1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.
  2. Cari utenti, vi invitiamo a partecipare al grande concorso che eleggerà la più bella BMW del 2018! Tutti sono invitati a partecipare e a candidare la propria vettura. Potete trovare i diversi contest divisi per gamma e tutte le info qui

La nuova Serie 5 migliora i risultati della BMW

Discussione in 'Forum generale BMW' iniziata da El Nino, 23 Novembre 2003.

  1. El Nino

    El Nino Presidente Onorario BMW

    18.497
    429
    23 Maggio 2003
    Reputazione:
    22.520
    .
    L'utile del terzo trimestre 2003 è cresciuto del 5,1 % rispetto allo stesso periodo di un anno fa
    L'introduzione sui mercati mondiali della nuova Serie 5 ha caratterizzato il terzo trimestre 2003 del Gruppo BMW. Dal lancio all'inizio di luglio, e fino al 30 settembre, sono stati consegnati 24.063 esemplari della berlina di lusso. La Casa bavarese ha anche presentato in questo periodo due altri modelli di prossima introduzione: la X3 e la Serie 6 Coupé. Sostenuto dalla sempre alta domanda della MINI, il Gruppo BMW ha incrementato i suoi volumi complessivi di vendita. Presentando i dati trimestrali, il Presidente del Consiglio di Amministrazione di BMW AG, Helmut Panke, ha commentato: "Un anno cruciale il 2003 per quanto riguarda l'attuale offerta di prodotto e le iniziative di mercato del gruppo. I nuovi modelli stanno ottenendo risultati significativi e giocheranno un ruolo importante nel raggiungimento dell'obiettivo fissato che resta quello di superare, con tutti i suoi marchi, i volumi di vendita dello scorso anno".

    Nel terzo trimestre 2003 sono state vendute 270.439 automobili, tra BMW, MINI e Rolls-Royce, un incremento del 3,2 % sul terzo trimestre 2002 (quando ne furono consegnate 262.066). Nei primi 9 mesi del 2003 sono state vendute 815.308 unità, + 1,2 % rispetto alle 805.808 unità dello stesso periodo 2002.

    In lieve calo i ricavi del trimestre, - 0,3 % a 9,945 miliardi di Euro (9,971 miliardi nel terzo trimestre 2002). Come già nel primo semestre, il calo è attribuibile soprattutto alla debolezza del dollaro nei confronti dell'Euro. Il fatturato complessivo dei 9 mesi 2003 è stato di 30,458 miliardi di Euro, inferiore del 5,8 % rispetto allo stesso periodo del 2002 (quando fu di 32,338 miliardi di Euro).

    Anche nel terzo trimestre del 2003 l'andamento dei risultati del Gruppo BMW è stato influenzato, come previsto, dagli investimenti strutturali e dai costi di lancio dei nuovi prodotti.

    Ciò nonostante, l'utile da attività ordinarie nel terzo trimestre 2003 ha superato del 5,1% il valore registrato lo scorso anno, attestandosi a 724 milioni di euro (rispetto ai precedenti 689). Un incremento in gran parte riconducibile all'accresciuta vendita di automobili. Considerando i primi nove mesi del 2003, il risultato delle attività ordinarie ammonta a 2,501 miliardi di euro, inferiore dell'8,1% al risultato dell'equivalente periodo del 2002 (2,720 miliardi di euro).

    Il Presidente Helmut Panke ha commentato al riguardo: "L'anno finanziario sta procedendo secondo le previsioni anche riguardo agli utili. Come annunciato, la tendenza a una forte crescita ha cominciato ad affermarsi nel terzo trimestre, e continuerà a rafforzarsi sino alla fine dell'anno. A dispetto dei massicci investimenti richiesti dal lancio dei nuovi prodotti, oggi riteniamo di poter raggiungere nuovamente i valori record ottenuti lo scorso anno".

    Nel terzo trimestre del 2003 l'utile netto del Gruppo BMW ha raggiunto i 445 milioni di euro, + 2,8% rispetto ai 433 milioni dello stesso trimestre 2002. Il saldo attivo totale per i primi nove mesi del 2003 ammonta a 1,523 miliardi di euro. Si è così ulteriormente ridotto (- 10,1 %) il divario rispetto all'utile netto dei primi 9 mesi dell'anno scorso, quando fu di 1,694 miliardi di Euro.

    Dall'inizio dell'anno creati 3.480 nuovi posti di lavoro
    Al 30 settembre 2003 il Gruppo BMW impiegava 104.691 dipendenti in tutto il mondo, ossia il 3,1% in più rispetto alla stessa data dell'anno scorso (101.565). Tolti trasferimenti e distacchi in altre società del Gruppo, la forza lavoro al 30 settembre 2002 ammontava a 101.339 unità. Ciò significa che in un anno la crescita è stata del 3,3%. Dall'inizio dell'anno il Gruppo BMW ha creato 3.480 nuovi posti di lavoro.

    All'inizio del settembre 2003, 1.229 giovani hanno cominciato il loro percorso formativo presso BMW. Al termine del trimestre il Gruppo bavarese impiegava complessivamente 4.340 apprendisti, ossia il 2,7% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

    Migliorano i risultati della Divisione Auto
    Nel terzo trimestre 2003, con 9,069 miliardi di Euro, il fatturato del settore auto ha registrato una flessione del 3,1% rispetto allo stesso periodo del 2002 (9,360 miliardi). Un calo attribuibile innanzitutto all'indebolimento del dollaro nei confronti dell'euro. Nei primi nove mesi del 2003 la Divisione Auto ha fatturato complessivamente 28,089 miliardi di Euro, in calo del 2,5% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (28,823 miliardi).

    Grazie però al lancio della nuova BMW Serie 5, nel terzo trimestre del 2003 l'utile da attività ordinarie è incrementato sensibilmente rispetto al terzo trimestre 2002, + 7,3% per 570 milioni di Euro, contro i 531 milioni di un anno fa. Con 2,057 miliardi di euro, gli utili dei primi nove mesi del 2003 sono inferiori del 14,4% al risultato del 2002 (2,403 miliardi di euro).

    Le 223.135 automobili BMW vendute nel terzo trimestre 2003 superano dell'1,6% la quantità venduta nel corrispondente periodo del 2002 (219.617 vetture). Tuttavia, se si considerano i primi nove mesi 2003, la cifra dell'anno scorso non è ancora stata raggiunta: le 678.107 auto vendute sono infatti il 3,3 % in meno delle 700.947 unità consegnate da gennaio a settembre 2002.

    Le vendite di vetture MINI continuano invece a superare le aspettative. Mai prima d'ora il Gruppo BMW aveva venduto tante MINI quante nel terzo trimestre del 2003: 47.252 esemplari, un incremento dell'11,3% rispetto al terzo trimestre 2002 (42.449 unità). Dal gennaio al settembre 2003 le vendite del brand MINI sono state 137.130, vale a dire 30,8% in più dei primi nove mesi 2002, quando ne furono consegnate 104.861 unità. Si tratta di un dato record, che sottolinea ancora una volta il successo del marchio MINI.

    La vendita di automobili Rolls-Royce è ancora condizionata dalla fase di avvio dello stabilimento di Goodwood. Alcune centinaia di ordini già raccolti confermano ad ogni modo il successo di queste vetture esclusive. Terminata la prima fornitura ai concessionari e la produzione dei veicoli di presentazione e da esposizione, è stato finora possibile consegnare 71 vetture ai clienti di tutto il mondo. Entro la fine di quest'anno il Gruppo BMW conta di produrre circa 500 Rolls-Royce Phantom e, conclusa la fase di avvio, lo stabilimento di Goodwood sarà in grado produrre circa 1.000 Rolls-Royce Phantom l'anno.

    Ancora difficile la congiuntura che grava sul mercato motociclistico
    Pur nella difficile congiuntura di mercato, per la prima volta quest'anno un trimestre si chiude meglio del corrispondente periodo del 2002: nel terzo trimestre sono state vendute 22.029 moto BMW, + 2,8 % rispetto alle 21.433 del terzo trimestre 2002. Le vendite dei primi nove mesi 2003 non hanno però superato quelle dell'anno passato: alla fine di settembre erano state vendute 73.618 moto BMW, contro le 74.619 del 2002, - 1,3 %.

    Come nei mesi precedenti, sull'andamento del mercato moto ha influito la debolezza del dollaro rispetto all'euro. Con 221 milioni di Euro, il fatturato del terzo trimestre della BMW Motorrad si è rivelato inferiore del 6 % rispetto a quello dell'anno precedente (pari a 235 milioni di Euro). Considerando i primi nove mesi del 2003, si constata una flessione del fatturato BMW Motorrad del 3,8% rispetto allo stesso periodo 2002, 854 milioni nel 2003 a fronte di 888 nel 2002).

    I nuovi modelli previsti per il 2004 hanno richiesto un aumento degli investimenti nel terzo trimestre del 2003, che ha gravato sul risultato della Divisione Moto. Con 15 milioni di saldo negativo, il risultato delle attività ordinarie per il terzo trimestre 2003 ha registrato un calo dell'87,5% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, quando il passivo fu di 8 milioni di Euro. Gli utili netti della Divisione Moto per i primi nove mesi del 2003 ammontano a 73 milioni di Euro, il 9,9 % in meno rispetto agli 81 milioni del 2002.

    Ancora in crescita le attività dei Servizi Finanziari
    Il terzo trimestre conferma l'ottimo trend di crescita dei Servizi Finanziari. I finanziamenti (prestiti o leasing) concessi sui veicoli di marca BMW e MINI hanno rappresentato il 39,2 % delle vendite totali nei 9 mesi del 2003, superando sensibilmente la quota del 35 % conseguita nei primi 9 mesi dello scorso anno.

    Alla fine del terzo trimestre il volume d'affari dei Servizi Finanziari ammontava a 28,008 miliardi di Euro, superando del 7,3% il valore dell'anno precedente (26,111 miliardi di euro).

    L'utile derivante dalle attività dei Servizi Finanziari è cresciuto nel terzo trimestre 2003 del 7,1 %, raggiungendo i 120 milioni di Euro (contro i 112 milioni del terzo trimestre 2002). Se si considerano i primi 9 mesi dell'anno, la crescita è ancora più sostenuta, + 19 % e 345 milioni di Euro contro i precedenti 290 milioni.
     

Condividi questa Pagina