sabato , 4 aprile 2020
Home » BMW NEWS » SPY: avvistata di nuovo la BMW iX3 plug-in Hybrid, con un diverso paraurti frontale

SPY: avvistata di nuovo la BMW iX3 plug-in Hybrid, con un diverso paraurti frontale

Spesso il mondo delle foto spia è pieno di mistero: cosa si nasconderà sotto quel camuffamento? O sotto quei pannelli? A volte può essere difficile capire cosa si nasconde sotto i “veli”, ma in questo caso l’estetica è totalmente scoperta, quindi il problema è capire cosa c’è sotto il cofano. Tuttavia, possiamo dirvi con certezza che ci troviamo di fronte a un veicolo totalmente elettrico, ovvero la BMW iX3. Come lo sappiamo? Semplice, lo dichiara BMW.

Anche se non è stato esplicitamente dichiarato, la mancanza di uno scarico su questo prototipo e la porta plug-in sul fianco lascia pochi dubbi. Questa è già la seconda volta che è stata avvistata questa BMW iX3 e nonostante la mancanza totale di camuffamento, rimangono dei misteri da risolvere. Questo modello monta un paraurti frontale lievemente differente dal solito, il che ci fa pensare a un frontale appositamente differenziato in fase di produzione per meglio distinguere i due modelli.

Non sappiamo nemmeno come questa X3 gestirà l’elettricità. La trazione integrale sembrerebbe scontata, ma ad esempio non si sa nemmeno se saranno presenti due motori o solo uno. Quanta potenza sarà disponibile per il guidatore? Anche questo è un mistero, così come è un mistero l’autonomia di questo mezzo; pensiamo che sia un risultato plausibile quello di equiparare l’autonomia di questa BMW iX3 con quella della Tesla Model X, ovvero tra i 370 e i 450 km.

In ogni caso, è solo la seconda volta che avvistiamo questa BMW iX3, quindi la vettura è ancora in piena fase di sviluppo. Non aspettatevi di vedere tanto presto questo SUV sul mercato, dato che dovrebbe essere disponibile nel 2019 affiancata da una versione ibrida plugin da 300 cavalli e 50 km di autonomia.

About Luca Corsini

Entrato nello staff di BMWPassion a settembre 2017, possiedo una forte passione per le auto ma anche per la tecnologia in generale, cosa che mi consente di seguire l'evoluzione del mercato automobilistico con estremo interesse. Ogni muletto avvistato fa scalpitare il cuore e ogni test drive fa tremare le gambe come se fosse il primo, ma la razionalità che mi caratterizza mi consente di analizzare ogni auto nei suoi minimi dettagli.

Vedi anche

BMW e il sogno del volante mutaforma

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Fin da quando Bertha Benz guidò per ...

Il designer della BMW i8 lascia Monaco per unirsi a Kia

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn L’ex designer di BMW Jochen Paesen ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *