domenica , 22 settembre 2019
Home » Anteprime » “Nove cose che abbiamo scoperto sulla nuova BMW Serie 1 F40”: la prova di Top Gear

“Nove cose che abbiamo scoperto sulla nuova BMW Serie 1 F40”: la prova di Top Gear

I ragazzi di Top Gear hanno avuto l’onore di provare in anteprima la nuova BMW Serie 1 F40 e hanno condiviso le loro prime impressioni

BMW Serie 1 F40 testata da Top Gear

Sappiamo che già molti di voi (in un certo senso, come darvi torto?) partono indisposti verso la BMW Serie 1 F40. La più comune trazione anteriore ha soppiantato la mitica trazione posteriore e questo basta per far infuriare i fan di tutto il mondo. Tuttavia, i primi giornalisti che stanno avendo l’onore di guidare in super-anteprima la nuova hatchback bavarese sembrano esserne rimasti soddisfatti e tra questi sono presenti anche i giornalisti di Top Gear. Quest’ultimi hanno da poco redatto una lista di nove cose che hanno scoperto guidando quest’auto e alcune di queste sono sicuramente interessanti.

 

1: Molti clienti non sapevano che la Serie 1 fosse a trazione posteriore

Non che ciò sia una novità, anzi. Confrontandoci direttamente con alcune famose concessionarie BMW italiane, abbiamo potuto constatare come più della metà dei clienti non sapesse affatto di aver acquistato un’auto a trazione posteriore. Follia? Forse sì, ma il punto è che semplicemente a molti clienti non interessa e scelgono la BMW Serie 1 per altri motivi.

2: Resta disponibile la trazione integrale

Le BMW Serie 1 F40 più potenti potranno sempre fare affidamento sulla trazione xDrive, tanto che la più performante M135i monterà solo questo tipo di trazione. Inoltre, sarà presente anche un differenziale autobloccante e l’elettronica sarà tarata in modo da ridurre la sensazione di sottosterzo. Top Gear assicura che questi sistemi funzionano davvero bene.

3: E’ ancora capace di driftare (più o meno)

Top Gear ha potuto provare molte varianti della BMW Serie 1 F40, partendo dalla 118i da 140 cv, passando per la 120d da 190 cv e finendo con la M135i da 306 cv. La 118i è sembrata comunque molto agile, soprattutto con le sospensioni impostate in modalità Sport, mentre la 120d ha brillato soprattutto per la gran quantità di coppia. La M135i ha davvero impressionato i ragazzi di Top Gear, che l’hanno paragonata ad auto come la AMG A35, e sono addirittura riusciti a farla sgommare un po’ nonostante la trazione xDrive.

4: Son proprio gli ingegneri ad aver optato per una trazione anteriore

“Se mi doveste chiedere ‘la preferiresti a trazione posteriore?’ la mia risposta sarebbe no”. Queste le parole di Langen. “Il nostro obiettivo è quello di migliorare le dinamiche di guida di generazione in generazione e questa Serie 1 F40 a nostro parere è migliore dell’auto che si lascerà alle spalle, a priori del tipo di trazione”.

5: Non ci sarà un sei cilindri, ma ci sarà una versione elettrica

L’architettura della Serie 1 – simile a quella della X1, X2, Serie 2 Active e alcune MINI – non permette l’utilizzo di motori a sei cilindri in linea, quindi la versione più potente della Serie 1 F40 dovrà “accontentarsi” di un motore a quattro cilindri. Tuttavia, gli ingegneri hanno confermato che la piattaforma è predisposta per ospitare un motore elettrico senza troppo sforzo. Insomma, aspettatevi una BMW 120e o qualcosa di simile.

6: Le Serie 1 più vendute sono… le più economiche

Molti appassionati rimpiangono la dipartita della BMW M140i, ma dati alla mano solo il 3% delle vendite totali di BMW Serie 1 corrispondono a questa versione. Non vi aspettavate una percentuale così bassa, vero? E se vi dicessimo che la versione che probabilmente sarà più venduta della prossima Serie 1 sarà… una versione a tre cilindri? Proprio per questo motivo gli ingegneri di BMW si sono concentrati più a fondo sullo sviluppo di un nuovo differenziale e sul perfezionamento dell’elettronica.

7: il cambio manuale sta morendo… anche sulle auto piccole

Un altro smacco per i puristi, ma è la cruda verità. Di anno in anno, la trasmissione manuale sta perdendo piede in favore di un cambio più comodo e più facile da padroneggiare. Proprio per tale motivo, i motori più performanti si affideranno totalmente a un cambio automatico Steptronic.

8: Gli appassionati potranno optare per la BMW Serie 2

Nonostante tutti affermino che BMW abbia messo da parte definitivamente la trazione posteriore, così non sembra essere. Certo, la Serie 1 non farà più parte di questa categoria, ma se siete tra coloro che in un’auto vogliono solo un tipo di trazione, potrete acquistare la prossima BMW Serie 2 Coupé. Noi stessi abbiamo avuto modo di sapere con certezza che la prossima BMW Serie 2 rimarrà a trazione posteriore e, udite udite, la versione M240i monterà un motore a sei cilindri in linea.

9: Il look sarà estremamente differente

Sappiamo che è difficile immaginarsi l’auto con tutto quel camuffamento, ma il cambio di trazione arriverà a braccetto con il cambio di stile della vettura. Le proporzioni della carrozzeria potranno essere più armoniose e gli ingegneri assicurano che il look sarà completamente differente anche all’interno. “Sarà una rivoluzione, non una semplice evoluzione. Inoltre, nonostante le dimensioni rimarranno simili, lo spazio per le gambe è aumentato di 33 mm, mentre lo spazio per la testa è stato incrementato di 19 mm. Infine, i doppi reni e i fari richiameranno quelli presenti sulla nuova BMW Z4.”.

 

La nostra opinione

Tutti questi punti portano a una sola conclusione: BMW non ha intrapreso la strada della trazione anteriore per scontentare la clientela. Più semplicemente, la nuova BMW Serie 1 è stata pensata per una clientela più ampia e che in un’auto cerca non soltanto la sportività. Non disperate, in quanto le alternative per le esigenze più puriste saranno sempre presenti nella gamma bavarese, ma il mercato si evolve in continuazione e BMW agisce di conseguenza.

About Luca Corsini

Entrato nello staff di BMWPassion a settembre 2017, possiedo una forte passione per le auto ma anche per la tecnologia in generale, cosa che mi consente di seguire l'evoluzione del mercato automobilistico con estremo interesse. Ogni muletto avvistato fa scalpitare il cuore e ogni test drive fa tremare le gambe come se fosse il primo, ma la razionalità che mi caratterizza mi consente di analizzare ogni auto nei suoi minimi dettagli.

Vedi anche

BMW Serie 7 – versione ELETTRICA da 670 CV?

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn I piani di BMW relativi all’elettrificazione ...

Le cinque Auto più Belle di Francoforte 2019

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Eccoci. siamo appena tornati a casa. ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *