martedì , 12 novembre 2019
Home » Attualità » Multa a BMW di 8,5 milioni per software difettoso nei motori

Multa a BMW di 8,5 milioni per software difettoso nei motori

I bavaresi patteggiano per una multa a BMW e a tutto il gruppo dal valore di 8,5 milioni di euro.

BMW ha patteggiato con il pubblico ministero di Monaco per una multa di 8,5 milioni di euro. L’accusa ufficiale è quella di aver offerto una qualità insufficiente delle misurazioni e non per manipolazione del software installato nei motori, erroneamente installati su qualche migliaio di veicoli con motore turbo diesel.

Il software di gestione del motore restituiva valori differenti e contrastanti tra loro sulle effettive emissioni di monossido di azoto (NOx), non rispettando di conseguenza le misurazioni che ci si aspettava in casi d’uso realistici.

Il pubblico ministero ha confermato il fatto che il software non fosse contraffatto o illegale, quindi non ci sono i presupposti per accusare la casa bavarese di frode.

Ecco la dichiarazione ufficiale:

Fin dall’inizio del 2018, il pubblico ministero di Monaco ha interrogato casualmente alcuni impiegati del gruppo BMW riguardo ai dispositivi di test difettosi installati sui modelli M550xD e 750 xD. Questi dispositivi causavano un differente comportamento del sistema di purificazione dei gas di scarico sul banco di prova rispetto a quanto registrato in strada, rendendo inaffidabili le misurazioni registrate sulle emissioni di monossido di carbonio.

Le meticolose investigazioni, effettuate in cooperazione con la Federal Motor Transport Authority, non hanno dimostrato la presenza di un dispositivo che potesse adattarsi alle richieste degli impiegati del gruppo BMW. L’accusa di frode è pertanto decaduta.

About Luca Corsini

Entrato nello staff di BMWPassion a settembre 2017, possiedo una forte passione per le auto ma anche per la tecnologia in generale, cosa che mi consente di seguire l'evoluzione del mercato automobilistico con estremo interesse. Ogni muletto avvistato fa scalpitare il cuore e ogni test drive fa tremare le gambe come se fosse il primo, ma la razionalità che mi caratterizza mi consente di analizzare ogni auto nei suoi minimi dettagli.

Vedi anche

High Speed Driving Experience – In pista con BMW M4, M2 e M850i (con Cameo della BMW X4 M)!

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Oggi (25 ottobre 2019) è stata ...

BMW M3 sul mercato a inizio 2021

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn La prossima generazione della BMW M3 ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *