lunedì , 19 novembre 2018
Home » Anteprime » PRIMA MONDIALE: BMW X7 – la bavarese più grande

PRIMA MONDIALE: BMW X7 – la bavarese più grande

BMW X7 exterior 27 830x553

Aspettavamo questo momento da diverso tempo. Un SUV a tre file e sette passeggeri a capo della gamma SUV di BMW era un qualcosa di cui il brand aveva bisogno da diverso tempo. Questo settore è da parecchio tempo monopolizzato dai rivali dei bavaresi, mentre BMW è stata lasciata fuori da questa fascia di mercato. Ora, però, i bavaresi sono pronti per contrastare le ormai affermate Mercedes-Benz GLS e Range Rover.

La BMW X7 è il “SAV” (“Sports Activity Vehicle”) più grande di BMW, oltre a essere il primo vero SUV a tre file di passeggeri del brand. La vettura è davvero enorme grazie ai suoi 5.151 millimetri di lunghezza, 2.000 millimetri di larghezza e 1.805 millimetri di altezza, con un passo di 3.105 millimetri. Un vero carro armato made in Bavaria.

BMW X7 exterior 28 830x553

Design esteriore

Osiamo dire che la vettura è anche più interessante e più bella del concept presentato diversi mesi fa. Per gli appassionati, quel concept era troppo voluminoso e dall’aspetto troppo “dozzinale”. Tuttavia, la versione di produzione sembra molto migliore, grazie alle linee più pulite, eleganti e sofisticate. Certo, le griglie frontali sono gigantesche (fin troppo), ma sicuramente donano un carattere unico e maestoso a tutto il muso della vettura.

BMW X7 exterior 05 830x553

Parliamo dell’auto perfetta? No. Le “mazze da hockey” in stile Serie 7 sul lato sono più grandi che mai e i fari sono un po’ troppo sottili rispetto alle proporzioni degli altri elementi della carrozzeria (sembra quasi che l’auto viaggi con gli “occhi socchiusi”). Nel complesso, però, l’auto restituisce una sensazione di robustezza e di potenza unica, con delle proporzioni ben studiate, seppur molto generose. Insomma, ci troviamo davanti a un buon connubio tra un’auto dal look familiare e tra un’auto dal look relativamente aggressivo per la fascia d’appartenenza.

Design interiore

La terza fila è assolutamente in grado di ospitare anche degli adulti alti almeno 1.80 m, con uno spazio più che discreto per la testa e per le gambe. I climatizzatori dedicati a ogni fila di sedili è contornata con dei profili d’alluminio, per un tocco assolutamente premium. A dire il vero, la stragrande maggioranza degli interruttori fisici sono al 100% metallici e, come potete vedere dalla foto qui in alto, anche la seconda fila di sedili possiede i controlli elettrici per il posizionamento dei sedili, esattamente coma la prima fila di sedili. A quanto pare, BMW non ha badato a spese.

Ad alimentare la BMW X7 sarà una gamma di motori già ben distinta. Per l’Europa saranno disponibili le varianti xDrive30d, xDrive40d e xDrive50d (solo allestimento xDrive30d al lancio)con un motore a sei cilindri in linea 3000cc, la variante a benzina xDrive40i sfrutterà il motore B58 a sei cilindri in linea da 335 CV (0-100 in 5,8 secondi), mentre il modello xDrive50i monterà il motore twin-turbo 4400cc V8 già utilizzato sulla BMW X6 xDrive50i. Infine, sempre al lancio sarà disponibile la versione M50d con motore quadriturbo da 400 cavalli e 700 Nm di coppia.

Tutte le BMW X7 possiedono un cambio automatico a otto rapporti ZF, trazione integrale e sospensioni ad aria adattative.

BMW ha voluto dimostrare tramite svariati test le capacità offroad di questo mezzo, grazie alle quattro nuove modalità di guida disponibili: xSand, xGravel, xRocks e xSnow (hanno messo il suffisso x a tutte le modalità… xDavvero?) – e a un pacchetto off-road opzionale che rafforza il radiatore e la coppa dell’olio. In questo modo, grazie alla vostra BMW X7, potrere raggiungere la vostra casa a Cortina d’Ampezzo senza alcun timore.

Dai test precedentemente trapelati in rete, siamo sicuri che le capacità off-road del mezzo saranno in grado di rivaleggiare con quelle della Range Rover.

Lusso e design

Tutti i modelli della BMW X7 possiedono una sospensione pneumatica a due assi che regola automaticamente l’altezza del veicolo in base alle condizioni della strada. I conducenti possono anche regolare la posizione manualmente con la semplice pressione di un pulsante, con un’escursione massima di 4 cm. E’ disponibile un pacchetto che aggiunge all’insieme i freni M Sport, lo sterzo attivo integrale e il differenziale posteriore M Sport sul modello xDrive50i.

L’elenco degli optional è davvero massiccio: climatizzazione a quattro zone, impianto audio a 10 altoparlanti, ricarica wireless e hotspot Wi-Fi, head-up display (ce lo saremmo aspettati di serie), portiere a chiusura automatica, tetto panoramico “Sky Lounge LED”, portabicchieri riscaldati e raffreddati e pacchetto di intrattenimento posteriore con una coppia di display touchscreen da 10.2 pollici e lettore DVD (davvero sfizioso). Tuttavia sono presenti alcune chicce come equipaggiamento standard, come il pomello del cambio in cristallo e le rifiniture in metallo o vetro per tutti i pulsanti dell’infotainment, manopola dell’iDrive e pulsante start-stop compresi.

Sarà ovviamente presente il BMW Personal Assistant, l’assistente vocale in stile “Siri” presentato assieme alla BMW Serie 3 G20.

Saranno montati come standard dei cerchi da 21 pollici, mentre gli enormi cerchi optional da 22 pollici monteranno degli pneumatici 275/40 frontalmente e degli pneumatici 315/35 posteriormente. Il peso della vettura sarà di 2435 kg per la versione 40i, mentre la versione 50i, grazie al suo motore V8, peserà ben 2547 kg, diventando di fatto la BMW più pesante della storia.

Tuttavia è proprio questo lo scopo della BMW X7, un’auto disegnata per essere la più grande, la più lussuosa e la più spaziosa. Non possiamo dire che questi compiti non siano svolti a dovere dalla nuova, gigantesca ammiraglia formato famiglia e il suo look sofisticato e maestoso rendono bene l’idea del target molto specifico al quale una vettura del genere è rivolta. Mercedes-Benz ha dominato questo segmento per diverso tempo, ma ora i rivali bavaresi sembrano pronti a combattere.

I clienti possono preordinare la BMW X7 direttamente online. I preordini cominceranno già questo mese e i prezzi dovrebbero oscillare dagli €80.000 circa per superare, nelle versioni top di gamma, la soglia dei €100.000 – 110.000.

About Paolo Colucci

Fondatore del primo forum BMW in Italia nel 2002 è da sempre appassionato del marchio bavarese di cui continua a coltivarne l'interesse e promuovendo eventi e raduni per la propria community

Vedi anche

PRIMA MONDIALE | BMW M340i 2020 svelata prima di L. A.

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Fino a quando non vedremo la ...

BMW M8 | la prova di Autocar

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn In rete stanno trapelando da un ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *