domenica , 24 settembre 2017
Home » BMW Serie 5 » BMW Serie 5 E34: la storia della Serie 5 di terza generazione

BMW Serie 5 E34: la storia della Serie 5 di terza generazione

BMW Serie 5 E34

BMW Serie 5 E34: la storia della Serie 5 di terza generazione raccontata in storie, immagini e video di una delle berline medie che osò sfidare le Mercedes-Benz

BMW Serie 5 E34: la storia della Serie 5 di terza generazione raccontata in storie, immagini e video di una delle berline medie che osò sfidare le Mercedes-Benz. Già alla fine degli anni ’80, il design squadrato era ritenuto un plus quando si trattava di design automobilistico in Europa. Basta guardare alcune delle icone di design a cavallo tra gli 80-90 per capire di cosa parlamo. La BMW Serie 5 E34 non si esimeva da questo mantra.

Progettata insieme alla BMW Serie 7 E32 che ha debuttato solo due anni, a colpo d’occhio, le due berline tedesche hanno molti punti in comune.Il frontale a forma di cuneo, ad esempio, ed un simile ma più grande parte posteriore, ricordano chiaramente la BMW Serie 7. Nonostante il suo design standard da berlina a tre volumi, era in realtà una macchina incredibilmente aerodinamica, con un coefficiente aerodinamico frontale di 0,30. Anche se, il suo design esterno non è riuscito a catturare il cuore degli appassionati come la BMW Serie 5 E28.

I nuovi interni e l’avvento dell’elettronica

Al suo interno, la nuova BMW Serie 5 E34 ha guadagnato una notevole quantità di spazio, lusso e tecnologia. Come l’E28, la cabina di guida era molto orientata al guidatore, ma caratterizzata da molto più spazio per i passeggeri oltre ad essere più lussuosa. E’ stata chiaramente una vettura più orientata al lusso, piuttosto che al lusso-sportivo come la sua progenitrice. Aveva anche una migliore tecnologia, con i nuovi sistemi di assistenza alla guida, come il sistema ASC (Controllo di Stabilità) e ASC + T (controllo della trazione).

Il nuovo potente V8 e il debutto del modello Touring

Con le nuove modifiche del vano motore, la BMW Serie 5 E34 aveva la possibilità di una vasta gamma motori. Si parte dai piccoli motori a quattro cilindri fino a mastodontici otto cilindri. Da allora, la Serie 5 ha avuto un tale gamma motori, con le piccole ed efficienti unità a quattro cilindri, di contraltare ai grandi e potenti V8. Inoltre è stata la prima generazione di BMW Serie 5 ad offrire un modello Touring (station wagon), qualcosa che BMW non aveva mai fatto da allora.

Questa è stata anche la prima BMW Serie 5 ad offrire la trazione integrale (525ix). A quel tempo, debuttò anche un sistema altamente innovativo di controllo degli ammortizzatori, con un sistema EDC (Electronic Damper Control), che era completamente personalizzabile su due livelli (Confort e Sport). La trazione integrale era divisa in maniera fissa tra l’anteriore e posteriore, mediante un differenziale centrale a giunto viscoso (36%-64%).

About Michele Picariello

Ingegnere Meccanico con la passione per la scrittura. Si dedica da tempo alla ricerca di informazioni tecniche e commerciali per il mondo BMW e le realtà ad esso connesse.

Vedi anche

La BMW presenta il vero rivale della Tesla: la BMW i Vision Dynamics

29shares Facebook Twitter WhatsApp Google+ Flipboard Telegram LinkedIn Digg Al Salone di Francoforte, la BMW ...

Salone di Francoforte 2017 – BMW presenta il suo SUV più grande mai realizzato: la X7

42shares Facebook Twitter WhatsApp Google+ Flipboard Telegram LinkedIn Digg La nuova BMW X7 Concept, dal ...