichi operativi, dallo 0,50 all'1% dopo ogni cambio di olio.


    APPLICAZIONE

    Agitare il flacone prima dell'uso.
    In presenza di temperatura ambientale rigida è consigliato di scaldare il flacone, immergendolo in acqua calda per qualche minuto.


    MOTORE.
    - Dopo aver sostituito olio e filtro, portare l'olio a temperatura operativa.
    - Spento il motore, aggiungere un quantitativo di formulazione pari al 3% della quantità di olio.
    Es.: per 5 lt. di olio aggiungere 150 ml.
    In presenza di eccessive temperature di esercizio o eccessivo consumo di olio, è possibile aggiungere fino al 5% della formulazione
    - Per un'ottimale ed immediato trattamento è necessario che il motore rimanga acceso per 30 min.,
    possibilmente marciando.


    (CAMBI - DIFFERENZIALI - PIEDI NAUTICI )
    "CD"

    Pur essendo la formulazione "CL" validissima e consona per tutti i circuiti lubrificati, il ns. Centro Ricerche, sempre teso a raggiungere nuovi traguardi, ha circoscritto le problematiche più gravose degli ingranaggi medio - piccoli ove non sono presenti filtri - olio, creando una formulazione che migliora ancor più prestazioni e durata.
    "CD" è una formulazione innovativa espressamente studiata per migliorare permanentemente la lubrificazione negli organi maggiormente sottoposti ad attriti, soprattutto ove la normale lubrificazione è insufficiente a smaltire adeguatamente il calore, compromettendo gravemente la composizione chimico - fisica del lubrificante e fungendo, quindi, da notevole freno dinamico alla potenza del motore.

    METODO DI AZIONE


    Il principio su cui si basa il trattamento "CD" è il medesimo della formulazione "CL" (vedi scheda illustrativa). La differenza consiste nella creazione di una pellicola avente uno spessore superiore rispetto a "CL", (le tolleranze degli ingranaggi per destinazione e l'assenza del filtro - olio lo consentono) in grado di sopportare meglio e più a lungo gli stress operativi.

    DURATA DEL TRATTAMENTO


    La durata del trattamento supera ampiamente gli 80-100.000 Km., o corrispettive ore lavoro. Poiché i benefici apportati dalla formulazione sono evidenti, non sarà difficile individuare il momento di rieffettuare il trattamento.

    APPLICAZIONE


    CAMBIO ( è consigliato usare la formulazione "CD", vedi scheda)
    - TRAZIONE ANTERIORE
    - Si effettua contemporaneamente anche il trattamento del differenziale.
    - Sostituire l'olio, non riempire completamente il serbatoio
    - Aggiungere, possibilmente usando una "siringa di plastica", un quantitativo di formulazione pari al 4% della quantità totale di olio. Completare il riempimento.
    - Qualora si usi la formulazione "CD" , è consigliabile miscelarla bene direttamente all'esatta quantità di olio (meno il quantitativo di "CD") prima del riempimento.
    - N.B. Non trattare cambi automatici, senza aver interpellato il ns. servizio tecnico
    - In presenza di "sincronizzatori usurati" (marce che grattano) evitare il trattamento.
    - In presenza di marce particolarmente ostiche, anche da fermi, inserirle e disinserirle per qualche
    minuto, affinchè il PTFE diventi immediatamente operativo.
    - TRAZIONE POSTERIORE (è consigliato usare la formulazione "CD"
    - Sostituire gli oli di cambio e differenziale
    - Aggiungere all'esatta quantità di olio il 2% e miscelare bene prima del riempimento.
    - Nel differenziale, aggiungere dal 5% al 10%


    DIFFERENZIALI AUTOBLOCCANTI


    E' possibile trattare anche i "differenziali autobloccanti" usando la seguente precauzione:
    - Dopo il trattamento: - marciare per circa 30 minuti evitando di affrontare curve a velocità elevata oppure posizionare la vettura su cavalletti ed inserire la trasmissione per 30 minuti.

    Il kit comprende:

    CL 280ml
    CD 140ml
    TS 100ml

    poi c'è anche il trattamento per turbine e manicotti, oltre al grassso per i cuscinetti...

    (ho fatto copia-incolla)
     
  3. teo 121121

    teo 121121 Amministratore Delegato BMW

    2.598
    2
    20 Aprile 2004
    Reputazione:
    101.773
    535d Touring
    il kit testata-cambio-motore costa 120euro+spedizione
     
  4. vanos

    vanos Secondo Pilota

    501
    0
    22 Giugno 2004
    Reputazione:
    10
    E46 330d Touring MII Ind.
    Grazie Teo...
    ottima ed esaustiva la relazione che hai postato.
    Mi sapresti dare anche il link della casa produttrice di questi prodotti?

    Credo che x la turbina il gioco non valga la candela...VERO?
    Smontare le giranti e sottoporla a simili trattamenti sarebbe + costoso in proporzione che acquistare una turbina di dimensioni maggiori...

    GRAZIE ANCORA :lol:
     
  5. teo 121121

    teo 121121 Amministratore Delegato BMW

    2.598
    2
    20 Aprile 2004
    Reputazione:
    101.773
    535d Touring
    per la turbina è bene farlo quando elabori la vettura...per tenere un pò di affidabilità.
    magari se rimappi e guadagni molti cv...
     
  6. teo 121121

    teo 121121 Amministratore Delegato BMW

    2.598
    2
    20 Aprile 2004
    Reputazione:
    101.773
    535d Touring
    per la marca, non sò di preciso...
    un mio amico li commercializza, lui li vende a preparatori per auto da gara.
    un altro mio amico fà auto per gare in salita e pista e lo usa...però lo mischia con un'additivo che lo fà durare meno e rendere di più...sai, deve durare una gara, non 100.000km!!!
    se ti serve posso chiedere...
     
  7. vanos

    vanos Secondo Pilota

    501
    0
    22 Giugno 2004
    Reputazione:
    10
    E46 330d Touring MII Ind.
    Ok Teo GRAZIE :biggrin:
    Non appena rimappo e mi decido per il teflon magari ti contatto privatamente e ci accordiamo...
    GRAZIE e a risentirci \:D/
     
  8. Luca_M3

    Luca_M3 Amministratore Delegato BMW

    3.456
    1
    14 Aprile 2004
    Reputazione:
    14
    BMW 630 SMG
    Anch'io ho intenzione di fare questo trattamento dopo aver letto il servizio su Elaborare...pero' li parla del diesel, la prova con il benzina l'hanno già fatta!
    Vengo al dunque:
    Qual è il giusto trattamento da effettuare sul mio motore a benzina 318 ci 118cv??
    Quali prodotti? Dove li trovo? Quanto costano? Come effettuare il trattamento?
    Grazie
     
  9. teo 121121

    teo 121121 Amministratore Delegato BMW

    2.598
    2
    20 Aprile 2004
    Reputazione:
    101.773
    535d Touring
    c'è scritto tutto sopra...

    se ti serve posso chiedere al mio amico...
     
  10. Luca_M3

    Luca_M3 Amministratore Delegato BMW

    3.456
    1
    14 Aprile 2004
    Reputazione:
    14
    BMW 630 SMG
    E' un trattato...mi viene il mal di testa a leggere tutto!!
    Potresti essere piu' conciso...scusa se sono un rompiscatole!!!!!
    grazie
     
  11. RALLYMAN

    RALLYMAN Presidente Onorario BMW

    15.825
    169
    11 Febbraio 2004
    Reputazione:
    153.211
    335xi E90 M-Sport+530d Futura
  12. teo 121121

    teo 121121 Amministratore Delegato BMW

    2.598
    2
    20 Aprile 2004
    Reputazione:
    101.773
    535d Touring
    dipende dove vuoi fare il trattamento, il kit motore-cambio-testata costa 120euro...

    per il motore lo metti nell'olio motore, per la testata lo spruzzi o dal filtro o nei collettori d'aspirazione, per il cambio lo metti nell'olio del cambio.
     
  13. Luca_M3

    Luca_M3 Amministratore Delegato BMW

    3.456
    1
    14 Aprile 2004
    Reputazione:
    14
    BMW 630 SMG
    Ohhhhhh!!!!
    Cosi' è chiaro!!
    Che marche consigliate oltre a Slick50???
     
  14. teo 121121

    teo 121121 Amministratore Delegato BMW

    2.598
    2
    20 Aprile 2004
    Reputazione:
    101.773
    535d Touring
    guarda, io uso quello che commercializza il mio amico, come ho già detto, lui lo vende ai preparatori, lo usa anche un mio amico che prepara auto per gare in salita, lui aggiunge un'altro additivo per ridurre la durata e migliorare la resa...
     
  15. RALLYMAN

    RALLYMAN Presidente Onorario BMW

    15.825
    169
    11 Febbraio 2004
    Reputazione:
    153.211
    335xi E90 M-Sport+530d Futura
    Quello è il primo e l'originale (e secondo me anche il migliore).
    Poi ce ne sono diversi:
    Slider 2000, Ceramic Power Liquid tanto per citare i primi 2... :rolleyes:
     
  16. teo 121121

    teo 121121 Amministratore Delegato BMW

    2.598
    2
    20 Aprile 2004
    Reputazione:
    101.773
    535d Touring
    Il ceramic, non contiene teflon.
    non sò la marca, non mi sembra slider cmq...
     
  17. RALLYMAN

    RALLYMAN Presidente Onorario BMW

    15.825
    169
    11 Febbraio 2004
    Reputazione:
    153.211
    335xi E90 M-Sport+530d Futura
    Infatti il Ceramic è ceramico! :lol:
    Lo Slider è al P.T.F.E. (Teflon) come lo Slick. :rolleyes:
     
  18. teo 121121

    teo 121121 Amministratore Delegato BMW

    2.598
    2
    20 Aprile 2004
    Reputazione:
    101.773
    535d Touring
    si chiama Hyperslider o qualcosa del genere...
     
  19. Luca_M3

    Luca_M3 Amministratore Delegato BMW

    3.456
    1
    14 Aprile 2004
    Reputazione:
    14
    BMW 630 SMG
    Su elaborare usano Sintoflon...
     
  20. teo 121121

    teo 121121 Amministratore Delegato BMW

    2.598
    2
    20 Aprile 2004
    Reputazione:
    101.773
    535d Touring
    è quello più commerciale...

    Volevo specificare che non ci guadagno niente io...ve lo consiglio solo perchè mi trovo bene ed è un buon prodotto.
     

Condividi questa Pagina