1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.
  2. Vuoi sostenere in prima persona il forum? Iscriviti al nostro Virtual Club e riceverai targhetta speciale e rimozione di tutta la pubblicità, proprio tutta! Clicca Qui!

Foibe: giorno del ricordo 2009

Discussione in 'Politica' iniziata da El Nino, 9 Febbraio 2009.

Status Discussione:
Chiusa ad ulteriori risposte.
  1. El Nino

    El Nino Presidente Onorario BMW

    18.497
    429
    23 Maggio 2003
    Reputazione:
    22.520
    .
    Domani, 10 Febbraio è il giorno per il ricordo delle vittime Italiane in Istria, Fiume e Dalmazia da parte dell'esercito Jugoslavo di Tito. E' il ricordo di oltre 350.000 persone costrette a fuggire, tra le quali decine di migliaia furono uccise nelle Foibe o nei campi di concentramento titini. La loro colpa era di essere italiani e di non voler cadere sotto un regime comunista.
    E' il ricordo per una città, Trieste, che visse nell'ottobre 1954 i "i quaranta giorni del terrore" per l'occupazione dell'esercito di Tito. Solo dipo 9 anni di Governo Militare Alleato (americano ed inglese), Trieste fu riconsegnata "normalmente" all'Italia.
     
  2. Biggie Smalls

    Biggie Smalls Presidente Onorario BMW

    12.377
    1.411
    10 Febbraio 2007
    Reputazione:
    606.537
    730d Reputazione:Kattiva®
  3. Adolfo

    Adolfo Direttore Corse

    1.956
    110
    4 Novembre 2007
    Reputazione:
    2.916
    E93-325i
    Purtroppo, ho da sempre constatato che, soprattutto in Italia, i genocidi sono di 2 tipi:
    quelli di serie A, compiuti dai nazisti;
    quelli di serie B, compiuti dai bolscevichi, dal totalitarismo sovietico nei gulag, dai comunisti italo-titini con le Foibe, dai vietnamiti nei campi di "rieducazione" o dai cambogiani o ancora gassazione di curdi e deportazione di Armeni.
    Inoltre, giova ricordare che a tutt'oggi nelle carceri Cinesi e Cubane, ai dissidenti politici viene riservato un trattamento da "Hotel - 5 stelle".

    Io sono un insegnante nelle scuole superiori, vi posso garantire che, da sempre, un mese prima della giornata della memoria -27 Gennaio, la Shoah-, tutto il quartier generale dei miei colleghi post-comunisti (quest'ultimi sono l' 80-90% nelle scuole italiane) si riuniscono per pianificare come continuare a "indottrinare" gli studenti contro le ideologie della Destra storica e contemporanea, anche con l'ausilio di associazioni partigiane, assessorati comunali, sindacato CGIL, ecc.

    Peraltro mio padre, tutt'ora vivente, nato nel 1922, è un decorato al valor militare sia come reduce di Nicolajewcka, che come internato per 2 anni nei campi di concentramento, mi ha raccontato che molti dei suddetti partigiani chiamati nelle scuole per raccontare agli studenti di esser stati torturati dai nazi-fascisti(sic!), durante la guerra si son fatti le "pippe"! (cioè erano dei codardi)

    Meglio quindi continuare a cercare di nascondere, specie nelle scuole in occasione della "giornata del ricordo-10 Febbraio", quello che è stato l'innegabile Genocidio delle Popolazioni della Venezia Giulia e Dalmazia che, dopo essere sopravvissute ad un ventennio fascista, sono state sistematicamente fatte sparire nelle Foibe dai comunisti italo-titini.

    Onore agli oltre 20000 (ventimila) Italiani morti nelle foibe. :cool:
     
    Ultima modifica di un moderatore: 21 Settembre 2009
  4. Biggie Smalls

    Biggie Smalls Presidente Onorario BMW

    12.377
    1.411
    10 Febbraio 2007
    Reputazione:
    606.537
    730d Reputazione:Kattiva®
    vabbè Adolfo...ma nemmeno tu puoi/dovresti fare distinzioni tra le vittime di enormi INGIUSTIZIE storiche..siano esse fasciste naziste o comuniste...i morti son tutti uguali...e vanno ONORATI tutti.

    Insegnamo questo ai nostri figli...
     
  5. Adolfo

    Adolfo Direttore Corse

    1.956
    110
    4 Novembre 2007
    Reputazione:
    2.916
    E93-325i
    Convengo con te.
    Il mio è uno sfogo, poichè domani a scuola nessun collega parlerà delle Foibe.
    Magari diranno che se lo sono dimenticato in quanto ieri è morta Eluana Englaro! :-k
    Buonanotte Bigg :wink:
     
  6. piggreco

    piggreco Presidente Onorario BMW

    5.524
    812
    30 Novembre 2004
    Reputazione:
    897.394
    530d xDrive E61
    PURTROPPO quoto sia Big che Adolfo...
     
  7. gianse

    gianse Collaudatore

    406
    69
    22 Giugno 2008
    Reputazione:
    7.267
    bmw 330ci restyling

    bravo, saggie parole
     
  8. Biggie Smalls

    Biggie Smalls Presidente Onorario BMW

    12.377
    1.411
    10 Febbraio 2007
    Reputazione:
    606.537
    730d Reputazione:Kattiva®
    Mi spiace.....non è giusto.:sad:

    IMHO almeno in questi casi ci dovrebbero essere delle linee guida che obbligatoriamente i docenti dovrebbero rispettare...cioè ad es.palrare di date e fatti storici che hanno riguardato il nostro Paese e il mondo negli ultimi 100anni...e non solo parlare di sumeri e della Mesopotamia e arrivare alla fine del percorso scolastico non facendo neanche in tempo di parlare della "storia recente"!
     
    Ultima modifica di un moderatore: 10 Febbraio 2009
  9. gianse

    gianse Collaudatore

    406
    69
    22 Giugno 2008
    Reputazione:
    7.267
    bmw 330ci restyling
    i morti sono morti, e meritano tutti rispetto, indistintamente.
    pero' la storia e' una scienza e come tale si basa sui fatti.
    e uno dei fatti e' che fu l'Italia ad invadere la Jugoslavia e non viceversa (Italia governata da un regime totalitario, fatto non trascurabile, mentre ironia della sorte la Jugoslavia era una monarchia, non il massimo ma sicuramente sempre meglio dell'Italia di allora).
    e poiche' l'Italia quella guerra l'ha persa ovvio che i vincitori si siano vendicati, chi per effettivi torti subiti, chi per calcolo politico e chi per squallide motivazioni economiche (acaparrarsi le proprieta' di italiani che spesso abitavano in quelle zone da prima di loro).
     
  10. 5amuel

    5amuel Amministratore Delegato BMW

    4.552
    333
    11 Giugno 2007
    Reputazione:
    151.731
    una scatola qualunque
    Quella degli infoibati fu una vera strage ad opera dei partigiani di Tito. L'Istria però era Italiana, Fiume era abitata da italiani come gran parte dell'Istria stessa.
    E' giusto e verissimo ciò che dice Bigg ma Adolfo ha pure lui ragione.
     
  11. piggreco

    piggreco Presidente Onorario BMW

    5.524
    812
    30 Novembre 2004
    Reputazione:
    897.394
    530d xDrive E61
    Si, ok, comunque la solita stampa quasi totalmente sinistrorsa con la shoa (o come si scrive) fa due palle come le ruote di un treno merci, con le foibe giusto il dovere di cronaca e manco...
     
  12. ledogme

    ledogme Secondo Pilota

    916
    71
    11 Febbraio 2008
    Reputazione:
    2.635
    BMW 325ti M1,5™
    Be, almeno piano piano si comincia a parlarne, pochi anni fa spiegare ai miei amici come mio padre avesse perso casa e terra, avesse avuto la famiglia spezzata in due e una volta arrivati nei campi profughi sparsi per mezza Italia esser ancora trattati come fascisti traditori degli ideali comunisti titini, era una impresa ardua. Sembrava di parlare di fatti accaduti su Marte.

    Immagino cosa abbia voluto significare per lui tornare in quei luoghi anni dopo e vedere la propria casa abitata da estranei e la propria terra coltivata da mani che nulla avevano a che vedere con la storia di quel paese. Mentre nei cimiteri rimanevano abbandonate le tombe degli avi che da sempre avevano abitato quelle terre.

    Oggi si comincia a poterne parlare, chi e' fuggito da quelle terre in fondo non chiede molto, se non di poter Ricordare la propria tragedia senza doversi nascondere.
     
    Ultima modifica di un moderatore: 10 Febbraio 2009
  13. gianse

    gianse Collaudatore

    406
    69
    22 Giugno 2008
    Reputazione:
    7.267
    bmw 330ci restyling
    massima solidarieta' ai tuoi familiari, deve essere stato terribile.
    il problema e' che in Italia non si ricordano mai i fatti per quello che sono stati e per una doverosa opera di memoria affinche' non succeda mai piu', ma solo per becera opera di propaganda politica, della serie la tua strage e' peggio della mia.
     
  14. on a friday

    on a friday Presidente Onorario BMW

    6.338
    939
    9 Gennaio 2009
    Reputazione:
    90.505
    E81 120d Attiva - R 1200 GS
    Non voglio commentare ma solo dedicare un pensiero a tutti gli orrori generati dalla guerra, perché nessuno di questi deve essere dimenticato.
    Per chi non accetta l'oblio della memoria segnalo due libri:
    L'esodo- la tragedia negata degli italiani d'Istria, Dalmazia e Venezia Giulia di Arrigo Petacco- Mondadori;
    Il sangue dei vinti di Gianpaolo Pansa - Sperling & Kupfer
     
  15. ADRES

    ADRES Primo Pilota

    1.223
    105
    20 Ottobre 2007
    Reputazione:
    28.296
    Bmw 335i Msport bianca

    Concordo in pieno con Adolfo =D>=D>=D>=D>

    ... e anche con Bigg =D>=D>


    le vittime di una guerra e di una situazione storica come quella sono tutte uguali e vanno onorate allo stesso modo, cosi come vanno onorati i caduti dell'esercito italiano nella II GM, persone che hanno fatto il proprio dovere e basta.
     
  16. ADRES

    ADRES Primo Pilota

    1.223
    105
    20 Ottobre 2007
    Reputazione:
    28.296
    Bmw 335i Msport bianca

    =D>=D>=D>=D>parole saggie e misurate =D>=D>=D>, bravo Giorgio

    da quanto tempo e' stato dato risalto alle Foibe, direi meno di 10/15 anni o mi sbaglio ?
    e cosa e' stato fatto e ricordato dal 1945 fino ad allora ?
     
  17. Adolfo

    Adolfo Direttore Corse

    1.956
    110
    4 Novembre 2007
    Reputazione:
    2.916
    E93-325i
    "Il giorno del ricordo", è stato istituito pochi anni fa con la Legge 30 marzo 2004, n. 92. Essa è diventata operativa nel 2005.

    ADRES, indirettamente voglio rispondere ad una persona che, non conoscendo la storia, in questo 3D ha detto testualmente:
    " ... fu l'Italia ad invadere la Jugoslavia e non viceversa (Italia governata da un regime totalitario, fatto non trascurabile, mentre ironia della sorte la Jugoslavia era una monarchia, non il massimo ma sicuramente sempre meglio dell'Italia di allora).
    e poiche' l'Italia quella guerra l'ha persa ovvio che i vincitori si siano vendicati, ..."

    Sottolineo che le popolazioni Italiane erano presenti nella ex Jugoslavia ancora 1000 anni fa con la Serenssima Repubblica Marinara di Venezia che nel momento della sua massima espansione territoriale era riuscita a conquistare quasi tutte le coste dell'Adriatico, l'intera Dalmazia e vaste regioni della Grecia, le grandi isole Creta e Cipro, ecc.

    Non vado oltre, poichè come è già successo, ... certa gente "te la mena" con il solito discorso usato e strausato del Fascismo e pertanto ... iniziano gli scontri ideologici-politici che in questo forum sono, giustamente, vietati dal regolamento.

    ADRES, buona domenica :wink:
     
    Ultima modifica di un moderatore: 15 Febbraio 2009
  18. ADRES

    ADRES Primo Pilota

    1.223
    105
    20 Ottobre 2007
    Reputazione:
    28.296
    Bmw 335i Msport bianca
    :eek::eek: pensavo il giorno del ricordo fosse stato istituzionalizzato prima

    concordo con te. L'Italia non invase la jugoslavia nella II GM.

    la ex-Jugoslavia fu invasa nel 41 dalla Wehrmacht probabilmente per 2 motivi
    - colpo di stato del gen Simovic, che rovescia un governo filo-nazista
    - paura di uno sbarco inglese nei balcani / grecia, che avrebbe lasciato scoperto il fianco Sud delle forze che sarebbero entrate nel caucaso nella prevista invasione delle Russia

    non cito una fonte italiana, ma Sir B. Liddell Hart (uno storico inglese), che personalmente trovo molto credibile

    ...l'italia qua centra poco o niente :wink:
     
  19. ledogme

    ledogme Secondo Pilota

    916
    71
    11 Febbraio 2008
    Reputazione:
    2.635
    BMW 325ti M1,5™
    Per chi e' studioso di storia, come lo sono io a livello amatoriale, dovrebbe essere palese che le cose non sono mai sempici come gli slogan vogliono farci sembrare. Essere faziosi rende le cose piu' semplici ma porta troppo spesso a commettere, o non vedere, ingiustizie.

    Anche per le popolazioni vittime dell'esodo, la faziosita', da una parte e dall'altra non ha aiutato, anzi, ha reso le cose, se possibile, ancora piu' difficili.

    Non dimentichiamo mai che l'alba della pace del 45 portava con se una guerra che miete' milioni di vittime, la guerra fredda, magari piu' subdola, piu' nascosta, giocata su piccoli conflitti locali e su centinaia di colpi di stato, sovvenzioni di dittature, lotte clandestine e terroristiche su tutto il globo terrestre, la guerra sara' anche stata fredda ma per molti uomini brucio' ne piu' ne meno che quella calda.

    In Italia c'era la guerra civile, i governanti dell'epoca si sono trovati con una polveriera tra le mani, centinaia di migliaia di italiani erano pronti a scannarsi l'un l'altro nel nome di ideologie che solo da pochi anni hanno dimostrato palesemente la loro debolezza e falsita'. I giuliano dalmati si son trovati ad essere un possibile grimaldello per aprire le porte di questa polveriera, che venissero usati dagli ex-fascisti e realisti per rivendicare i territori italiani caduti nelle mani di Tito o usati dai comunisti per dimostrare che il fascismo in Italia non era morto e che solo il comunismo poteva sconfiggerlo.
    Purtroppo non credo che i politici di allora avessero molte possibilita' per far quadrare il cerchio, eravamo una nazione sconfitta, che si era comportata male in molte occasioni e aveva scelto la parte sbagliata della barricata, avevano una guerra civile che rischiava di allargarsi a tutti gli strati della popolazione, la fame, la riscostruzione......Non era il caso di aprire un nuovo fronte contro la neonata Jugoslavia di Tito e contro le frange rivoluzionare comuniste italiane che piano piano per la maggior parte, non tutte, rientravano nei ranghi della democrazia.
    Non era facile, non li biasimo, qualcuno andava sacrificato nel nome della pace e di un futuro di crescita, e tutto sommato posso dire che, grazie all'aiuto americano non indifferente, ci sono riusciti.

    La piu' grande rivincita di mio padre in fondo e' stata quella di ritornare in quei luoghi da turista negli anni 70, a bordo di una automobile stracarica di beni di prima necessita', detersivo, sapone, caffe', lamette da barba, da regalare a quelle sfortunate persone, parenti del ramo croato della mia famiglia, che a causa del comunismo vivevano nella "miseria". Lui esule figlio di esuli tornava come "lo zio d'america" che aveva fatto fortuna all'estero.

    Italiani e croati vivevano in pace in quasi tutti quei luoghi, mia nonna e' croata e mio nonno italiano a dimostrare che non esisteva una questione etnica prima della guerra, almeno non ovunque, e non sotto l'austria, che era il vero oppressore, il vero motivo della fuga fu l'arrivo del regime comunista e l'uso che questo regime fece delle differenze etniche per approriarsi di ricchezze che non gli appartenevano e di terre che erano ancora contese tra le due nazioni a livello di trattative in sede ONU.

    Ricordo a tutti una cosa poco nota, dopo la guerra migliaia di italiani si scambiarono il posto di lavoro allorche' gli operai italiani dei cantieri navali di fiume, caduta in mano jugoslava, vennero a lavorare nei cantieri navali di Monfalcone, mentre gli operai italiani comunisti di Monfalcone andarono a lavorare nei cantieri navali di Fiume.
    Pochi anni dopo i volontari comunisti italiani tornarono in italia, esuli a loro volta di un comunismo che non li voleva, quasi tutti tornarono, chi non torno' fini nel gulag jugoslavo sull' Isola Calva (Goli Otok) a morire di stenti e di malattie spaccando le pietre nelle cave. Andrebebro ricordati anche loro, in fondo, come i fascisti, credevano neglli idelai per cui sono morti.

    Scusate la prolissita'.
     
  20. piggreco

    piggreco Presidente Onorario BMW

    5.524
    812
    30 Novembre 2004
    Reputazione:
    897.394
    530d xDrive E61
    Leggendo gli ultimi 4 post, rimango assolutamente basito...

    Mai, dico mai, sono riuscito a comprendere così bene questo dramma così come ora...
    E si che ho pagato l'Urar pochi giorni fa...
    Certo, vuoi mettere il Bonolis con l'approfondimento del dramma delle Foibe?
     
    Ultima modifica di un moderatore: 15 Febbraio 2009
Status Discussione:
Chiusa ad ulteriori risposte.

Condividi questa Pagina