mercoledì , 20 novembre 2019
Home » BMW NEWS » BMW Serie 1: “Le differenze tra Trazione Posteriore e Anteriore sono quasi impercettibili”

BMW Serie 1: “Le differenze tra Trazione Posteriore e Anteriore sono quasi impercettibili”

C’è molto da dire sulla nuova BMW Serie 1 e sul suo passaggio alla trazione anteriore, anche se ovviamente la maggior parte delle cose da dire sono a sfavore della nuova arrivata. L’idea che BMW stia usando la trazione anteriore sempre di più è sconcertante per la maggior parte dei fan, ma quando si tratta di sostituire una delle auto più amate del brand fa davvero male. L’ultima generazione della Serie 1 era l’unica bivolume a trazione posteriore del segmento, mentre ora la BMW Serie 1 F40 si uniforma ad Audi A3, Mercedes Classe A, Mazda 3, Volvo V40 e tante altre. Tuttavia, un dirigente di BMW ha affermato che le differenze tra trazione posteriore e anteriore non siano così spiccate come si potrebbe sembrare.

Parlando ai microfoni di Which Car, il portavoce della BMW Serie 1 Florian Moser ha dichiarato: “Al giorno d’oggi, guidare un’auto a trazione posteriore o a trazione anteriore non comporta praticamente nessuna differenza, al contrario di quanto succedeva 15-20 anni fa”. Questa è un’affermazione audace e stiamo già immaginando la fila di appassionati coi forconi accesi in segno di disappunto. In realtà, Moser potrebbe anche avere ragione, quanto meno in parte. Durante la guida di tutti i giorni, è quasi impossibile percepire la differenza tra la trazione posteriore e anteriore grazie ai netti miglioramenti apportati al telaio e all’assetto. “Di sicuro, 15 anni fa la trazione posteriore era l’unica modalità di guida concessa, ma i tempi sono cambiati“, ha affermato.

Moser fa notare come il cambiamento alla trazione anteriore sia stato effettuato soprattutto per ragioni pratiche. “Il passaggio alla trazione anteriore ci ha permesso di fare un grande passo avanti nel segmento delle compatte, in cui lottiamo su ogni centimetro con le rivali di sempre e con nuove concorrenti.” Insomma, la strategia di mercato per la BMW Serie 1 è chiara. Attirare quanti più clienti possibile nel segmento C premium, anche fuori dal cerchio ristretto degli appassionati. Lo spazio interno e la capacità di carico sembrano essere considerati prioritari in questo senso.

Tuttavia, non è assolutamente detto che in futuro anche le altre vetture bavaresi adotteranno queste strategie, anzi. “Tutto si basa sull’avere la risposta giusta per ogni segmento di mercato“, ha affermato Moser.

Anche se non siamo d’accordo al 100% con Moser, in quanto delle differenze tra trazione posteriore e anteriore ci sono, capiamo il suo ragionamento. Per la maggior parte dei clienti (diversi sondaggi lo dimostrano), la trazione non è nemmeno nella lista delle caratteristiche richieste in un’auto. Tuttavia, per l’appassionato che vuole divertirsi con la propria auto, la differenza sarà evidente. Così evidente da non comprarla? Staremo a vedere.

About Luca Corsini

Entrato nello staff di BMWPassion a settembre 2017, possiedo una forte passione per le auto ma anche per la tecnologia in generale, cosa che mi consente di seguire l'evoluzione del mercato automobilistico con estremo interesse. Ogni muletto avvistato fa scalpitare il cuore e ogni test drive fa tremare le gambe come se fosse il primo, ma la razionalità che mi caratterizza mi consente di analizzare ogni auto nei suoi minimi dettagli.

Vedi anche

BMW M3 G80 – nuove Foto Spia da Carscoops

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Anche oggi si parla della BMW ...

La futura BMW X8 avrà una versione M Performance ibrida – BMW X8 M45e

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Nelle ultime settimane, le chiacchiere intorno ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *