Sardegna, marea nera....qualcuno sa il relae stato della costa? | BMWpassion forum e blog
  1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Sardegna, marea nera....qualcuno sa il relae stato della costa?

Discussione in 'Viaggi e turismo' iniziata da ggcapp, 31 Gennaio 2011.

  1. ggcapp

    ggcapp Amministratore Delegato BMW

    3.627
    247
    7 Dicembre 2007
    Reputazione:
    58.716
    un paio!
    La notizia e' stata in pratica tralasciata, ma in Sardegna nella zona tra Stintino e Santa Teresa di Gallura si sono riversati migliaia di litri di olio combustibile classificato r45 ovvero cancerogeno. Sul web si trovano notizie frammentarie e ognuno esprime la prorpia opinione ma fatta salva la pulizia dei litorali non riesco a capire l'entita' del danno e cosa ci sia da aspettarsi nei prossimi mesi.](*,)
     
  2. ggcapp

    ggcapp Amministratore Delegato BMW

    3.627
    247
    7 Dicembre 2007
    Reputazione:
    58.716
    un paio!
    mi stanno arrivando notizie disastrose. I media non ne parlano perche' eni deve coprire la vicenda onde evitare probelmi per l'insediamento del piu' grande bacino per idorcarburi del mediterraneo..:in Sardegna? Lo mettono davvero li? Sante Teresa e' stata gia raggiunta dall'olio combustilbile cancerogeno per contatto. Nessun Sardo mi sa dare notizie dirette?
     
  3. Azuni.M

    Azuni.M Secondo Pilota

    866
    11
    12 Marzo 2007
    Reputazione:
    207
    Ferrari, 730d E66, 320 Cabrio
    a sentire la tv pare che sia tutto sotto controllo, che la pulizia è in atto e che per fortuna tutto si agglomera in grandi "grumi" quindi facilmente reperibili e asportabili.

    a sentire altri pare che stiano sottacendo molto anche per non creare danni alla prossima stagione turistica
     
  4. ggcapp

    ggcapp Amministratore Delegato BMW

    3.627
    247
    7 Dicembre 2007
    Reputazione:
    58.716
    un paio!
    sono risucito a parlare con un ufficio zona Rena Majore e mi hanno disegnato un quadro abbastanza cupo, la sabbia fa emergere a strati il materiale oleoso che si e' spiaggiato ed e stato ricoperto...le palle di robaccia sono solo la parte piu' visibile del danno. Ovviamente l'interesse economico di Eni fa si che la vicenda venga minimizzata. Che schifo....sono in pena per la nostra meravigliosa isola.
     
    Ultima modifica di un moderatore: 2 Febbraio 2011
  5. Azuni.M

    Azuni.M Secondo Pilota

    866
    11
    12 Marzo 2007
    Reputazione:
    207
    Ferrari, 730d E66, 320 Cabrio
    Ho visto oggi delle foto amataoriali: scogli neri dove "batte" l'onda, bruttissimo
     
  6. ggcapp

    ggcapp Amministratore Delegato BMW

    3.627
    247
    7 Dicembre 2007
    Reputazione:
    58.716
    un paio!
    mi dicono che Eni ripaghera' con una campagna mediatica per promuovere la Sardegna...come dire diciamo che tutto va bene tanto se la gente non se ne accorge chi se ne frega.....ricordo che la sostanza dispersa e' cancerogena per contatto prolungato con la pelle, immaginatevi se e' riversata sui litorali sabbiosi e sassosi dove e' penetrata come potrebbe avere un lento rilascio nel tempo....perfetto per farci del bene. Stimano 50.000 litri ma i numeri sono tutt'altro che certi. Le notizie unofficial parlano di danni a lungo termine, la raccolta delle palle di catrame sarebbe come pare un bel palliativo da poco....
     

Condividi questa Pagina