lunedì , 19 novembre 2018
Home » BMW NEWS » BMW M6 Gran Coupe by ENLAES: incrociatore da strada

BMW M6 Gran Coupe by ENLAES: incrociatore da strada

BMW M6 Gran Coupe

BMW M6 Gran Coupe by ENLAES: un piccolo incrociatore autostradale. Niente stravolgimenti meccanici, ma un’estetica che è in grado di render discreto un paio di pantaloni rossi durante una corrida.

BMW M6 Gran Coupe riceve i tocchi magici del tuner ENLAES dove l’acronimo sta per “ENLightened AESthetics”,  ed è la forza trainante dietro i progetti e le produzioni dell’elaboratore tedesco. La Coupè super sportiva a quattro porte ottiene un kit aerodinamico in fibra di carbonio aggressivo che rende la BMW M6 Gran Coupe ancora più affascinante.

Nella parte anteriore, lo splitter in fibra di carbonio contribuisce con un carico aerodinamico aggiuntivo e dà alla vettura un aspetto più cattivo, mentre le minigonne laterali sottolineano la sportività di questa coupé a quattro porte. Nella parte posteriore, un tronco labbro inferiore in fibra di carbonio ed un diffusore nel medesimo materiale migliorano la forma del posteriore, divenendo una delle migliori caratteristiche del design di questa BMW M6 Gran Coupe.

Un kit di abbassamento è stato applicato che funziona bene in combinazione con i cerchi Gunmetal M510 Avant Garde, di misura 21″ × 9″ all’anteriore e 21″ × 12.5″ al posteriore.
L’offset negativo delle ruote e la misura generosa dei cerchi, permettono di riempire con gaudio gli archi dei passaruota e dà alla BMW M6 Gran Coupe un look racing.

Nessun aggiornamento è toccato al motore, così la BMW M6 Gran Coupe ha il suo “pacioso” V8 TwinTurbo serie. Recuperando una intervista del responsabile dello sviluppo e progettazione Motori di BMW, Jürgen Poggel, dove si pone l’accento subito sui vantaggi del propulsore sovralimentato rispetto al medesimo in modalità aspirata: coppia elevata a basso numero di giri.
Viene da se il paragone con il precedente V10 NA da 5.0 litri. Il nuovo V8 offre quasi 700 N m di coppia ad un regime di rotazione più basso di circa 1’500 rpm. Inoltre il “vecchio” aspirato aveva quasi 300 N m di coppia in meno.Verrebbe da pensare che tutta questa coppia in basso non consenta al propulsore di raggiungere elevati regimi di rotazione. Niente di più falso.
Il propulsore V8 da 4.4 litri con tecnologia BMW M TwinPowerTurbo eroga ben 560 CV (412 kW) a 6’000 rpm e ben 680 N m di coppia, ma la cosa più grande è l’allungo netto fino a 7 200 rpm. Scendiamo nei dettagli di questa magnifica M6 Gran Coupè.

Il propulsore è il fiore all’occhiello: un V8 4.4 litri con doppia sovralimentazione, sistema VANOS su aspirazione e scarico, iniezione diretta e regolazione dell’alzata delle valvole con il sistema VALVETRONIC. Tutto concorre ad avvicinarlo moltissimo ad un aspirato di grande capacità, pur avendo un vantaggio maggiore in termini di coppia motrice e disponibilità nei regimi medio-bassi.

 

About Michele Picariello

Ingegnere Meccanico con la passione per la scrittura. Si dedica da tempo alla ricerca di informazioni tecniche e commerciali per il mondo BMW e le realtà ad esso connesse.

Vedi anche

PRIMA MONDIALE | BMW M340i 2020 svelata prima di L. A.

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn Fino a quando non vedremo la ...

BMW M8 | la prova di Autocar

WhatsApp Facebook Twitter Google+ Facebook Messenger Pinterest Telegram LinkedIn In rete stanno trapelando da un ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *