domenica , 26 febbraio 2017

Michelin Pilot Sport 4S: il test di BMWpassion in anteprima

 Michelin Pilot Sport 4S - BMW M2 Coupe' F87
BMW M2 Coupe’ F87 – Michelin Pilot Sport 4S

Michelin Pilot Sport 4S: il test di BMWpassion in anteprima. Un’occasione unica per il BMWpassion poter testare il nuovo pneumatico di Michelin sul circuito Thermal Club di Palm Springs

Michelin Pilot Sport 4S: il test di BMWpassion in anteprima. Per noi di BMWpassion, esser invitati in anteprima a provare il nuovo pneumatico sportivo Michelin Pilot Sport 4 S sul circuito Thermal Club di Palm Springs (non lontano da Los Angeles) è stato un onore.

Un invito che per noi è calzato a pennello in quanto abbiamo potuto testare queste coperture su delle splendide BMW M, marchio con cui Michelin ha un importante partnership per lo sviluppo dei propri pneumatici. Questo ha consentito di creare una binomio perfetto tra la macchina ed il pneumatico.

La nota casa francese aveva già nel proprio listino il Michelin Pilot Super Sport, uno pneumatico super-performante ai vertici della sua categoria. Si sarebbero potuti fermare qui, eppure Michelin ha voluto ulteriormente confermare la sua leadership nel segmento migliorando uno pneumatico già al top.

Infatti gli ingegneri Michelin hanno affermato che l’idea dell’azienda è stata quella di prendere uno pneumatico altamente performante e migliorarlo ulteriormente. Una sfida ingegneristica non di poco conto quando hai già raggiunto il massimo. Gli obiettivi erano chiari: migliorare la frenata sull’asciutto e sul bagnato, i tempi sul giro ed addirittura allungarne la longevità.

Ma, quindi, come ha fatto la Michelin ad ottenere questi primati?

Durante i nostri test abbiamo avuto la possibilità di parlare direttamente con gli ingegneri che si sono occupati dello sviluppo degli pneumatici e che ci hanno fatto capire quanta tecnologia di eccellenza sia contenuta nel loro prodotto e perché sono stati ritenuti da tutte le principali testate giornalistiche e piloti i migliori pneumatici della loro categoria.

Questo è dimostrato dal fatto che sono riusciti a migliorare le performance senza ridurre la longevità delle gomme che si sono conquistate il podio persino in questo ambito. Si sa infatti che spesso sportività e grip vanno a discapito della durata di una gomma.

Inoltre il Michelin Pilot Sport 4S doveva garantire alte prestazioni sia su bagnato che sull’asciutto.

Questi grandi risultati si sono ottenuti grazie alla tecnologia bi-mescola per cui abbiamo la parte esterna composta da un elastomero ibrido che consentono di avere la massima tenuta di strada sull’asciutto, mentre la parte interna è composta da elastomeri funzionali e silice che permettono di avere grande aderenza e frenata anche sul bagnato.

Il segreto è la mescola

La ragione è semplice: quando è bagnato, a causa del minor grip in curva della parte esterna della gomma, si è ritenuto di ottimizzare la mescola agendo sulla parte interna.

Stiamo parlando quindi di una vera e propria “impronta dinamica” dello pneumatico che si adatta continuamente alla strada e che grazie alla tecnologia “Dynamic Response” permette al conducente di trasmettere al meglio le sue azioni al volante sull’asfalto. E questo grazie anche alla innovativa cintura ibrida fatta di nylon e aramide.

Se osserviamo invece il disegno del battistrada noteremo che nella parte interna ci sono più intagli proprio per permettere un migliore deflusso dell’acqua, mentre nella parte esterna ce ne sono di meno e sono maggiori le superfici “lisce” per garantire una maggior aderenza in curva sull’asciutto.

I Test degli organismi indipendenti

Tutti i test condotti ufficialmente ed in particolare anche dal TUV tedesco, confermano i primati in ogni situazione del Michelin Pilot Sport 4S. In particolare sull’asciutto sono sufficienti appena 33,66 metri per fermarsi da 100 km/h a 0.

Sul bagnato invece sono sufficienti 27,73 metri per arrestare completamente il veicolo da 80 km/h. Pensate che il concorrente migliore ha bisogno di quasi 2,5 metri in più.

Migliorare il tempo sul giro su asciutto e bagnato

Come abbiamo detto all’inizio era importante anche migliorare i tempi sul giro dove in pratica uno pneumatico affronta tutte le prove insieme come frenata, accelerazione e grip laterale. Su un circuito tipo di 2,6km un veicolo può chiudere il tempo con un vantaggio di quasi 1,5 secondi rispetto al concorrente più performante.

 

Questi sono i dati ufficiali forniti dalla casa e dagli enti ufficiali, ma per Michelin questo non era sufficiente e per questo ci ha dato la possibilità di testare direttamente il loro nuovo prodotto sul circuito di Palm Springs.

 

L’approdo al BMW Performance Center

E noi di BMWpassion ci siamo sentiti subito  a casa visto che il circuito Thermal Club è un “BMW Performance Center” ed è utilizzato da BMW come scuola di guida sportiva, ragion per cui abbiamo trovato delle fiammanti BMW M2, BMW M3 e  BMWM4 con cui mettere sotto stress i Michelin Pilot Sport S4.

Le fasi di testing

Il primo test è stato una guida libera sul circuito cosa che ci ha permesso di conoscere e capire queste nuove coperture e bisogna dire che le impressioni sono state del tutto positive in quanto si tratta di gomme che trasmettono molto bene la strada al pilota permettendogli di avere grande stabilità e controllo anche al limite.

Altri test invece sono stati condotti su un mini circuito con un misto stretto in parte bagnato che ci ha permesso di stressare al massimo le gomme e capire come si comportassero anche sull’acqua.

Ma la cosa più emozionante è stato testare, a parità di dimensioni, anche le gomme dei principali concorrenti come Pirelli PZero, Continental ContiSport, Goodyear Eagle F1, Bridgestone Potenza Pole Position e possiamo confermare che i tempi sul giro e il test di frenata non hanno mentito: il Michelin Pilot Sport 4S si è dimostrato superiore su tutti i fronti.

Impressionanti il grip laterale e lo spazio di frenata, quest’ultimo davvero contenuto. In particolare abbiamo constatato che dopo qualche giro il Pirelli P Zero tendeva ad aumentare lo spazio di frenata mentre lo pneumatico francese lo manteneva costante.

Efficace in pista e bello da vedere

Pensate sia sufficiente a convincervi di comprarlo? No, perché Michelin ha pensato persino di compiacere la vista occupandosi anche di curare il design. Infatti grazie alla una tecnologia brevettata Michelin Premium Touch Technology l’azienda è riuscita a ottenere un effetto velluto che permette di creare un alto contrasto e mettere in risalto il marchio e il nome del modello sulla fiancata.

Non manca anche il bordo di protezione del cerchio da eventuali urti.

Veicoli come Ferrari GTC4 Lusso e Mercedes AMG E-Class E 63 2017 / E43 2017 hanno scelto Michelin come primo equipaggiamento.

Il Michelin Pilot Sport 4S è stato commercializzato da gennaio 2017 in 34 dimensioni da 19 e 20 pollici che permettono di soddisfare gran parte dei veicoli premium e ad alte prestazioni proprio come BMW.

I prezzi per singolo pneumatico vanno dai € 219,00 per la misura 235/35 R19 91 ZR fino ai € 419,00 dei 345/30 R20 106ZR.

PS4S_Tabella Misure

 

Vedi anche

BMW Luxury Excellence Pavilion - Berlinale 2017

BMW Luxury Excellence Pavilion: premiato al Berlinale 2017

11shares Facebook Twitter WhatsApp Google+ Flipboard Telegram LinkedIn Digg BMW Luxury Excellence Pavilion: premiato al ...

BMW Z5 Roadster 2018 G29 Spy

BMW Z5 G29: la Roadster di Monaco “open air”

20shares Facebook Twitter WhatsApp Google+ Flipboard Telegram LinkedIn Digg BMW Z5 G29: eccola open air. E’ ...