martedì , 22 ottobre 2019
Home » BMW NEWS » Il PEGGIO del Salone di Francoforte 2019!

Il PEGGIO del Salone di Francoforte 2019!

Dopo una top 5 che ha mostrato concept futuristici, auto elettriche potentissime e vetture ibride dal fascino inimitabile, è arrivato il momento di mettersi le mani nei capelli.
In questa breve classifica non inseriremo solamente le vetture più brutte presenti al salone di Francoforte, ma anche auto che, per un motivo o per l’altro, ci hanno fatto esclamare “ma davvero?”
Tenetevi forti, ecco la top (o flop) 5 del PEGGIO del Salone di Francoforte 2019.

 

5 – Honda e

   

Uno dei concept più apprezzati di tutto il salone di Francoforte. Honda è effettivamente riuscita a presentare un prototipo convincente che mostra come anche le city car potranno abbracciare la modernità e l’elettrificazione al meglio grazie a degli interni davvero tecnologici, armoniosi e con materiali davvero interessanti (massiccio l’utilizzo del legno).

Se per gli interni tutto è rose e fiori, lo stesso non si può dire della carrozzeria. Questa Honda e… sembra un giocattolo. Le proporzioni cubiche, i fari circolari e in generale tutte le linee (quasi inesistenti) della carrozzeria la fanno sembrare una vettura rinvenuta all’interno di un uovo di pasqua un po’ troppo cresciuto di 15-20 anni fa. Di sicuro la vettura è simpatica, ma vi sembrerà di possedere una micro-machine, almeno fino a che non salirete a bordo.

 

4 – Ford Puma

   

Se c’è una cosa che abbiamo capito riguardo al nuovo mini-suv americano è che o lo si ama o lo si odia. Molta gente sembrava davvero entusiasta di questa Ford Fiesta sotto steroidi, anche se davvero non riusciamo a capire il perché. I fari anteriori assomigliano a degli occhi strabici e le linee del cofano sembrano simulare la gobba di un anziano signore che passeggia tra i cantieri. Tuttavia, stiamo parlando di una vettura che interesserà a molti grazie alla versione mild-hybrid con un prezzo di listino di €23.250. Fortunatamente, il lato posteriore della vettura è molto più armonioso.

 

3 – BMW X7… in un colore improponibile

   

Sappiamo che molti di voi già odiano il super-SUV bavarese. Noi abbiamo sempre remato contro al parere più gettonato dai fan, in quanto crediamo che su una vettura così maestosa le enormi griglie (adottate anche sulla BMW Serie 7) si adattino alla perfezione alla carrozzeria.

Ma lasciamo da parte il discorso “reni” per un secondo. Per qualche bizzarro motivo, i bavaresi hanno pensato che sarebbe stata una buona idea presentare una vettura familiare, enorme, maestosa e lussuosa come la BMW X7 in una colorazione… MOLTO discutibile.

La vettura in sé vanta degli interni davvero fantastici e la carrozzeria è molto più valida di quanto possa trapelare dalle foto visibili in rete (se ne avete l’occasione, vi consigliamo di darle un’occhiata dal vivo), quindi il terzo posto in classifica è stato assegnato esclusivamente per la triste scelta effettuata per la vernice.

 

2 – Mercedes e il suo  minibus “smart”

   

Tra tutti i concept presentati da Mercedes-Benz (la loro area espositiva era enorme!), quello che ci ha colpito di più… lo ha fatto in negativo. I tedeschi rivali di mille battaglie hanno puntato molto su concept elettrici e autonomi, ma a quanto pare la casa di Stoccarda vuole entrare anche nel segmento dei minibus.

Questo minibus ospita i passeggeri in quella che potrebbe essere definita “una lounge in movimento”, perfetta per rilassarsi in compagnia in un’ambiente molto simile a quello di un salotto mentre si viaggia. Tuttavia non vorremmo ritrovarci nei panni del designer che ha optato per una forma della carrozzeria che tanto somiglia a un ovetto kinder. D’altro canto, il lato anteriore della “vettura” fa riecheggiare in mente il design della Smart dei primi anni 2000. Sicuramente non un vanto per un veicolo che sicuramente sarà dedicato a una clientela di un certo calibro.

 

1 – Nobo.. e quella sarebbe un’auto?

Sappiamo che vi starete chiedendo: “ma che azienda è Nobo Auto?”. Nobo Auto è un’azienda cinese che si occupa in particolar modo di componentistica (parti della carrozzeria, sedili interni, pannelli porta ecc..) e di conseguenza non produce vere e proprie automobili. Tuttavia, siamo sicuri che chiunque avrebbe potuto portare un design un po’ più accattivante e movimentato per presentare i propri prodotti, soprattutto a una fiera importante come quella di Francoforte. Siamo stati attratti come una calamita da questo capolavoro di anonimità, tanto che l’idea di questa classifica è scaturita proprio dalla visione di questo… cubo.

 

About Luca Corsini

Entrato nello staff di BMWPassion a settembre 2017, possiedo una forte passione per le auto ma anche per la tecnologia in generale, cosa che mi consente di seguire l'evoluzione del mercato automobilistico con estremo interesse. Ogni muletto avvistato fa scalpitare il cuore e ogni test drive fa tremare le gambe come se fosse il primo, ma la razionalità che mi caratterizza mi consente di analizzare ogni auto nei suoi minimi dettagli.

Vedi anche

Appena presentata, la BMW Serie 2 Gran Coupé è pronta a farvi innamorare

BMW Serie 2 Gran Coupé: La entry level che stavamo aspettando

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Dal debutto della primissima BMW Serie ...

PRIMA MONDIALE: BMW M8 Gran Coupé – L’auto perfetta?

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Esistono molte macchine che sono sia ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *